Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Ubud, cosa vedere? Un viaggio all'interno di Bali e di sé stessi!

Esistono luoghi dove una persona desidera perdersi più tempo possibile, uno di questi è Ubud. Cosa vedere nei due giorni che hai pianificato

Ubud, cosa vedere? Un viaggio all'interno di Bali e di sé stessi!

Tutte le foto sono di Marta

Marta, una viaggiatrice spagnola, ci ha raccontato la sua breve vacanza a Ubud, una cittadina che sorge sull’isola di Bali in Indonesia. Tra avventure e relax, lei e il suo compagno hanno avuto modo di riscoprire il valore della ospitalità e della condivisione di esperienze con persone di culture diverse. Un viaggio che ha colmato il vuoto che lascia spesso la futilità degli impegni che costellano la nostra quotidianità.


Ubud raccontata da Marta

Rituale giornaliero, onorare gli dei, in seguito vedremo con cosaQuesta città ci ha catturato nell’istante in cui siamo arrivati. Una vera oasi situata all’interno di Bali e circondata da risaie e da una natura esuberante. Nel tragitto che conduce verso il centro urbano, raggiungibile dopo un’apprezzabile passeggiata, notiamo come gli edifici quasi arrivano alla nostra altezza ed è raro che superino il secondo piano. Una volta giunti in hotel, entrando nel cortile si ha la sensazione di sostare nel giardino di una casa privata con la differenza che le piante che troverai saranno le più belle che potrai mai ammirare in vita tua.

Lì ti accolgono sempre con spensieratezza. La cordialità e un eterno sorriso stampato sui volti che abbiamo incrociato, rappresentano infatti i più bei regali che gli abitanti del posto donano a tutti i visitatori. A volte, sembra di stare con amici di vecchia data tanto è forte l’energia positiva che sprigionano!

Sono le dieci del mattino e ci ritroviamo a fare colazione su una terrazza al centro del giardino, non prima però di aver fatto la doccia all’esterno: si, proprio così, la maggior parte degli hotel hanno le docce all’aria aperta. Non mi sono mai sentita così libera nell’entrare in un bagno!

Mentre gustiamo la nostra colazione cominciamo a renderci conto che la calma che si respira lì non è normale: si sente di sottofondo solo una musica tradizionale balinese mentre un cameriere si avvicina furtivamente per servirti un piatto di frutta o alcuni Mie goreng (tagliolini all’uovo saltati).

Nel frattempo che assaggiamo queste delizie, osservo alcune ragazze intente a realizzare piccole opere d’arte: cestini fatti di foglie che contengono fiori colorati, riso e un piccolo dolce per onorare gli dei e che poi devi stare attento a non calpestare quando entri in qualunque luogo. Impresa ardua poiché sono all’entrata di tutti gli edifici!

I cestini in onore degli deiUna delle tantissime composizioni floreali su acqua













Negozi di batik (tecnica asiatica usata per colorare i tessuti), sale di yoga, centri massaggi e ristoranti biologici, saranno ciò che vedranno i tuoi occhi non appena lascerai l’hotel. Comincia a chiederti dove vorrai fermarti per primo e a pensare dove vorrai lasciare le Rupie che custodisci nel portafogli, le quali strariperanno dalla tasca facendoti sentire ricco come non mai.

Marta all'ingresso dello Yoga House di Bali, pronta per un po' di sano relaxSe desideri scoprire le radici storiche di Ubud, cosa vedere è presto detto. Puoi scegliere infatti di fuggire da tutti questi peccati capitali e immergerti nella vita culturale: il Museo d’arte Agung Rai (ARMA), il Museo Puri Lukisan di arte balinese, il Museo Blanco Renaissance dedicato all’arte erotica, la Galleria d’arte indonesiana di Neka,  o la visita ai templi di Pura Dalam, eretto in onore di Shiva, e di Pura Taman Saraswati, non saranno sicuramente da meno.

Ricordo con una vena di nostalgia il pomeriggio in cui fittammo una moto: ci addentrammo fuori dalla città e i sentieri ci portarono in mezzo alle risaie tra case incantate, mentre il sole spariva all’orizzonte e noi lì a correre contro il tempo per arrivare puntali all’appuntamento per un massaggio balinese.

Partecipare a una cerimonia che si celebra a Bali, percorrere un itinerario in bici tra le coltivazioni di riso, addentrarsi nella foresta delle scimmie, prendere lezioni di yoga in una Ubud Yoga House, fare un corso di cucina locale, i motivi sono più che sufficienti per esplorare questo piccolo paradiso terrestre chiamato Ubud. Cosa vedere ancora se non uno dei suoi memorabili tramonti scrutabili dalle vetrate di un tipico Sari Organik Restaurant.

Senza dubbio, l’esperienza vissuta e il ricordo di quella atmosfera tanto speciale che si respira in ogni angolo di Ubud lascerà dentro di me un’indelebile traccia.

Di seguito voglio regalarvi ancora qualche scatto del mio magnifico viaggio.

Noodels fritti o in brodo? Perché non entrambi? Marta intenta a prepara il Kopi Luwak

Come abbiamo visto Bali non è solo templi, ma...
Qui si evince l'importanza e la sacralità dei templi balinesi. Forse un po' eccessivi
Gente del posto durante una venerazione itineranteEcco come trasportano la frutta






Gli spettacoli locali attirano centinaia di turisti
Il rituale del tè

Ubud, cosa vedere? Un viaggio all'interno di Bali e di sé stessi! Valutazione: 1.16 su 5 Basato su 99 voti.
Articolo pubblicato il
Ubud, cosa vedere? Un viaggio all'interno di Bali e di sé stessi!
apri
Offerte di viaggio