L’inverno si avvicina a grandi passi ma in noi alberga ancora forte la voglia di viaggiare e di scoprire luoghi nuovi? Ottimo, perché di mete europee invernali economiche ne abbiamo una folta schiera. Che siano esse capitali o piccole città, poco importa. Ciò che conta è divertirsi, conoscere usi e costumi diversi dai propri, approfondire i tratti tipici di queste caratteristiche mete invernali in Europa, teatro di sogni ad occhi aperti.

Per sciare su piste spettacolari, godersi gli ultimi scampoli di un sole ormai tiepido e camminare mano nella mano per stradine lastricate illuminate dalla tenue luce dei lampioni, non è certo necessario spendere uno sproposito. Comparando prezzi e offerte, scegliendo voli economici, il risparmio è assicurato. Ma, allora, quali sono i luoghi più cool del Vecchio Continente? Mettetevi comodi e scoprite con Travelweare le 10 più gettonate mete invernali d’Europa

Mete invernali: Europa per tutte le tasche

1. Cracovia – Polonia

Una veduta su Rynek Główny, la piazza principale di Cracovia
Una veduta su Rynek Główny, la piazza principale di Cracovia

Uno dei centri culturali più fiorenti del Paese, Cracovia è tra le mete europee invernali economiche più interessanti da visitare. Grazie ai voli venduti a prezzi stracciati, Patrimonio dell’Umanità per l’Unesco, Cracovia incanta i turisti in visita con il suo piccolo e grazioso centro storico, per l’immensa piazza di origine medievale e con l’imponente Castello. Se siete appassionati d’arte, non potete perdere il Museo Czartoryski: il posto d’onore qui è dedicato alla “Dama con Ermellino”, uno dei capolavori di Leonardo da Vinci. Di sera, tutti a far baldoria: i prezzi di ristoranti, pub e birrerie sono davvero alla portata di tutti. Un esempio? Una cena completa in un ristorante di livello medio-alto, raramente supera i 25€, mentre il costo di una birra da mezzo litro è meno caro di quello per una bottiglia d’acqua, attestandosi intorno ai 2€.

2. Belgrado – Serbia

Il sole d'inverno cala sul Kalemegdan Fortress
Il sole d’inverno cala sul Kalemegdan Fortress

Tra le città più antiche d’Europa, Belgrado è una capitale giovane e moderna, multiculturale e in continuo fermento. La “Città Bianca” è un luogo che non ti aspetti. Popolata da artisti, musicisti e teatranti di strada, soprattutto d’inverno nell’imminenza del Natale, Belgrado è una città multi sfaccettata, simboleggiata dalla Kalemegdan Fortress, l’attrazione più nota. Quest’imponente fortezza, sovrasta la confluenza del Danubio e della Sava e ospita un vero e proprio museo a cielo aperto con cannoni, carri armati, strumenti e arnesi di guerra. Per un tuffo nella rinomata gastronomia serba, non c’è niente di meglio di Skadarlija, la via principale di Belgrado, ricca di locali tipici e di ristoranti low cost. Una cena per due, a base di carne e patate, innaffiata da prelibata birra locale, non costerà più di 15€. Non male, vero?

3. Budapest – Ungheria

Il celeberrimo Ponte delle catene della capitale magiara

Tra le mete invernali d’Europa più gettonate, quando il turismo di massa ha virato verso altri lidi, non può certo mancare Budapest, la capitale ungherese è annoverata tra i luoghi low cost preferiti dai turisti. Con un volume di circa 20 milioni di visitatori annui, Budapest vanta alloggi di qualità eccellente, ma dai costi contenuti. Hotel, guesthouse e bed&breakfast affollano la capitale ungherese, offrendo sistemazioni decisamente convenienti, per una cifra pari a 30€ per una camera doppia. Nella città del Castello di Buda e delle rigeneranti Terme, sorseggiare un caffè al banco costerà circa 1€, una cena tipica per due in un ristorante di lusso non supererà i 40€ e il biglietto dell’autobus per spostarsi da un luogo all’altro della città, circa 1,20€.

4. Bucarest – Romania (foto copertina)

Quando si parla di Romania, si pensa subito alla Transilvania e alle leggende metropolitane con protagonista il conte Dracula. Eppure, Bucarest val bene una visita. Città interessante per scoprire la vita economica, politica e culturale della Romania, Bucarest offre interessanti spunti di visita, rigorosamente a basso costo. Tra le attrazioni più importanti spicca il Palazzo del Parlamento, l’Ateneul Roman e Soseaua Kiseleff, la via più caotica e vivace di Bucarest. Ma perché annoverarla tra le mete europee invernali economiche? Semplice! Oltre ai voli piuttosto economici, la qualità della vita è più che accessibile. Basti pensare che un pranzo per due, dalle tre alle quattro portate, si aggiri sui 19€ e un biglietto per il trasporto pubblico non supera i 50 centesimi di euro.

5. Lisbona – Portogallo

I tipici tram tra le strette vie di Lisbona
I tipici tram tra le strette vie di Lisbona

Nonostante le temperature più rigide e i cieli più nuvolosi, l’inverno è una delle stagioni migliori per visitare Lisbona. La calura estiva se n’è ormai andata, i turisti non affollano più le vie graziose del centro e i prezzi si abbassano notevolmente. Inserita tra le mete invernali in Europa più gettonate, Lisbona offre alloggi, pasti e attrazioni da visitare a prezzi vantaggiosi, anche se i voli, soprattutto se prenotati nell’imminenza della partenza, potrebbero risultare non propriamente low cost. Quindi, nel caso di Lisbona, prenotare un viaggio in anticipo, ha i suoi vantaggi. Locali notturni, bar e discoteche hanno prezzi abbordabili, per tutte le tasche.

6. Riga – Lettonia

La Lettonia d'inverno è sicuramente uno dei Paesi più suggestivi in Europa
La Lettonia d’inverno è sicuramente uno dei Paesi più suggestivi in Europa

Come tutte le città baltiche, Riga ha un fascino tutto particolare. L’inverno qui è davvero gelido, decisamente non adatto ai più freddolosi, riscaldato da cibi calorici e una vivace vita notturna.
Ma se si riesce a resistere alle temperature sotto zero, anche meno 20°C, l’esperienza sarà delle più esaltanti. Visitare i mercatini di Natale sotto una fitta nevicata ma riscaldati dal tepore di una cioccolata calda o di una tazza di vin brulé, camminare “sulle acque” del fiume Daugava e assaggiare pancake, zuppe di cavolo e prelibata carne di manzo in gelatina, renderanno meno gelido il vostro soggiorno in Lettonia. E i costi? Decisamente contenuti.  Per un pranzo completo per due, con bevande incluse, non si supereranno i 27€.

7. Sarajevo – Bosnia-Erzegovina

Splendida Sarajevo al calar del sole
Splendida Sarajevo al calar del sole

Da visitare almeno una volta nella vita, Sarajevo è una città nuova, luogo da cui promanano fascino, storia e cultura. Nota per aver ospitato le Olimpiadi invernali nel 1984, Sarajevo può essere il luogo ideale per chi voglia sciare tra foreste e boschi, circondato da panorami mozzafiato. Ma anche per chi desideri penetrare a fondo nella storia travagliata di un paese che ha saputo rialzare la testa dopo lotte sanguinose. Imperdibile un salto a Baščaršija, il quartiere turco, con negozi, bazar e vie lastricate, alla Moschea dell’Imperatore e, ovviamente, al Tunnel della Salvezza. Al modico costo di 5€, si potranno percorrere 18 metri (degli originali 800) che, durante la guerra, fungevano da unica via di comunicazione tra Sarajevo e il mondo. Perché farlo d’inverno? Ma per il Festival Internazionale di Sarajevo, con rassegne, concerti e performance live.

8. Bratislava – Slovacchia

La giovane Bratislava e il suo affascinate inverno
La giovane Bratislava e il suo affascinate inverno

Tra le mete europee invernali economiche, Bratislava è quella che resta nel cuore. Perché? Per tanti motivi, per la bellezza dei suoi scorci, per la sontuosità dei suoi palazzi e per quella contagiosa allegria che pervade la città nell’intero periodo natalizio, fino alla metà di gennaio. Luogo ideale per un viaggio low cost, Bratislava è ricca di boutique, caffè e ristoranti di lusso dai prezzi notevolmente più bassi rispetto alla vicinissima Vienna. Anche per i piatti più prelibati, una cena per due, non supera i 30€ e un biglietto per i mezzi pubblici non supera 1€. Oltre a visitare il Castello affacciato sul Danubio e la Chiesa Blu di Sant’Elisabetta, immancabile un giro a Hlavne Namestie, la piazza principale della città, in cui fare incetta di graziosi souvenir a basso costo.

9. Tallinn – Estonia

Tallinn, la capitale estone tanta amata dai giovani, anche in inverno
Tallinn, la capitale estone tanta amata dai giovani, anche in inverno

Viuzze strette e lastricate, un borgo medievale ancora perfettamente intatto e un’aria fredda e frizzante che rende ancora più piacevole una sosta in bar, ristoranti e distillerie per assaggiare il Vana Tallinn, il liquore tipico della zona. Ecco, questo è il quadro di Tallinn in inverno.
Le temperature qui sono gelide ma il bianco della neve rende tutto più romantico e ovattato. Quanto ai prezzi, nessuna paura: in città, si può contare su ostelli, alberghi e ristoranti, veramente accessibili: una camera doppia, infatti, si aggira sui 50€ con colazione inclusa. Le bancarelle artigianali in centro, i chioschetti che vendono cibo tradizionale a prezzi contenuti, i balli e le danze che animano la città, renderanno perfetto questo soggiorno low budget.

10. Sofia – Bulgaria

Ecco come appare Sofia dopo le nevicate invernali, bella no?
Ecco come appare Sofia dopo le nevicate invernali, bella no?

Chiudiamo il novero delle mete europee invernali economiche con l’incantevole Sofia. A lungo considerata la capitale più economica d’Europa, Sofia attrae i turisti provenienti da ogni angolo di mondo, proprio per la convenienza delle sue attrazioni. Gli autobus e i taxi, anche per grandi spostamenti, hanno dei costi irrisori e, non di rado, è possibile gustare un lauto pasto spendendo poco più di 10€ a testa. Ma perché visitare Sofia in inverno? Semplice, perché la neve e il ghiaccio rendono la capitale un panorama da favola. Il ghiaccio disegna ghirlande e motivi irregolari ai vetri delle finestre, l’odore della legna che arde nei camini inebria l’aria e le fontane, ricoperte da spesse lastre, cristallizzano l’atmosfera, conferendole un’aura quasi sospesa.

 

Allora, piaciute le nostre scelte per le mete invernali? Europa, il nostro, vecchio, caro e amato Continente, sa come affascinare i turisti, sorprendendoli con luoghi immortali, dal fascino senza fine. E se non riuscite a sottrarvi alla magia della luce più fioca a ogni ora e al bianco immacolato della neve, è giunto il momento di partire. Queste 10 mete europee invernali economiche aspettano solo di essere scoperte… low cost, naturalmente!

 

Photo credit:

Foto copertina: fusion-of-horizonsstavropoleos – licensed CC BY 2.0

Belgrado: Dmitriy DrakonovWinter evening on Kalemegdan – licensed CC BY-SA 2.0

Riga: Elina BaltpurviņaWinter scenes – licensed CC BY-ND 2.0 

Sarajevo: Gabriel HessSarajevo at night – licensed CC BY-SA 2.0

Bratislava: Karla Villaizanbratislava_5 – licensed CC BY-SA 2.0

Tallin: Paulius MalinovskisTallinn port – licensed CC BY 2.0