Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Vita all'ombra del Vesuvio: la mostra virtuale su Pompei e Ercolano

Dal 27 novembre a Boscoreale, in provincia di Napoli, la vita quotidiana delle antiche Pompei ed Ercolano ricostruita in 3D

Vita all'ombra del Vesuvio: la mostra virtuale su Pompei e Ercolano

Com’era la vita nelle antiche Pompei ed Ercolano, prima che il Vesuvio spazzasse via ogni forma di vita?

Dal 27 novembre 2015 al 25 gennaio 2016 è possibile visitare queste due città, ricostruite accuratamente in 3D. La mostra virtuale Vita all’ombra del Vesuvio si tiene presso il Centro Culturale Villa Regina di Boscoreale e permette a tutti di immergersi completamente nell’atmosfera straordinaria delle località alle falde del Vesuvio, ai tempi in cui erano due centri primari dell’organizzazione territoriale e commerciale imperiale.

Pompei e Ercolano vita all'ombra del Vesuvio

La mostra

Su una superficie di oltre 450 metri quadrati, la Fondazione Cives/MAV, che ha curato l’esposizione in collaborazione con i comuni di Boscoreale e di Ercolano, ha voluto ricostruire gli scenari principali di questi due siti distrutti dall’eruzione del 79 d.C.

Inserita nel progetto di valorizzazione archeologica di queste zone, la mostra virtuale permette al visitatore di capire com’era la vita nel territorio vesuviano prima che il vulcano spazzasse via tutto. Il Foro di Pompei, le grandi domus, le terme e il teatro di Ercolano sono solo alcune delle ambientazioni che possono essere ammirate nelle oltre 20 installazioni del vernissage.

La location che ospita la rassegna è a sua volta un monumento degno di nota: Villa Regina, un’antica dimora romana che è divenuta nel corso degli anni un polo turistico di grande richiamo, inserito nel Parco Nazionale del Vesuvio.

La casa del Labirinto a Pompei

Villa Regina a Boscoreale

Scoperta alla fine degli anni Settanta, Villa regina è un’importante testimonianza delle attività economiche locali prima della catastrofe del 79 d.C. Può essere considerata quasi come un’azienda vitivinicola, con la domus padronale e gli edifici di servizio. Gli archeologi hanno individuato 18 grandi vasche in cui veniva immagazzinato il mosto ma anche diversi edifici adibiti alla lavorazione dei grappoli.

Gli eventi storici del passato hanno lasciato profondi segni in questa domus, che prima dell'eruzione probabilmente veniva impiegata esclusivamente durante il periodo produttivo. Sono ancora evidenti, infatti, le cicatrici lasciate dal terremoto che nel 62 a.C. ha devastato questa zona: alcune stanze erano in attesa di un restauro che, purtroppo, non si è mai compiuto.

Proprio in occasione della mostra “Vita all’ombra del Vesuvio”, la Fondazione Cives/MAV, a cura di Raffaele Gentiluomo, ha proposto un progetto multimediale in 3D di ristrutturazione della villa, al fine di trasformarla in un simbolo di questa vasta e incredibile area archeologica unica al mondo.

Ricostruzione in 3d di Villa Regina

Informazioni utili

L’ingresso è gratuito e la kermesse è aperta al pubblico tutti i giorni dalle 10 alle 13 tranne nel weekend che posticipa la chiusura alle 15.

Un evento culturale è sempre un ottimo pretesto per approfondire la conoscenza delle proprie radici. Grazie alle associazioni che hanno lavorato duramente al progetto, oggi tutti possono ammirare gli antichi fasti di Pompei ed Ercolano. Se siete nelle vicinanze non perdete questa allettante occasione!

Vita all'ombra del Vesuvio: la mostra virtuale su Pompei e Ercolano Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 3 voti.
Articolo pubblicato il
Vita all'ombra del Vesuvio: la mostra virtuale su Pompei e Ercolano
apri
Offerte di viaggio