Una Babele luccicante, una Sodoma e Gomorra al neon, sognata terra promessa, capitale del mondo: ci sarebbero mille modi per descrivere New York, la città sintesi del mondo stesso. New York è ciò che gli Americani chiamano melting pot, ovvero un crogiuolo di razze, lingue e tradizioni differenti. Un carattere variopinto e cosmopolita, testimoniato da un passato caratterizzato dalla presenza dei nativi Lenape, poi dalla colonizzazione da parte degli Olandesi (che le diedero il nome di Nuova Amsterdam), poi ancora il dominio inglese ed infine, dall’Ottocento in poi, la grande immigrazione. Ed è per raccontare questa storia secolare che vi portiamo a spasso per la Grande Mela per raccontarvi cosa vedere a New York!

New York: Luoghi di interesse

Tra le più belle città degli Stati Uniti, New York ne ha davvero per tutti i gusti: amanti dell’arte, della moda, della storia e del relax. Vediamo insieme 10 luoghi che non potete assolutamente perdere per poter dire di essere stati davvero qui!

Times Square

Immagine simbolo di New York e suo cuore pulsante. Si trova all’incrocio tra la 7th Avenue e la mitica Broadway, la Mecca del teatro americano. Tuttavia, non immaginatevi una piazza gigante sul modello europeo, perché Times Square è un’area più che una piazza, animata da insegne al neon e immagini digitali. Un angolo trafficato di giorno e di notte che vi farà sentire sempre all’ora di punta.

Liberty Island e Statua della Libertà

In cima alle cose da vedere a New York, un tempo prima immagine negli occhi di chi qui arrivava dopo giorni di navigazione. Ma poiché negli States non si arriva più in nave, voi dovrete raggiungere la foce dell’Hudson in traghetto. Il molo di partenza è a Battery Park, in quel di Lower Manhattan. I battelli vanno e vengono senza sosta dalle 9.30 del mattino sino alle 17.00: il consiglio è quello di arrivare con largo anticipo perché le file sono a dir poco chilometriche! Il biglietto costa 12$ per gli adulti e 5$ per i bambini. Una volta sbarcati sull’isolotto potrete godere di una vista magica su Manhattan, gustare un buon caffè e recarvi a visitare l’interno di Miss Liberty!

Ellis Island

Quando si lascia Liberty Island noterete che il traghetto non ritorna immediatamente a Manhattan ma vira verso quest’altro isolotto: tranquilli, non è un rapimento! Ellis Island è una visita che davvero merita perché qui, incrocerete la storia dei migranti di tutto il mondo, sino ai giorni nostri. Nel grande museo dell’immigrazione potrete ammirare fotografie, vecchie lettere, documenti di tutti coloro i quali arrivarono qui in cerca di speranza. Con molta probabilità, anche voi avrete un vostro avo passate di qui. Come scoprirlo? Basta digitare il suo nome qui!

Ponte di Brooklyn

Completato nel 1883, collega il quartiere di Brooklyn all’isola di Manhattan. Considerato a lungo il più grande ponte sospeso del mondo, è ancora uno dei simboli di New York. Potrà essere la cornice di mille scatti oppure, potrete scegliere di ammirarlo dal vivo, attraversando il suo percorso ciclopedonale. Se soffrite di vertigini, astenetevi.

5th Avenue

Arteria centrale di Manhattan, cuore dello shopping newyorkese, ma anche spartiacque della città, poiché divide l’East Side dal West Side. Sulla quinta strada potrete incontrare molti degli edifici più popolari di New York come l’Empire State Building, la New York Public Library, la Trump Tower, il celebre store di Tiffany e la Cattedrale di San Patrizio.

Central Park

Nella lista di cosa vedere a New York, ovviamente non può mancare Central Park. Cuore verde della città, si trova nell’Uptown. Set di centinaia di pellicole hollywoodiane è luogo di svago e di ritrovo. Al suo interno si trovano diversi laghetti artificali, lunghi sentieridue piste di pattinaggio ed un teatro all’aperto. Rappresenta un paradiso per i birdwatcher (ebbene si, gli stormi sono affezionati alla città di New York), gli sportivi e tutti i comuni cittadini che qui trovano refrigerio dall’atmosfera asfittica dei grattacieli.

Rockfeller Center

Costruito dalla famiglia Rockefeller negli anni Trenta, è un complesso privato che raggruppa circa 19 edifici in quel di Manhattan. Oggi è identificato con la celebre pista di pattinaggio, che anima le giornate che precedono il Natale, e con il Radio City Musical Hall, il grande teatro icona della città. Perdetevi a testa in su fra gli imponenti edifici, ma soprattutto concedetevi una visita al GE Building che, con i suoi 70 piani, è il cuore della zona. Qui hanno sede gli uffici del gruppo Rockefeller e il quartier generale della NBC: acquistate un tour notturno sul Top of the Rock, la cima del grattacielo! Da qui, di notte, potrete godere delle luci della città (Empire State Building compreso) in un silenzio quasi irreale. Resta nel cuore.

High Line

Un tempo questa era la linea ferroviaria sopraelevata nota come West Side Line: la linea era stata abbandonata nel 1980 dopo circa 50 anni di funzionamento. Nel 2006, grazie all’interessamento di un gruppo di cittadini, si è trasformata in un parco verde lineare, aperto al pubblico dal 2009. Un ottimo modo per godersi  New York a mezz’aria!

Tour dei Musei

Cosa sarebbe il mondo senza i musei di New York: luoghi di interesse per appassionati, artisti e curiosi, dove nascono tendenze e si conservano pezzi “classici”. Anche qui la scelta è vastissima: potete optare per due intramontabili come il MoMA o il Metropolitan, scegliere una delle gallerie di artisti emergenti o, ancora, appassionarvi alla Street Art che prolifera grazie ad artisti come Keith Haring o Banksy.

9/11 Memorial

Una grande ferita al centro nel cuore dell’America. A 15 anni dal tragico attentato, l’ex sito delle Twin Towers continua ad essere meta di turisti da tutto il mondo che qui vengono a riflettere, lasciare un ricordo o un fiore. Ricordate che la visita va prenotata sul web e i ticket di ingresso vanno ritirati in loco. Pazientate per via dei numerosi controlli di sicurezza: sono più che giustificati.

 

Termina qui il nostro tour su cosa vedere a New York: luoghi di interesse, scorci, arte, oasi di pace,colori e lustrini che animano da sempre la Grande Mela. A proposito: ma voi lo sapete perché New York viene chiamata Big Apple?

Photo credit:

Foto 1, 2 e 5: Francesca Salvatore

Foto 4: Gildardo SánchezSt. Patrick’s Cathedral – licensed CC BY 2.0

Foto 6: La Citta VitaHighline, Chelsea grassland – licensed CC BY-SA 2.0

Foto 7: photo credit: Brandon BaunachNYC High Line 2009 – licensed CC BY 2.0

Foto 8: Davis StaedtlerMoMA – licensed  CC BY 2.0