Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Vita da clown

In Liguria, ha aperto da poco il primo museo italiano dedicato ai clown che offre una divertente e interessante full immersion nel mondo di questi simpatici intrattenitori

Vita da clown

Chi, da piccolo, non è rimasto ammaliato dall'arte circense? Chi non ha mai fatto la fila per assistere agli spettacoli dei tanto amati pagliacci? Da oggi, non bisognerà più aspettare l'arrivo dei tendoni del circo nella propria città per rivivere quel clima di arte e magia. 

Sulle colline di Oneglia, a Imperia, infatti, lo scorso 13 settembre, è stato inaugurato il Museo del Clown, una struttura composta da 14 sale, divise in tre piani separati, in cui i bambini possono intraprendere un itinerario vero e proprio, addentrandosi a tutti gli effetti nello stile di vita di un circense. Si passa da ambienti dedicati esclusivamente al cinema e alla musica a sale destinate alla magia, all'apprendimento dei metodi per far ridere il pubblico, al trucco particolare, fino ad arrivare al teatro dei simboli e delle immagini.

Le attività per intrattenere i piccoli, poi, sono tutt'altro che banali. Si tratta, infatti, di giochi interattivi che favoriscono l'apprendimento, come strumenti musicali che riproducono le più soavi composizioni di musicisti famosi, oppure spettacoli che danno spazio alle opere artistiche dei più grandi pittori. 

Neppure i genitori, quindi, avranno modo di annoiarsi nell'accompagnare i propri figli alla scoperta dell'arte clownesca, perché anche loro avranno la possibilità di rispolverare vecchie conoscenze o imparare cose assolutamente nuove e appassionanti. In alternativa, potranno sempre lasciare che i bimbi si divertano all'interno dell'area tematica e concedersi una passeggiata rilassante nel suggestivo parco in cui è immersa.

Ad ospitare questo fantastico museo, infatti, è la sontuosa Villa Grock appartenuta al pagliaccio svizzero più famoso del mondo, Charles Adrien Wettack, che andò in vacanza in Liguria negli anni '20 e se ne innamorò. All'inizio della sua carriera, si presentò al pubblico con giochi di strumenti musicali, ma affinò così tanto la propria arte da diventare il numero uno del contorsionismo, della giocoleria, dell'equilibrismo e dell'acrobazia. Un artista completo che non smise mai di perfezionarsi nel corso della propria esistenza.

Trascorrere una giornata in compagnia dei propri bambini, nell'intera struttura, è un'esperienza irripetibile, un'avventura verso la riscoperta di un passato felice e solare, un viaggio in un mondo magico e spettacolare. E sarà gradita da tutti, anche da chi ha paura dei clown!

Vita da clown Valutazione: 4.50 su 5 Basato su 6 voti.
Articolo pubblicato il
Vita da clown
apri
Offerte di viaggio