Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Università d'Europa: studiare a Bruxelles

Sono tanti giovani che ogni anno scelgono di studiare a Bruxelles, un'eperienza unica per avere una marcia in più nel mondo del lavoro e per vivere in una città ricca di opportunità

Università d'Europa: studiare a Bruxelles

Studiare all’estero è il sogno di tantissimi giovani e una delle città universitarie più quotate è Bruxelles. Sarà perchè sede dell'Unione Europea, sarà per le tante opportunità che offre ai brillanti laureati, fatto sta che ogni anno sono numerosi gli studenti che da ogni parte del mondo si trasferiscono qui per iscriversi alle diverse facoltà. 

L'offerta, tra percorsi di laurea e master è varia e ben organizzata.

La Libera Università di Bruxelles – ULB (Université Libre de Bruxelles) è il principale istituto universitario pubblico francofono della città. Interna all'ateneo è la prestigiosa Solvay Brussels School of Economics and ManagementSBS-EM, i considerata un’eccellenza mondiale per gli studi economici e manageriali, anche se molti studenti di tutto il mondo fanno domanda presso questa università per le facoltà mediche. Studiare medicina a Bruxelles, infatti, sembra essere il modo più "facile" per diventare medico, non per il corso di studi, altrettanto serio e professionalizzante come in tutte le facoltà d'Europa, piuttosto per l'assenza di test d'ingresso, anche se un esame di lingua francese è obbligatorio per tutti gli studenti stranieri che vogliono iscriversi.

Sempre pubblico è l'ateneo omologo, la Libera Università di Bruxelles – VUB (Vrije Universiteit Brussel), il principale istituto fiammingo della capitale belga.

C'è poi l'Università Cattolica di Louvaine – UCL (Université catholique de Louvain), un istituto universitario pubblico francofono, fondato per volere dei vescovi del Belgio con sedi in tutto il Paese, Bruxelles compresa.

Altro punto di riferimento per gli studenti che vogliono studiare a Bruxelles è la Odisee, un istituto nato dall'unione di due college universitari fiamminghi: l'Hogeschool Universiteit Brussel (HUB) e la Katholieke Hogeschool Sint-Lieven (KHAO), mentre il Centro Internazionale di Formazione Europeo – CIFE (Centre International de Formation Européenne) è dedicato agli studi interdisciplinari relativi alle attività di integrazione culturale in Europa e oltre a Bruxelles, ha diverse sedi anche in altri Paesi continentali.

In città è presente anche una sede dell’Università di Boston – BU (Boston University in Brussel) e la Brussels Management School (CHEC), istituto universitario specializzato nella formazione di profili economici. 

Parlando invece delle modalità e dei documenti necessari per iscriversi, gli studenti europei che desiderano iscriversi in una delle Università di Bruxelles devono consegnare il diploma conseguito presso l’istituto frequentato precedentemente, equivalente al titolo di studio rilasciato dalle scuole belghe (CESS), in allegato alla domanda di iscrizione scaricabile dal sito dell’università. In mancanza di un titolo equipollente, lo studente è chiamato a sostenere un test d’ammissione che verifichi le competenze acquisite e l’idoneità all’iscrizione a qualsiasi corso.

Per studiare medicina a Bruxelles, o in qualsiasi altra facoltà universitaria, gli studenti residenti nei Paesi dell’Unione Europea non devono espletare nessuna pratica burocratica richiesta, invece, ai cittadini extra-comunitari. In questo caso è obbligatorio un permesso di soggiorno temporaneo (ASP), da richiedere presso l’ambasciata del proprio Paese. Per ottenerlo è necessario presentare il foglio di ammissione all'università scelta, un passaporto valido, un certificato di buona salute e uno di buona condotta (se il richiedente ha più di 21 anni), un certificato di disponibilità economica adeguata per affrontare ogni mese di durata del corso. Entro e non oltre 3 giorni dal suo arrivo a Bruxelles, il cittadino extra-comunitario deve ultimare le operazioni d’ingresso presso il registro comunale della nuova città.

Il costo medio per l'iscrizione negli atenei pubblici della capitale è di circa 850 € per gli studenti appartenenti all'Unione Europea e può essere rivisto al ribasso in base al reddito familiare. Gli studenti extra-comunitari, invece, sono tenuti a pagare una tassa supplementare variabile, che si basa sulla condizione economica dello Stato di residenza.

La provenienza degli studenti extra-europei, infatti, viene distinta tra Paesi in via di sviluppo e Paesi industrializzati. Il costo per l’iscrizione in una delle scuole di specializzazione o negli atenei privati dev’essere richiesto compilando il modulo informativo presente sul sito istituzionale.

Le domande di accesso ai corsi delle Università di Bruxelles devono essere inoltrate all’ateneo tra fine aprile e metà maggio, per cominciare i corsi a settembre.

Prima di cominciare gli studi è importante trovare una casa o una stanza in cui andare a vivere: ogni ateneo ha un International Relations office a cui rivolgersi per trovare posto negli studentati ma a Bruxelles la disponibilità è limitata, vista la grande richiesta. Il mercato privato è la soluzione più comoda e meno laboriosa in termini burocratici e Internet può dare un grande aiuto. Il sito Appartager è specializzato per la ricerca delle camere per studenti (Kot nella lingua locale), il sito Brussels Destination permette di trovare alloggi economici anche per affitto a breve termine, mentre il sito Be-housing è perfetto per monolocali o appartamenti. Non è da sottovalutare la bacheca pubblica della facoltà, dove vengono affissi gli annunci per gli studenti in cerca di alloggio. Le zone preferite dagli studenti dell’ULB sono Saint Gilles, Ixelles e Watermael, vicine all’università e in posizione piuttosto centrale.

Vivere e studiare a in questa città costa meno rispetto ad altre realtà europee, ma le spese sono comunque tante e gran parte dei ragazzi che scelgono quest’università cercano anche di lavorare a Bruxelles. Chi cerca un impiego part-time e non ha esperienza può optare per i numerosi pub e birrerie, sempre alla ricerca di camerieri giovani e dinamici. Ma chi ha ambizioni più alte ed è già in possesso di determinati requisiti, ha un ampio ventaglio di scelte in ambito business, legale e amministrativo. Anche in questo caso internet è fondamentale: References e Startpeople (entrambi solo in lingua francese e olandese) sono due dei numerosi siti di annunci belgi, senza dimenticare che molto spesso è il passaparola lo strumento di ricerca più efficace.

Bruxelles è la città ideale per vivere un'esperienza di studio all'estero, che permette di stare costantemente a contatto con altri studenti provenienti da Paesi di tutto il mondo, contribuendo ad arricchire il bagaglio personale. Il continuo scambio di vedute, in una realtà culturalmente stimolante come questa, rende difficile la partenza per far ritorno in patria, anche perché, nella capitale belga, una buona opportunità di lavoro non manca mai.

Università d'Europa: studiare a Bruxelles Valutazione: 4.50 su 5 Basato su 2 voti.
Articolo pubblicato il
Università d'Europa: studiare a Bruxelles
apri
Offerte di viaggio