Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Yucatan: sui passi dei Maya

Sui passi dei Maya alla scoperta dello Yucatan: tra le rovine e i siti archelogici, troverete isole di relax e notti indimenticabili...

Yucatan: sui passi dei Maya

Foto: "Imagebysafa2" by Safa in la but uploaded by Mardetanha - http://www.safainla.us/. Licensed under CC BY-SA 3.0 via Commons.

Scoprire il Messico partendo dallo Yucatan, penisola ricca di archeologia, acque cristalline, ma soprattutto di tante città da visitare. Perdersi tra questa terra, scoprire ad ogni angolo le bellezze che offre sarebbe l’ideale. Purtroppo bisogna far conti spesso con tempo e budget ed ecco un mini itinerario per i viaggiatori che vogliono, anche in una settimana, riempirsi gli occhi con le meraviglie dello Yucatan.

1a tappa. 
Il viaggio inizia a Cancun, dove si trova l’aeroporto. È una località turistica molto rinomata dove poter godere del fantastico Mar dei Caraibi e cominciare a scoprire le testimonianze del passato Maya tra le rovine di El Rey e di El Meco. Un paio di giorni pieni a Cancun prima di incamminarsi verso la prossima meta, direzione Merida.

Le rovine di El Rey nei pressi di Cancun rendono il paesaggio unicoFoto: "CancunRuins2002". Licensed under CC BY-SA 3.0 via Commons.

2a tappa. 
Il sito archeologico di Chichen Itza sarà la vostra tappa nel percorso per Merida: rimarrete a bocca aperta di fronte alla Piramide di Kukulcán, al Tempio delle mille colonne, al Tempio dei Giaguari, all’Osservatorio astronomicoE’ una delle sette meraviglie del mondo ed è una tappa imperdibile del vostro viaggio nello Yucatan.

3a tappa.
Merida
è la capitale dello Yucatan, costruita sulle rovine di una città Maya, ma che risente molto anche dell’influenza francese e italiana. La “città bianca” merita una passeggiata per le sue strade per visitare la Cattedrale, la Casa di Montejo e gli altri suoi monumenti, ma soprattutto una notte all’insegna della movida messicana: ogni sera i locali organizzano nella piazze principali spettacoli per intrattenere i turisti ed ogni sabato si dà vita alla Noche Mexicana, rassegna di musica tradizionale yucatana con balli dal vivo. Poco distante da Merida, l’oasi naturalistica della Laguna di Celestun: potrete osservare la bellezza della natura nelle sue varie forme, ma soprattutto i particolarissimi fenicotteri rosa.

A merida la Casa di Montejo è uno dei luoghi da non perdereFoto: Charles Pence

5a tappa.
A circa 200 km dai siti archeologici, si estende la riviera Maya dove troviamo Playa del Carmen, cittadina sulla costa che sorge nella parte nord-orientale dello stato messicano di Quintana Roo. Il suo antico nome è Xaman-Ha (Luogo dove sorgono le acque del Nord). È il momento di rilassarsi e di godersi gli ultimi due giorni nello Yucatan godendo di quella parte della vacanza fatta di bagni, spiaggia, sole, snorkeling, shopping e tutto quello che renderà ancor più indimenticabile questo intenso soggiorno.

Una delle spettacolari spiagge di Playa del Carmen, MessicoFoto: www.14poerio.com

E quando riusciranno a trascinarvi via da tutto ciò… si ritorna all’aeroporto di Cancun. Ma il Messico è tutto bello, tutto da scoprire, per cui appuntamento al prossimo fantastico viaggio!

Yucatan: sui passi dei Maya Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 2 voti.
Articolo pubblicato il
Yucatan: sui passi dei Maya
apri
Offerte di viaggio