Eros e Tanatos, forse solo queste grandi forze mitiche, la prima creatrice la seconda distruttrice, possono descrivere questa perla dell’Egeo. Da un lato, romantiche pennellate al tramonto a picco sul mare, dall’altro una matrice vulcanica che ancora oggi le rugge dentro. Ed è proprio così tanto fascino e mistero che hanno portato molti studiosi a ipotizzare che questa possa essere Atlantide, il regno della mitica civiltà perduta. Ed è tra bellezza e divertimento dislocati tra i suoi vicoli bianchi e blu che andiamo a scoprire Santorini: cosa fare, quali scorci non prdere e come divertirsi!

Cosa fare a Santorini: 10 idee super!

Il tramonto ad Oia

Le pennellate  dai mille colori di cui si colora il cielo all’imbrunire sono la ragione principale che porta ogni anno qui migliaia di turisti. Ovviamente, non vi è un solo luogo speciale per osservare il sole che va a nascondersi, tuttavia Oia, punta nord-occidentale dell’isola, è sicuramente il più noto. Il consiglio è quello di raggiungere il piccolo castello veneziano di Londsa, che offre una visuale perfetta. Arrivateci almeno un ora e mezza prima del calar del sole in modo di non finire schiacciati dalla folla. Il momento più bello è senza dubbio quello in cui, andato a nanna l’ultimo raggio di sole, il pubblico scoppia in un fragoroso applauso, quasi a completare questa sinfonia della natura.

Escursioni al vulcano

Trattandosi di un’isola vulcanica, non potete perdervi la visita alla caldera camminando tra i crateri attivi. Solitamente i tour per questa area partono in tarda mattinata dal porto di Fira per raggiungere Nea Kameni. In pochi minuti si può raggiungere il vulcano  e percorrendo un piccolo sentiero vi si può arrivare in cima per visitare i crateri attivi tra effluvi di zolfo e fumo: un piccolo girone dantesco! Sicuramente una chicca di Santorini: cosa fare se avete deciso di esplorare il vulcano? Rivolgetevi ai piccoli tour operator della zona, esistono mini tour per tutti i gusti e per tutte le tasche che, dopo una breve traversata, vi permetteranno di godere di questo lato ancestrale dell’isola!

Santorini11
Una delle più famose e spettacolari spiagge di Santorini.

Un Tuffo alla Red Beach

La spiaggia si trova nella zona  sud occidentale dell’isola. Si tratta di una lingua di sabbia che si colora dei toni del rosso e del nero, riecheggiando la pittura varia dell’antica Grecia: questa ampia insenatura è circondata da pareti rocciose a picco di un color rosso vivo. Vi costerà un po’ di fatica e qualche eventuale ruzzolone per arrivarci, ma un bagno ristoratore qui si ricorda per la vita!

Ascoltare il vento ad Oia

Santorini9
Mulini a vento sfiorati dalle candide luci del tramonto inoltrato.

Il vento, come il tramonto, rende Oia un angolo di mondo unico nel suo genere. Il vento soffia qui fortissimo tutto l’anno, in particolare ad agosto, quando le fortissime raffiche scombinano l’isola come la mano di un bambino dispettoso. Un’esperienza unica? Rifugiatevi in uno dei tanti coloratissimi mulini a vento dell’isola trasformati in hotel e godetevi, in tutta sicurezza le carezze del vento.

Sposatevi

Avete capito bene! Trattandosi di uno dei luoghi più romantici della Terra, Santorini è una delle location più ambite per proposte di matrimonio e per celebrare nozze, anche le vostre, cari comuni mortali! Non ci credete? In realtà è molto più semplice di quello che sembra! Vi serviranno documenti in regola e permesse rilasciati e tradotti da un consolato almeno 3 mesi prima delle nozze in caso di matrimonio con rito cattolico romano (le nozze possono essere celebrate esclusivamente nella cattedrale cattolica di Fira).

In caso di matrimonio civile, sarà invece necessaria l’autorizzazione del sindaco della città di residenza futura e la traduzione dei certificati di nascita, stato civile e prima pagina del passaporto dei futuri sposi. Perciò, se la vostra dolce metà improvvisamente dovesse proporvi Santorini avete due possibilità: darvi alla macchia o preparare i confetti!

Santorini8
Chiesa ortodossa di Santorini, al suo interno si possono ammirare collezioni di antiche foto, manoscritti e cimeli che illustrano la storia dell’isola.

Parasailing

Come direbbe qualcuno, only the brave! Mettiamo il caso che abbiate perlustrato in lungo e in largo Santorini: cosa fare per avere una prospettiva “diversa”? Che ne dite di volare a 80 m di altezza (da soli o in coppia) con un enorme e colorato paracadute, trainati da un motoscafo che viaggia a gran velocità? Una prospettiva diversa per sorvolare questa bomboniera del mare come solo i gabbiani saprebbero fare. E in tutta sicurezza!

Le Vinerie

Santorini è famosa per i suoi vitigni ed i suoi nettari pregiati. Il più famoso è l’Assyrtiko, vino da dessert secco assieme al Vinsanto, specialità locale al vago sapore di creme brûlé. Il vino bianco di Santorini è un secco agrumato dai toni frizzanti che potrete gustare nelle decine e decine di vinerie sparse sull’isola. Più sono economiche e senza pretesa più avrete la possibilità di gustare qualcosa di autentico.

Su tutto il percorso dell’isola si snoda un unico file rouge, la Strada del Vino, ma attenzione  a non finire nella bolgia del turismo di massa. Deviando dai percorsi più battuti, c’è un posto che non dovreste perdere: la Cantina Gavalas a Megalochori. La cantina è a conduzione familiare: i Gavalas producono vino dagli anni Venti e la loro produzione è destinata esclusivamente all’isola e ad Alessandria d’Egitto. Tra un nettare e l’altro, deliziosi salumi e formaggi locali e olive rigorosamente greche!

Anafi

Avete battuto in lungo e in largo l’isola e non avete più di idea di cosa fare a Santorini? Perché non utilizzare l’isola come base d’appoggio per visitare anche le isole vicine? Santorini infatti è un ottimo avamposto per scoprire una chicca come Anafi, a soli 90 minuti di navigazione ma meno battuta dal turismo di massa. Niente villaggi, niente hotel, solo mare e cielo!

Si conclude la nostra carrellata di idee su Santorini: cosa fare, dove bere, perfino come sposarvi. Adesso tocca  voi metterci la valigia e tanto amore perché, come ha detto Lev Radhikusen: L’amore è come un viaggio a Santorini: senza meta.

Photo credit:

Foto copertina: by Navin75Oia, Santorini – CC BY-SA 2.0

Foto 1: by dronepicrRed Beach Strand Santorin – CC BY 2.0

Foto 3: by Arian ZwegersSantorini church –  CC BY 2.0