Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Viaggio in Oceania, tra gli animali più strani del mondo

I canguri non sono gli unici animali strani e caratteristici dell'Oceania. Vediamo le tante specie curiose che abitano questo continente

Viaggio in Oceania, tra gli animali più strani del mondo

L’Oceania è un continente misterioso e affascinante, ricco di animali autoctoni particolari: qui, infatti, c’è un’altissima concentrazione di specie che è impossibile trovare altrove. Strani, buffi e divertenti, gli animali dell’Oceania affascinano gli abitanti dell’emisfero boreale fin da quando, quasi due secoli or sono, il primo europeo sbarcò in questo Continente.

L’Australia è una meta ambita per qualsiasi viaggiatore e non si può andar via da questa terra senza aver prima visto un canguro: è una legge non scritta che tutti cercano di rispettare. Ovviamente, vedere un canguro in un parco zoologico non è lo stesso che vederlo nel suo habitat natìo. Per andare alla ricerca dei famosi marsupiali bisogna spingersi verso l’entroterra: lasciandosi alle spalle le splendide coste australiane, con le lunghe sabbie dorate e l’oceano scintillante all’orizzonte, ci si inoltra in zone per lo più aride, con rari arbusti ad alto fusto.

Un simpatico canguro col suo piccolo nel marsupio: il simbolo dell'Australia

È soprattutto in queste terre che vive il canguro, anche se, col passare del tempo, si è adattato sia alle steppe sia alle montagne di questo Paese. Le specie di canguro più diffuse sono quella rossa e quella grigia, ma in realtà sono più di sessanta gli animali che vengono comunemente chiamati in questo modo. Questi mammiferi hanno sviluppato degli arti posteriori molto potenti, che permettono loro di spingersi a velocità impensabili per molti mammiferi: quasi 50 km/h che, questa è la particolarità, non vengono raggiunti correndo, ma saltando. Il canguro è un animale poderoso e potente ma, quando dalla sua tasca anteriore spunta la testolina di un cucciolo, quasi nessuno si sofferma su quest’aspetto: ciò che colpisce maggiormente è in senso di dolcezza e di estrema protezione.

Un tenero esemplare di koala con il suo piccolo attaccato al dorso - Australia

Per incontrare il koala, invece, altro simpatico marsupiale dagli occhi vispi che abita in Australia, è necessario addentrarsi nelle zone boschive, dove svettano gli eucalipti, habitat preferito da questo animale Per ammirarlo nel loro ambiente naturale è necessario viaggiare lungo la costa occidentale dell’Australia, da Adelaide fino a Capo Penisola di York: una zona lussureggiante piuttosto umida, dove possono cresce gli eucalipti di cui i koala sono ghiotti, tanto che la loro folta e soffice pelliccia assume sfumature olfattive tipiche di questi alberi. Hanno un carattere particolarmente mansueto e docile, se si ha la fortuna di incrociarne uno è facile che si faccia accarezzare, ma guai a tentare di addomesticarlo: il koala è un animale indipendente, che ama la libertà e la sua tranquillità.

Se il programma del viaggio in Australia prevede una tappa in Tasmania, è bene sapere che questa è la casa del Vombatidae, ( il wombat) marsupiale che preferisce le zone montuose e boschive di questa regione. Può essere assimilato a un castoro che vive scavando gallerie nel sottosuolo grazie ai suoi denti potenti. Durante la permanenza nella magnifica Tasmania, tra il mare, le foreste e i numerosi fiumi che la attraversano, forse non si avrà la fortuna di incrociarne uno, essendo un animale piuttosto schivo, ma i recinti rosicchiati sono certamente un’importante traccia del suo passaggio.

Altro abitante di questa zona dell'Australia è il poco amichevole diavolo della Tasmania, un feroce marsupiale della famiglia dei Dasiuridi che rischia l'estinzione - protagonista di un noto cartone animato della Looney Tunes - chiamato così dagli aborigeni per i particolari versi quasi demoniaci che emette nelle ore notturne. Caratterizzato da un carattere aggressivo e irascibile, si nutre prevalentemente di carogne.

Il diavolo della Tasmania protagonista del cartone animato dei Looney TunesUn raro esemplare di diavolo della Tasmania, marsupiale in via d'estinzione

Spostandosi dall’Australia verso la Nuova Zelanda, terra di miti e di leggende, oltre che di paesaggi atavici e unici, si incontra un altro splendido esemplare di animale autoctono: il kiwi. Si chiama come il famoso frutto e non è un caso: furono i maori, infatti, a chiamare la bacca col nome dell’uccello, proprio per la somiglianza tra la buccia del frutto e le piume dell’animale, che hanno più che altro le sembianze di una folta e ispida pelliccia.

Non è facile incontrarli, oltre a vivere nel cuore della foresta pluviale, infatti, sono animali notturni. Addentrarsi in queste foreste non è semplice, la vegetazione è fitta e il rischio di perdersi è elevato, ma se si trova una guida locale disponibile, ne vale senza dubbio la pena!

Questi e altri animali autoctoni sono un patrimonio inestimabile per questo continente, che si impegna a dare loro le condizioni ideali di vita, al riparo da predatori e bracconieri. È un tesoro messo a disposizione di chiunque abbia voglia di andare alla scoperta di questo meraviglioso continente.

Viaggio in Oceania, tra gli animali più strani del mondo Valutazione: 4.60 su 5 Basato su 5 voti.
Articolo pubblicato il
Viaggio in Oceania, tra gli animali più strani del mondo
apri
Offerte di viaggio