Come resistere alla moda più cool del momento: il vintage? Tutto ormai sembra riferirsi allo stile del passato, dalle fotografie (Instagram) all’abbigliamento fino al design di interni. Il vintage, che sia anni ’50, ’80 o ’90, è sulla cresta dell’onda e trovare mercatini che offrono il miglior rapporto qualità prezzo è una divertente caccia al tesoro e può trasformarsi in una scusa per piacevoli weekend.

La Campania propone bancarelle, mostre, mercati delle pulci, antichità, collezionismo e modernariato a seconda dell’interesse e della passione. Per chi proprio non può fare a meno di un vestito vintage il mercato di Resina, uno dei più famosi, è il posto ideale per comprare abiti originali, in ottimo stato e a prezzi contenuti. Il mercato si trova nella zona antica di Ercolano, in provincia di Napoli, ed è aperto tutte le mattine. 

Per chi invece ama scovare e scavare tra le pulci alla ricerca del “pezzo d’affare”, il mercato dell’usato del quartiere napoletano di Poggioreale è immancabile. Radio, telefoni, dischi, pezzi di ricambio ma anche grammofoni e mobili d’antiquariato. Se si ha un occhio attento si possono trovare anche oggetti di un certo valore. Si consiglia comunque di testare il funzionamento di apparecchi elettrici. 

Se si preferisce invece l’antiquariato, oltre alla Fiera antiquaria di Napoli (sul lungomare con date variabili), c’è un delizioso piccolo borgo antico in provincia di Benevento, San Lorenzello, che l’ultimo fine settimana di ogni mese si popola di bancarelle chic. Anche Salerno, il secondo fine settimana del mese, ha il suo mercatino dell’antiquariato, insieme a quello di Mercato San Severino, nelle stesse date. Buona caccia e buon weekend vintage!