Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Volontariato all'estero: l'esperienza di Fabio a Panama

Fabio ci racconta come la sua esperienza di volontariato a Panama con AIESEC ha cambiato le sue prospettive di vita

Volontariato all'estero: l'esperienza di Fabio a Panama

Fabio Merenda è uno studente napoletano che ha preso parte al programma di scambi internazionali sostenuto da AIESEC, un’associazione internazionale di studenti che promuove lo scambio interculturale soprattutto grazie ad attività di internship all'estero. Fabio, associato del comitato locale AIESEC Napoli Parthenope, che risiede presso l'omonima Università, oggi ci racconta la sua esperienza di volontariato presso una ONG (Organizazione Non Governativa) a Panama City.


- Ciao Fabio allora ci dici dove hai vissuto la tua esperienza di internship all'estero e quanto è durata?

Buongiorno, sono stato Panama City. Ho raggiunto la città verso fine Luglio e sono ritornato in Italia più o meno a metà Settembre. Per quanto riguarda più strettament il progetto per cui ero lì, il mio coinvolgimento attivo è durato un mese, dal 28 Luglio al 28 Agosto.
 

- Ci racconti un po' cosa hai fatto durante la tua permanenza a Panama City?

Ho partecipato al programma di scambi internazionali per progetti di volontariato GCDP (Global Community Develompment Program) promosso dall’associazione non governativa AIESEC.

Ho lavorato presso una ONG a Panama City ( la capitale di Panama ) chiamata “Centro de la Mujerpanameña” situata nel quartiere di “San Miguelito”, un quartiere povero. Questa ONG dà supporto a bambini o ragazzi del quartiere sia con attività didattiche che ricreative al fine di toglierli dalla strada. Purtroppo alcuni bambini non frequentavano la scuola poiché non venivamo seguiti dalle famiglie. Quindi si ricavano in questo centro e si cercava di fare qualcosa per loro pur di non lasciarli vagare  per strada.

Nel mio Team di lavoro eravamo in 9, due ragazze austriache, due ragazze tedesche, una brasiliana, una della Repubblica Ceca, un ragazzo cileno e una ragazza dalla Polonia andata via in anticipo poiché aveva iniziato il progetto qualche settimana prima di noi altri.

Fabio Merenda inc ompagnia del suo team internazionale 

- Quali erano gli obiettivi da raggiungere?

In realtà non avevo un ruolo ben definito; davo supporto a 360° alle varie arie: insegnamento dell’inglese, compiti per la scuola, Marketing e Finance. Questo anche perché le ragazze non parlavano per nulla spagnolo, a parte chi proveniva dal Brasile.

Gli obiettivi più importanti dal mio punto di vista raggiunti sono i 300$ raccolti grazie a una campagna di fund raising  e la realizzazione di un video promozionale del centro, in collaborazione con l’Università di Panama. Infine l’ultimo giorno del progetto abbiamo organizzato una giornata con tutti i ragazzi del centro al parco ricreativo “Parque Omar”.


- Come ti sei trovato? Sei stato accolto bene dalle persone del luogo?

I panamensi sono davvero brave persone, disponibili, amichevoli e calorosi, come noi Napoletani alla fine.

A primo impatto sono rimasto subito sorpreso dalla città, l’urbanizzazione è davvero molto simile a quella di una città negli Stati Uniti. La prima settimana è stata un po’ “sul chi va la” avevo paura di uscire da solo di casa, prendere il bus e camminare a piedi fino al luogo di lavoro. Questo perché mi è stato detto di fare attenzione per strada, che la zona è pericolosa e così via. Dopo la prima settimana, prendendo confidenza della città, ho superato questa paura, e andavo in giro senza problemi anche con il cellulare in mano. Certo bisogna stare attenti ma la situazione non è così grave e pericolosa come si dice.


- Invece sul costo della vita rispetto all’Italia, cosa puoi dirci?

Panama ha una doppia valuta, Balboa (solo monete) e Dollaro americano (monete e banconote) che per legge hanno lo stesso tasso di cambio 1:1.

Se analizziamo i costi di una cena al ristorante o al fast food, della spesa al supermercato o per l’abbigliamento, su per giù i prezzi sono gli stessi, rapportati in Dollari ovviamente.

Se invece, guardiamo l’aspetto imprenditoriale e fiscale, non c’è paragone con l’Italia; d’altronde Panama è un Paradiso Fiscale in pieno sviluppo. Camminando per la città possiamo vedere grattacieli, centri commerciali ( chiamati Mall) e zone residenziali in corso di costruzione. La Rete metropolitana è in piena espansione, inoltre c’è in progetto anche la costruzione di una linea Maglev, ovvero magnetica così come quella che si trova in Giappone.


- Curiosità sul luogo?

Coloratissimo bus panamenseLa cosa che salta subito all’occhio girovagando per Panama è vedere questi scuola bus americani che tutti conosciamo grazie ai film e ai cartoni animati, modificati e preparati con luci, scritte, neon, televisori e tantissime altre cose, davvero sfiziosi. Questo tipo di bus è chiamato “Diablo Rojo” ( diavolo rosso ).


- Qualche consiglio per chi volesse andare per un viaggio o per un’esperienza più lunga?

Panama è bella da vedere, non bisogna limitarsi al solo famoso canale di Panama, ma c’è tutta una nazione da esplorare. Purtroppo, causa tempo,  non ho potuto visitare tanti posti ma ritornerò appena possibile.

Se qualcuno è alla ricerca di un’esperienza più lunga, come accennato prima, Panama è in pieno sviluppo e per coloro che sono alla ricerca di un lavoro vi dico un solo dato: ci sono quartier generali di ben 160 multinazionali.

Per il visto non ci sono problemi, in quanto Panama con alcuni paesi dell’UE, tra cui l’Italia, ha stipulato un trattato che consente di prendere la cittadinanza in meno di 3 mesi e vivere definitivamente lì.


- Ci hai detto che non hai avuto molto tempo per visitare il Paese, ma siamo comunque curiosi di sapere, in base alla tua esperienza, quali sono le cose o i luoghi da non perdere in città e nei dintorni?

Fabio in giro per Panama

Come già detto, Panama non è solo il Paese del canale; ci sono centinaia di isole bagnate da due oceani il Pacifico e l’Atlantico, c’è il centro storico situato nella capitale chiamato Casco Viejo con molti locali, ristoranti, musei e discoteche. C’è il lungomare, la “cinta costera” con palestre all’aperto, pista ciclabile, campo da tennis, basket e calcio e tantissimo verde. Proprio sul lungomare poco prima di arrivare a “Casco Viejo” c’è il mercato marittimo dove è possibile mangiare pesce fresco con 7$ accompagnato da insalata e “patacones” che non sono altro che banane verdi ( platano ) tagliate a pezzi grossolani, schiacciate e poi fritte:  sono davvero ottimi sembrano quasi patatine fritte!o

Per le isole è possibile visitare San Blas. Situata sui Caraibi presenta un’acqua cristallina da cui è possibile prendere con mano le stelle marine. Altra zona interessate sui Caraibi è Boca del Toro e Isla grande. Mentre per i più avventurieri e amanti del pericolo c’è la provincia di Darien, dove praticamente c’è  solo la foresta e la natura. Ci sarebbe tanto di cui parlare ma non vorrei annoiarvi troppo. Spero di avervi dato un buon incipit.
 

Fabio in compagnia di uno stagista proveniente da un altro Paese- Quanto e come ti ha cambiato questa esperienza da un punto di vista personale e professionale?

L’opportunità di lavorare in un team internazionale è una cosa che consiglio a tutti, il rapportarsi con persone con culture differenti ti permette di allargare i tuoi orizzonti visivi, aprire la mente. Lo stare a contatto con bambini e ragazzi disagiati, aiutandoli e rendendoli felici ti fa sentire davvero meglio come persona. Ti lascia una sensazione davvero bella dentro e una volta conclusa l’esperienza, pensi tra te e te: davvero sono riuscito a fare ciò?


- Ovviamente non possiamo che concludere con qualche tua considerazione personale

Confrontandomi con varie persone, ho visto che molti hanno un certo pregiudizio verso i Paesi dell’America Latina in generale. Io vi dico lasciate perdere questi pregiudizi, venite a Panama che sotto tantissimi aspetti è molto più avanti del Bel Paese.


- Grazie mille Fabio per la tua esperienza ed in bocca al lupo per tutto! 

Volontariato all'estero: l'esperienza di Fabio a Panama Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 1 voti.
Articolo pubblicato il
Volontariato all'estero: l'esperienza di Fabio a Panama
apri
Offerte di viaggio