Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Un viaggio nella natura selvaggia della Costa Rica

Alla scoperta della Costa Rica: il paese più ecologico del Centro America

Un viaggio nella natura selvaggia della Costa Rica
Quando Colombo nel 1502 mise per la prima volta piede in Costa Rica certo non avrebbe potuto immaginare di aver scoperto un paradiso in terra.

Con il suo mare cristallino e i suoi paesaggi incantati la Costa Rica si è guadagnata un posto nella hit list dei paesi più belli al mondo.

Considerevole è la sua ricchezza naturale: una ventina di parchi naturali, circa otto riserve biologiche, aree selvagge ospitanti migliaia di specie protette e molto altro ancora. In Costa Rica non a caso è ecoturismo la parola chiave di un’economia sempre più in crescita. Il governo costaricano ha infatti deciso di puntare su un turismo “pulito”, mirato alla salvaguardia e alla difesa di luoghi incontaminati, riducendo al minimo l’impatto degli stabilimenti turistici sull’ambiente.

Così il paese attira sia il turista da “suite vista mare” che il viaggiatore con sacco a pelo. la Costa Rica è, infatti, la meta ideale per gli amanti del benessere e delle lunghe passeggiate in mezzo alla natura.

Per poter apprezzare al meglio l’immensa bellezza di questo paese, i più allenati potrebbero sperimentare un tour all’insegna dell’avventura, immergendosi totalmente nella natura selvaggia. Il nostro itinerario ideale parte dunque dalla zona centrale, non molto lontano dalla capitale San José, dove incontriamo il vulcano Poás. È questo il cratere più grande al mondo ed è tra i luoghi più visitati del paese. Sul fondo dei due crateri di cui si compone si sono formati dei laghi naturali, rendendo il luogo ancora più suggestivo.

L’itinerario prosegue spostandoci verso sud, sulla Costa Caraibica. A pochi chilometri da Limón si trova il Parco Nazionale Cahuita, un parco che protegge la barriera corallina più grande della Costa Rica e che, tra mare e terra, ospita centinaia di specie di animali differenti come il pesce pappagallo o le scimmie urlatrici. Qui troviamo anche spiagge di sabbia bianca, ideali per riposarsi e prendere fiato per l’ultima tappa.

Ci spostiamo infine verso ovest, un po’ più nell’entroterra, dove troviamo il Cerro Chirripó. Appartenente alla Catena montuosa della Cordigliera di Talamanca, è la vetta più alta della Costa Rica ed è situata tra le province di San José, Limón e Cartago. Anche quest’ultimo accoglie un habitat davvero diversificato.



Per i più pigri invece il programma è diverso: gli basterà spostarsi lungo la costa del Pacifico, nella parte occidentale del paese, per potersi godere il loro piccolo angolo di paradiso. Lì infatti troveranno spiagge immense e incantevoli come Playa Conchal e la sua sabbia fatta di conchiglie, o Bahia de los Piratas, nella quale si dice si trovino ancora i vecchi nascondigli dei pirati.

L'incantevole Playa Conchal, Costa Rica
Dopo tanto visitare non manca il divertimento. Sia la costa del Pacifico che quella Caraibica offrono la possibilità di fare snorkeling per ammirare le numerose bellezze marine. Quasi ovunque poi è possibile cimentarsi in una bella cavalcata tra i monti. Il miglior surf invece si pratica nei mari di Nicoya (sul Pacifico) mentre nelle vicinanze di San José si potrà ammirare un panorama mozzafiato prendendo i "tram aerei", una sorta di teleferica, una stretta funivia sospesa che passa sopra alla foresta pluviale nel nel Parco Nazionale Braulio Carrillo.

I tram aerei attraverso il Parco Nazionale Braulio Carrillo, Costa Rica
Assolutamente da non perdere è il canopy tour, un volo tra gli alberi della foresta pluviale sospesi su una corda. Bisogna armarsi di un bel po’ di coraggio ma ne vale davvero la pena!

Un viaggio nella natura selvaggia della Costa Rica Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 2 voti.
Articolo pubblicato il
Un viaggio nella natura selvaggia della Costa Rica
apri
Offerte di viaggio