Perla del Mar Egeo, l’isola è una delle più affascinanti delle Cicladi. Parliamo di Santorini, cosa vedere nel luogo che per la storia sembra essere associata ad Atlantide? C’è solo l’imbarazzo della scelta. Definita la “ribelle “ dell’arcipelago, deve questo suo nome alla conformazione dovuta alle varie eruzioni del proprio vulcano che hanno trasformato la morfologia del territorio in qualcosa di unico. Tra mari cristallini, spiagge dalla sabbia dai più svariati colori, maestose scogliere, caratteristiche costruzioni dai colori azzurro e bianco e siti archeologici millenari, Santorini risulta una continua scoperta. Un posto unico dove trascorrere una vacanza con amici o famiglia.
Andiamo a scoprire insieme cosa vedere a Santorini dividendo le sue attrattive tra i villaggi, le spiagge e la cultura.

Santorini cosa vedere: I villaggi

1. Fira. Santorini, Grecia

Chiamata anche Thira, è la capitale dell’isola greca. Situata nella parte occidentale, è un caratteristico insieme di case e piccole stradine accumulate dai tradizionali colori bianco e blu. Arroccato su di una montagna a picco sul mare, questo villaggio si trova a 10 km dal porto principale di Santorini. Fira è famosa per le sue vedute mozzafiato tra cui quella sulle isole vulcaniche di Palea Kameni e Nea Kameni. Situata a 260 metri sul livello del mare è il cuore pulsante della vita e del commercio dell’isola grazie alle sue boutique, bar, locali notturni e ristorantini tipici. Tra le bellezze della cittadina spicca la cattedrale ortodossa di Agios Minas.

Santorini, cosa vedere (4)
Pittoresco, romantico e tranquillo villaggio di Firostefani.

2. Firostefani. Santorini, Grecia

Partendo da Fira e dirigendosi verso nord si arriva ad un villaggio molto particolare, una volta indipendente, ora quartiere della capitale. Firostefani è il tetto di Santorini. Luogo sognante adatto ai soggiorni romantici, è il punto migliore dell’isola dove poter ammirare la Caldera ovvero la grande laguna sorta da un’esplosione vulcanica. Un panorama unico.

3. Oia. Santorini, Grecia

Situato sulla punta nord, è un villaggio molto caratteristico e pittoresco. Meno “commerciale” della capitale Fira, la cittadina di Oia è riuscita a conservare il suo antico fascino. Chiamato anche Là, il luogo è famoso per il suo tramonto, considerato uno dei più suggestivi delle Cicladi e della Grecia tutta. Tra le cupole blu delle sue chiese, le case arroccate e i vicoli stretti, qui si viene inebriati dai profumi tipici di un luogo che è riuscito a mantenere la sua anima antica senza rinunciare alla modernità. Molto caratteristici, infine, i mulini a vento, la Chiesa Panagia di Platsani e le due spiagge di Ammoudi e Armeni.

Santorini, cosa vedere (3)
Il magnifico tramonto di Oia.

Santorini cosa vedere: Le spiagge

4. Red beach. Arkotiri, Santorini, Grecia

Tra le cose da vedere a Santorini una voce a parte meritano le spiagge e su tutte la Red Beach. Il nome di questo luogo (il cui vero nome è Kokkini Paralia) è dovuto al colore della sabbia generato dal contrasto tra il limpido azzurro del mare ed il rosso delle rocce alle sue spalle. Situata nella parte sudoccidentale dell’isola, accanto al villaggio di Akrotiri e racchiuso tra le scogliere, è il luogo ideale per gli amanti dello snorkeling.

La bellezza del sito è aumentata dalla difficoltà nel raggiungerlo. Per arrivarci, infatti, bisogna scalare una piccola collina e percorrere a piedi, per un sentiero impervio, la montagna che affianca la spiaggia. Quello che si presenterà ai nostri occhi, però, varrà il prezzo del biglietto.

5. White beach. Arkotiri, Santorini, Grecia

Appena dopo la sopracitata Red beach troviamo un’altra magnifica spiaggia che prende il nome dal colore della sua sabbia. La Lefki Paralia, vero nome del luogo, è l’unica dell’isola che abbia la sabbia bianca la quale è dovuta al riflesso delle scogliere che sovrastano il litorale. È possibile raggiungere il posto solo attraverso un piccolo viaggio in barca dalla Red beach o attraverso un impervio sentiero di montagna. È un luogo tranquillo, non estremamente visitato per via della difficoltà nell’arrivarci e quindi perfetto per un momento di totale relax. Mozzafiato inoltre sono le varie grotte che si trovano nei pressi del litorale.

6. Kamari beach. Kamari, Santorini, Grecia

Santorini, cosa vedere (1)
La lunga spiaggia nera di Kamari beach, con la maestosa formazione rocciosa chiamata Mesa Vouno.

Situata sulla costa sudorientale dell’isola, è famosa per la sua sabbia scura. Con i suoi quasi 5 km è la spiaggia più grande di Santorini e di certo tra le più frequentate grazie alle attrezzature in loco ed agli alberghi, ristoranti e negozi siti nelle sue vicinanze. Il mare cristallino ed basso fondale la rende perfetta per i bambini e quindi per le famiglie. Molti turisti, infatti, decidono di alloggiare a Kamari sia per la vicinanza alla spiaggia che ai prezzi più contenuti rispetto ai villaggi di Fira ed Oia.

Santorini cosa vedere: La cultura

7. La Caldara, Santorini, Grecia

Nel 1450 l’intera Santorini fu seppellita dall’eruzione del proprio vulcano. La parte centrale dell’isola fu ricoperta dalle onde creando così la Caldara. Quest’ultima è la depressione che rimase a seguito del crollo della volta della camera magmatica del vulcano. Al centro della Caldera attualmente vi sono due isolotti, Palea Kameni e Nea Kameni (dove si trova il nuovo vulcano), che si sono formati da successive e ripetute eruzioni di magma. A 400 m di profondità ha luogo un cratere vasto circa 10 km. Inoltre nel suo centro vi sono numerose sorgenti termali.

Santorini, cosa vedere (5)
Kamari beach, la piccola isola greca, disabitata.

Il luogo è meta di escursioni: chi decide di compiere una vacanza a Santorini non può prescindere da un tour alla scoperta di questo magico spettacolo naturale. Dato che l’escursione comprende una passeggiata sul vulcano, è importante equipaggiarsi nella giusta maniera, ovvero indossare scarpe chiuse e portare dell’acqua per dissetarsi.

8. Antica Thira. Santorini, Grecia

Tra le spiagge di Kamari e Perissa, sulla cima del monte Mesa Vouno sorge l’antica Fira o Thira. Lunga circa 800 m e larga 150 ospita le rovine di questa città. Fondata dai Dori, i reperti del luogo risalgono alla civiltà ellenistica del IV a.C. ma vi sono tracce anche delle dominazioni successive tra cui romani e bizantini. Tra le principali attrazioni culturali vi sono il Santuario della Artemidoros, l’agorà, il Tempio di Dionisio, il Santuario di Apollo Karneios ed i resti delle terme romane.
Il luogo è visitabile gratuitamente dal martedì alla domenica dalle 8.30 alle 14.30.

9. Sito archeologico di Akrotiri. Santorini, Grecia

Cosa vedere a Santorini se non quella che è sta denominata la Pompei minoica? Stiamo parlando di uno dei siti archeologici più importanti ed antichi dell’intero Mar Egeo. Il luogo, rinvenuto grazi agli sforzi del professor Spiridion Marinatos nel 1962, è il risultato dell’imponente eruzione vulcanica del 1627 a.C. Il sito ospita circa 40 edifici riportati alla luce e che rappresentano un trentesimo della città antica. Ciò che resta ai nostri occhi sono gli edifici a tre piani di cui il più grande ha nome di Xeste 4, il sistema fognario, gli utensili della vita comune ed i magnifici dipinti murati.
Il luogo è visitabile al costo di 5€ dal martedì alla domenica dalle ore 8.30 alle ore 15.00.

10. Museo archeologico di Santorini. Fira, Santorini, Grecia

Ricostruito nel 1960 dopo che un terremoto qualche anno prima aveva distrutto l’edificio per la sua quasi totalità, il museo risulta il più importante dell’isola. Al suo interno sono ospitate collezioni di sculture ed iscrizioni che vanno dal periodo Arcaico a quello Romano passando per quello ellenistico. Tra i reperti più importanti vi sono l’anfora di Thira rinvenuta nella necropoli della città, e la grande roccia vulcanica dal peso di circa 480 chili.

Il Museo Archeologico di Santorini è aperto al pubblico dal martedì alla domenica dalle 8.30 alle 15.00 al costo di 3€.

L’isola è senza dubbio una delle più suggestive di tutto il Mediterraneo. I paesaggi mozzafiato, la storia millenaria, i tramonti indimenticabili: tutto questo è Santorini, cosa vedere nella perla delle Cicladi? C’è davvero bisogno di porsi questa domanda?

Photo credit:

Foto copertina: by Guillén PérezPalea y Nea Kameni – CC BY-ND 2.0

Foto 1: by Attilio AgazziAbitazioni a Firostefani – CC BY 2.0

Foto 2: by Guillén PérezPuesta de sol en Oia – CC BY-ND 2.0

Foto 3: by Paul ArpsView on Kamari beach from Ancient Thera 02 (Santorini, Greece 2017) (Kopie) – CC BY 2.0

Foto 4: by BrunoPalea Kameni – CC BY-SA 2.0