Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Zagabria

Parte alta e parte bassa: una città su due livelli, ma dal fascino unico, tutta da scoprire

Zagabria

È da sempre considerata un punto di passaggio per chi vuole recarsi nelle vicine Slovenia e Ungheria o per coloro che decidono di dirigersi a Sud, verso le rinomate coste croate, ma nonostante ciò merita di essere esplorata e vissuta completamente. Si tratta di Zagabria (Zagreb in croato) capitale della Croazia e città da oltre 790mila abitanti.

Sede degli organi centrali dello Stato, Zagabria rappresenta oggi un importante centro culturale per via del suo variopinto passato che l’ha vista baluardo cristiano ai tempi del Medioevo e importante centro commerciale.

Essa è divisa in parte alta (Gornji Grad) e parte bassa (Donji Grad) raggiungibili entrambe grazie ad un’apposita funivia.

La upper town, la più antica, è famosa per la sua cattedrale, Zagrebacka katedrala, dedicata all’Assunzione della Vergine Maria e ai Re Stefano I e Ladislao I. Si tratta dell’edificio di culto più alto di tutto il Paese (105 metri) ed è in stile neogotico. Più volte è stata danneggiata in seguito ad attacchi di invasori e al terremoto del 1880. Al suo interno sono custodite le spoglie del Beato Alojzije Viktor Stepinac, cardinale e arcivescovo cattolico croato, oltre ad affreschi del 1200.

Riveste pari importanza la Chiesa di San Marco, emblema della città stessa, edificata nel XIII secolo. Molto caratteristico il tetto dalle tegole bianche, rosse e blu che richiamano i colori della bandiera nazionale e che formano gli stemmi del Regno Asburgico di Croazia e di Zagabria. Anch’essa è in stile gotico e sorge al centro di Piazza Markov, circondata dai palazzi delle varie istituzioni politiche.

Un must salire sulla famosa Lotrscak Tower. Da questa torre, che originariamente serviva per sorvegliare la città e scongiurare attacchi da parte dei nemici, si gode di un fantastico panorama. Da qui, ogni dì a mezzogiorno viene esploso un colpo di cannone a rievocare il tentato assalto degli ottomani.

Altra tappa obbligatoria è il Dolac, mercato pullulante di vita a pochi passi dalla Ban Jelacic Square, ovvero la piazza principale costruita in onore di Josip Jelacic, militare ed eroe nazionale. Il market è pieno zeppo di bancarelle che vendono prodotti tipici freschi, soprattutto frutta a e verdura, mentre i suoi chioschi offrono ottime idee per uno spuntino economico e appetitoso.

Gli amanti della movida notturna, poi, non potranno rinunciare alla celebre Tkalciceva Street, anch’essa nelle vicinanze della piazza centrale. Decine di localini, pub e bar uno accanto all’altro si accendono di sera in questa lunga via. Location prediletta dai giovani, che possono ascoltare musica, bere buona birra e cenare. D’estate è davvero il top, quando le temperature più miti permettono di divertirsi direttamente in strada.

Archeologico, Croato di Storia Naturale, della Tecnologia, dell'Arte e dell'Artigianato e molti altri: la parte bassa della città è l’ideale per gli amanti dei musei. Da sottolineare la Galleria Strossmayer di Antichi Maestri, che ospita nelle sue dieci sale una significativa collezione di artisti europei dal XIV al XIX secolo, comprese le opere del Rinascimento italiano, il giardino botanico, punto di maggiore interesse del cosiddetto ferro di cavallo verde (area contraddistinta da parchi a forma di U) in cui osservare più di 10mila specie di piante e rilassarsi, e il Museo Mimara, che vanta la miglior collezione privata di Zagabria con opere d’arte di maestri del calibro di Raffaello, Caravaggio, Manet e Degas.

Zagabria Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 5 voti.
Articolo pubblicato il
Zagabria
apri
Offerte di viaggio