Si dice che se in estate getti per terra un uovo a Siviglia, si cuocerà in un battito di ciglia tanto il caldo che fa. Non per niente la città andalusa è da sempre considerata tra le più calienti e focose della Spagna. Ovviamente non solo per il caldo estivo. Quello di Sevilla è un calore che ti prende dentro e che lascia il segno. La musica, il cibo, l’allegria della gente, le strade affollate, le tradizioni: è questo che la rende unica. Difficile non innamorarsi di Siviglia. Cosa vedere? Ve lo sveliamo noi con un elenco delle principali attrazioni.

Le piazze

Plaza de España

Plaza de España, luogo simbolo di Siviglia

Nella lista di cosa vedere a Siviglia scegliamo per prima questa bellissima piazza, probabilmente la più bella in Europa. Stupisce per la sua varietà e per la vivacità degli elementi che la compongono. Si trova all’interno del Parco di Maria Luisa ed ha una forma semicircolare. È attraversata da un canale con 4 ponti e lungo le pareti ci sono decorazioni in ceramica divise in blocchi, ognuno dei quali indica una provincia spagnola. Mille colori si mescolano creando un insieme pazzo ma armonioso. Vi si può accedere attraverso un cancello che viene chiuso alle 22.

Plaza de Toros

L'arena di Plaza de Toros

Non è una vera piazza, o almeno non nel senso di strada. Si tratta invece della classica arena spagnola dove vengono inscenate le famose corride. È qui che si tiene la feria de abril. È una delle arene più grandi della Spagna. La facciata esteriore è costituita da archi che si susseguono, chiudendosi in un’arcata principale che ne rappresenta l’ingresso.

Plaza de Triunfo

Siviglia cosa vedere - Plaza de Triunfo: la Madonna con il bambinello che danno il nome alla Piazza

È una delle principali di Siviglia. Qui infatti troviamo quattro degli edifici più importanti della città considerati Patrimonio dell’UNESCO: la Cattedrale, la Giralda, l’Alcázar e l’Archivio Generale delle Indie. La statua del triunfo con una Madonna che regge il suo bambino dà il nome alla piazza.

Le chiese

Cattedrale di Santa Maria della Sede di Siviglia

Av. de la Constitución

La Cattedrale di Santa Maria della Sede di Siviglia, spettacolo per gli occhi

Scorrendo la lista di cosa vedere a Siviglia, non possiamo non imbatterci in questa chiesa, la cattedrale gotica più grande del mondo. Vi sentirete un puntino insignificante dinanzi alle sue enormi e maestose colonne. Sorge laddove un tempo risiedeva una moschea. Qui troverete non solo il tesoro della corona, ma anche la tomba di Cristoforo Colombo, imponente come il mito dell’uomo che custodisce. Insieme alla Giralda (una torre campanaria) e al Patio de los Naranjos (un chiostro pieno di alberi d’arancio) forma un unico complesso.

Chiesa del Salvatore

Pl. del Salvador

Navata centrale della Chiesa del Salvatore

È la più grande della città dopo la cattedrale e si trova nella famosa piazza che da essa prende il nome. Anche questa chiesa sorge sui resti di un’antica Mezquita, della quale ne conserva ancora qualche resto, come ad esempio il vecchio patio de oración.

Chiesa di San Lorenzo

Pl. de S. Lorenzo

c

Stili diversi che si mescolano: dal gotico al mudejar. Caratteristica per il suo splendido campanile che ha mantenuto la sua forma originale e per la facciata esteriore che con i suoi colori e le sue forme colpisce chiunque vi passi davanti. Al suo interno custodisce opere di grande valore artistico.

I palazzi

Real Alcazar

Patio de Banderas

Cosa vedere a Siviglia, sicuramente il Real Alcazar. Nell'immagine il patio de las doncellas

Proprio accanto alla Cattedrale di Santa Maria sorge questo enorme palazzo arabeggiante, costruito in piena dominazione araba e riadattato nei secoli a dimora reale dei sovrani. Non è un palazzo come gli altri. Lo si nota subito per la combinazione di stili che si mescolano creando un insieme armonioso. L’arte islamica, rinascimentale e gotica prendono forma tra arcate, colonne e decorazioni che lasciano senza fiato. Il patio de las doncellas e de las muñecas sono solo due dei bellissimi patii che compongono il palazzo. Incantevoli i giardini che si aprono dinanzi ad esso.

Reale Fabbrica di Tabacco

Calle San Fernando 4

Il Reale Fabbrica di Tabacco, oggi sede universitaria

Oggi sede dell’Università di Siviglia, questo imponente edificio rappresenta un modello dell’architettura industriale ai tempi dell’Antico Regime. Risalente dunque al XVIII secolo, in questo palazzo più di mille operai lavoravano il tabacco, uno dei beni più preziosi dell’epoca. Di stile rinascimentale, è possibile riscontrare anche qualche tratto barocco.

Archivo General de Indias

Av. de la Constitución

Ingresso dell'Archivio General de Indias

L’Archivio Generale delle Indie si trova nei pressi dell’antico mercato ed è la sede degli archivi di Stato spagnoli. Qui sono custoditi documenti riguardanti l’Impero spagnolo, in particolare nelle Americhe e nelle Filippine. Il grandioso palazzo in stile Rinascimentale venne progettato da Juan de Herrera.

I parchi

Jardines del Real Alcázar

Patio de Banderas

Si ritorna al Real Alcazar, questa volta per i suoi magnifici giardini

Sette ettari di verde tra profumati cipressi, labirinti di piante e enormi vivai con le varietà di fiori più disparate. Si tratta ovviamente dei giardini che fanno parte del già nominato Real Alcazar. Se visitate il palazzo, non potete perdervi un momento di ristoro in mezzo a questa splendida oasi naturale dove assaporerete anche la bellezza dell’arte mozarabica.

Parque de Maria Luisa

Av. de María Luisa

Parque de Maria Luisa

Venne donato alla città dalla regina Maria Luisa Fernanda D’Orleans nel 1893. Al suo interno si trova Plaza de España e questo ne spiega la grandezza. Notevole la vegetazione che cresce in questo parco. Curatissime aiuole, suggestivi laghetti e decorazioni artistiche, lo rendono il posto adatto dove passeggiare o fare sport godendosi la tranquillità della natura.

Parque del Alamillo

Cortijo del Alamillo

Installazione fotovoltaica nel Parque del Alamillo

Un’oasi naturale per fare sport, rilassarsi o fare quattro chiacchiere in compagnia. Molto amato dai sivigliani proprio perché rappresenta un luogo di ristoro ideale per allontanarsi un po’ dalla vita cittadina. Dopo l’Esposizione Universale del 1992 al suo interno venne allestita una vera e propria riserva naturale.

I musei

Museo de Bellas Artes

Pl. del Museo 9

Uno dei padiglioni del Museo de Bellas Artes, il più importante dell'Andalucia

Si trova all’interno di un convento risalente al XVII secolo e racchiude tutte le opere raccolte negli anni tra beni confiscati e donazioni. Qui troviamo una vasta pinacoteca firmata da grandi nomi di tutte le epoche: da El Greco a Velázquez, dal medioevo al XX secolo. È il secondo museo più importante dopo El Prado di Madrid.

Museo delle Arti e dei Costumi Popolari

Plaza América 3

Museo delle Arti e dei Costumi Popolari

Un’esposizione di abiti, strumenti e oggetti legati alla storia andalusa. Un vero e proprio viaggio nei costumi e nelle tradizioni di questa regione. Il museo venne allestito all’interno del Padiglione Mudejar in seguito all’esposizione ispanoamericana (1929-1930).

Museo Archeologico

Plaza de América

Ingresso del Museo Archeologico della città

Situato all’interno del Parque de Maria Luisa, contiene circa 60.000 pezzi di origine antichissima. Dalla collezione primitiva a quella Italica, con statue di Traiano e Adriano. Interessanti anche i mosaici policromi: il Trionfo di Bacco, il Giudizio di Paride e quello di Antonia Vettia.

 

Ma non conta solo cosa vedere a Siviglia. Tante sono anche le cose da fare. In particolare la città si anima in due periodi dell’anno per altrettanti grandi eventi. Primo fra tutti, la famosa Feria de Abril, la festa cittadina che si tiene ogni anno ad aprile. In questo periodo le luci illuminano le strade ravvivate da numerose manifestazioni (spettacoli di flamenco, corride e sagre). Anche la Semana Santaè un momento da vivere. Memorabili sono infatti le processioni che si tengono in occasione della settimana che precede Pasqua.

Quella che vi abbiamo mostrato è solo una parte della lunga lista delle attrazioni di Siviglia. Cosa vedere ora dovete solo deciderlo voi!

Photo credit:

Foto 3: Galván – http://wikanda.sevillapedia.es/wiki/Imagen:Triunfo_en_la_Plaza_del_idem.jpgCC BY-SA 3.0

Foto 4: Jess R. licensed CC BY-ND 2.0

Foto 5: “Iglesia de El Divino Salvador (Sevilla). Nave central” by José Luis Filpo Cabana – Own work. Licensed under CC BY 3.0 via Wikimedia Commons.

Foto 6: leyendasdesevilla.blogspot.it/

Foto 7: Cat licensed CC BY 2.0

Foto 8: “Universidad de Sevilla (rectorado) 001” by AnualOwn work. Licensed under CC BY 3.0 via Commons.

Foto 9: Emilio J. Rodríguez-Posada licensed CC BY-SA 2.0

Foto 10: “Jardines de los Reales Alcázares” by PaelbOwn work. Licensed under CC BY-SA 3.0 es via Wikimedia Commons.

Foto 11: Roberta Morea licensed CC BY-SA 2.0

Foto 12: sevillaciudad.sevilla.abc.es

Foto 13: Olivier Bruchez licensed CC BY-SA 2.0