Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Una Parigi made in China

In una cittadina periferica cinese è nata una nuova Parigi, più piccola e meno popolata dell'originale

Una Parigi made in China

Quelli che pensano che i cinesi siano in grado di copiare tutto, non si sbagliano perché in Cina si è arrivati persino a imitare le città. Se vi ritrovate a passeggiare per le strade di Tianducheng,  nella provincia di Zhejiang, non vi stupite se in lontananza scorgerete qualcosa di familiare. In questa piccola città vicino Hanghzou (nella Cina meridionale) è stata infatti costruita una piccola Parigi con tanto di Torre Eiffel.

Certo è una riproduzione minima se si considera che la torre cinese è alta solo 108 metri rispetto ai 324 dell’originale, ma abbastanza fedele tutto sommato. Non mancano infatti gli edifici in stile belle époque e gli eleganti giardini francesi. Tuttavia, la piccola città , nata per lo più da un desiderio di speculazione edilizia e per soddisfare i vizi dei nuovi ricchi, sembra non avere riscosso il successo sperato. La cittadina infatti avrebbe dovuto essere abitata da circa 100.000 abitanti ma pare che oggi  ne ospiti a stento 20.000. La cosa quindi neanche ai cinesi è andata giù. Gli affitti infatti per questi appartamenti superano i 500 euro e, nonostante non sia neanche un terzo del prezzo di un appartamento a Parigi, è sicuramente una somma troppo ingente per un cinese medio. Si è pensato di costruire anche un lussuoso Resort in stile parigino, che neanche a dirlo, non è mai pieno a causa delle tariffe troppo care.

Una coppia di sposi si fa fare le foto nella Parigi francese

Oggi questa città fantasma ospita, oltre che case vuote, qualche turista di passaggio incuriosito da questa bizzarra trovata e da giovani coppie in vestito nuziale, pronte a farsi scattare qualche foto e illudersi di trovarsi davvero nell’incantevole città francese.  

C’è chi giura però che con il tempo questa piccola parte della finta Parigi venga rivalutata. Peccato che a pensarlo sia solo la società immobiliare incaricata del progetto che da anni è stata criticata per quello che molti vedono solo come un inutile spreco.

L'Arco di Trionfo made in China

Ma non è l’unica replica presente in Cina. Il paese è infatti diventato famoso anche per le imitazioni dei monumenti sparsi qua e là.

Una coppia di sposi fa il servizio fotografico nella Thames Town cinese

Questo perché i cinesi amano lo stile occidentale per loro simbolo di raffinatezza e modernità. Non a caso sono state costruite delle copie della Casa Bianca per ricchi esaltati e folli. E ci sono anche altri esempi di vere e proprie città in miniatura. Vicino Shanghai, per esempio, nasce Thames Town, un distretto di circa 30 chilometri, piccola imitazione della metropoli inglese. Anche questa però è semi deserta ed è diventata ora solo una meta per pochi turisti.

Il cartello di benvenuto nella Thames Town cinese

Se abbiamo quindi intenzione di fare un bel viaggio in Cina e abbiamo voglia di respirare un po’ di aria occidentale, ci basterà fare una capatina in questi luoghi bizzarri. Tra una muraglia e un tempio buddhista ci ritroveremo davanti una Torre di Pisa o un Arco di trionfo.

Certo è che queste copie, che possono tanto incuriosire per la loro stravaganza, sembrano spesso risultare per molti cittadini solo un inutile dispendio di tempo e denaro. Probabilmente i cinesi preferiscono gli originali a delle brutte copie. Ma come non biasimarli, del resto.

Una Parigi made in China Valutazione: 4.80 su 5 Basato su 5 voti.
Articolo pubblicato il
Una Parigi made in China
I Più Letti
  • del giorno
  • della settimana
apri
Offerte di viaggio