Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Val d'Aosta: meduse nei laghi alpini

Avvistato un gruppo di meduse in un lago della Val d'Aosta. Il responsabile? Secondo gli esperti il grande caldo degli ultimi mesi

Val d'Aosta: meduse nei laghi alpini

Pochi giorni fa, esattamente il 2 settembre, in un lago da cava di Golf Les Iles - un club golfistico a Brissogne - poco lontano dal capoluogo Aosta, sono stati rinvenuti dei minuscoli esemplari di meduse. Un evento più unico che raro stando a quanto riferiscono gli esperti che sono accorsi sul luogo, da attribuire alla lunga e intensa ondata di calore che ha colpito l’Italia da Nord a Sud negli ultimi mesi.

 

La scoperta

La segnalazione è avvenuta da parte di due sub del luogo che, durante un’immersione, sono stati attirati da dei piccoli esemplari che nuotavano nelle non più fredde acque del lago. Data la loro lunga esperienza di immersioni nelle acque dei laghi della Val d’Aosta, hanno immediatamente capito che si trovavano davanti a un fenomeno inconsueto per la Valle d’Aosta e, tornati sul posto dopo due giorni, sono stati in grado di fotografare questi piccoli animali marini dall’inconfondibile forma.

 

Le verifiche

La scoperta dei due subacquei non è passata inosservata e, dopo le verifiche del caso, il dipartimento Flora, fauna, caccia e pesca dell’Assessorato dell’agricoltura valdostano ha confermato che si tratta di alcuni esemplari di un particolare tipo di medusa d’acqua dolce innocua per l’uomo, della specie Craspedacusta sowerbyi.

Senza dubbio, quindi, le alte temperature hanno favorito il proliferare di queste specie marine che, però, da un certo punto di vista possono anche essere accolte con gioia dalla comunità valdostana dal momento che nascono e crescono esclusivamente nei bacini dolci in cui non c’è traccia di inquinamento.

Pare che gli embrioni siano stati trasportati nel laghetto quando ancora erano nello stato primordiale dagli uccelli che popolano queste acque: può essere bastato una piccola porzione di fango incastrato tra le loro zampe per far proliferare la specie, che qui ha trovato le condizioni ideali.

 

Altre segnalazioni in Europa

Durante questi mesi sono state diverse le segnalazioni per la presenza di questi particolari tipi di meduse nei laghi d’Europa. Alcuni esemplari sono stati rinvenuti nel Lago di Lugano in Svizzera e altri ancora in Italia, anche se per ora non si può parlare di un fenomeno diffuso.

La notizia ha suscitato non poco clamore, ma la paura dei residenti è stata velocemente sedata dalle rassicurazioni degli esperti sulla non tossicità per l’uomo di questi animali.

La Valle d’Aosta continua a essere un Paradiso per tutti gli amanti della montagna e del relax, che tra le sue vette e le sue valli trovano un ambiente salubre e paesaggisticamente appagante, oltre che una biodiversità particolarmente ampia e in continua espansione, anche, perché no, con l’ingresso di nuove specie come le piccole meduse del lago di Brissogne.

Voi fareste mai il bagno in un lago con queste piccole meduse che vi nuotano intorno?
Val d'Aosta: meduse nei laghi alpini Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 3 voti.
Articolo pubblicato il
Val d'Aosta: meduse nei laghi alpini
apri
Offerte di viaggio