Miami è una delle mete più ambite dai turisti di tutto il mondo. Splendida città dal clima quasi tropicale, ha un mare bellissimo, le spiagge pulite e i locali notturni più movimentati, elementi che la fanno entrare di diritto nella top ten delle città più glamour di sempre. Da assaporare in un week end per poi ritornarci alla prima occasione.

Primo giorno

Mattina. La prima tappa è ovviamente Miami Beach, la spiaggia lunga circa 35 miglia simbolo della città, visitata ogni anno da milioni di turisti, sopratutto giovani, alla ricerca della tintarella perfetta e dello svago.

Pomeriggio. Dopo esserci rifocillati al Big Pink, locale ispirato agli anni ’50, o al Fishbone Grille, locale di pesce tra i più famosi, possiamo passare il pomeriggio a Downtown Miami, il quartiere residenziale più famoso della città nonché cuore economico, sede di edifici di grandi società internazionali e di negozi di lusso, dove gli amanti dello shopping non saranno scontentati. A Downtown sarà anche possibilie visitare il Miami Art Museum, museo d’arte fondato nel 1984 che possiede pregiate opere di artisti moderni e contemporanei.

Sera. La sera possiamo sbizzarirci tra i locali più famosi e alla moda del mondo come il Clubspace, locale ricavato in un magazzino di 2.800 metri quadrati, o l’Hoy Como Ayer, autentico locale di musica cubana. Se invece siamo troppo stanchi per uscire – ed è un vero peccato – possiamo pernottare in uno dei centinaia di alberghi della zona, tra cui l’Abbey Hotel e il Carlton Hotel.

Secondo giorno

Mattina. Il secondo giorno lo si può trascorrere andando in giro per la città ad ammirare i monumenti e gli edifici più rappresentativi, come la Freedom Tower o l’Ingraham Building. O se ci dirigiamo ad est della città, a Coral Gables, possiamo ammirare la City Hall, la Venetian Pool – piscina all’aperto – e il Baltimore Hotel, lussuoso e suggestivo hotel fondato nel 1926.

Pomeriggio. Il pomeriggio possiamo dirigerci verso un altro quartiere caratteristico della città, Little Havana, luogo di vita della maggior parte degli immigrati latini che nel tempo hanno trasformato la zona dandole un tocco unico.

Sera. L’ultima sera del nostro week end la passeremo al Coconut Grove, altro quartiere di Miami, costellato di caffè e locali – sopratutto all’aria aperta – dove si suona dell’ottimo jazz e punto di ritrovo degli studenti universitari.

Da segnalare è la caratteristica metropolitana su rotaie della città che aggiunge un tocco in più alll’intera città.