Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Tutti pazzi per gli steamed dumplings di Shangai

Un viaggio nella mitica Shangai sulle tracce del raviolo al vapore, dal ristorante in cui assaggiare i migliori alla ricetta originale cinese!

Tutti pazzi per gli steamed dumplings di Shangai

Chi crede che la tradizione culinaria cinese sia esclusivamente rappresentata da involtini primavera e pollo alle mandorle si sbaglia di grosso: la cucina dagli occhi a mandorla è molto di più di ciò che si trova in giro per il pianeta nei piccoli ristoranti in stile “Celeste Impero”.

Una delle raffinatezze che fanno impazzire gli amanti di quest’area sono senza dubbio gli steamed dumplings, ovvero i ravioli al vapore simbolo di Shanghai, una delle più grandi municipalità autonome cinesi, abitata da “appena” 24 milioni di abitanti. Pare che proprio qui, per la prima volta, siano stati inventati questi squisiti cestelli di pasta fresca ripieni di carne e verdure, cotti al vapore in cestelil foderati di foglie di cavolo: la tradizione narra che siano stati preparati per la prima volta da un cuoco di Nanxiang, un quartiere di Shanghai nel distretto di Jading.

La ricetta tradizionale vuole che i ravioli non siano immersi (come nell'italica tradizione) nella salsa o nel brodo: quest’ultimo viene infatti inserito all'interno degli stessi fagottini: il segreto è costituito da minuscole gelatine (che oggi troviamo anche nei nostri supermercati) che vengono inserite all'interno dei ravioli, o meglio dire, all'interno dei xiaolongbao, come vengono chiamati da queste parti. Una volta posti su un cestello di bambù e sottoposti al vapore la gelatina si scioglierà divenendo...salsa! Verranno poi serviti con un condimento composto da aceto cinese e zenzero tritato.

Ma dove trovare questa delizia?

Migliaia di turisti ogni anno, nel loro peregrinare in quel di Shanghai, vanno alla ricerca di questo sapore particolare facile da degustare nei mille ristorantini tipici e nei localini all'aperto (l’igiene qui non è però garantita). Ma il santuario dei xialongbao è il  Nanxiang Steamed Bun Restaurant nei pressi del Jing'an Temple (segnatevi l'indirizzo: HuangPu District YuYuan Road 85 | Old Town God's Temple). Il ristorante è immerso in uno degli angoli più affascinanti di Shanghai: i giardini di Yuyuan: estesi per quasi due ettari, si trovano all'interno dell'antica città cinese nei pressi del molo del Bund.

Ma fate attenzione, da anni infatti, in tutto il mondo sono nate una serie di catene, da New York al Giappone, che imitano lo stile della mecca del raviolo di Shanghai. Chi l'hao provato è pronto a giurare che si tratti solo di pallide imitazioni, ma se proprio volete portare a casa un po' della mitica Shanghai, allora potete provare a prepararli da soli, in fondo non è così difficile!
Ecco di seguito la ricetta per gustare degli ottimi steamed dumplings fatti a mano.

Per fare la pasta vi basteranno solo acqua, sale e farina che mescolerete fino ad ottenere una pasta liscia e malleabile (per ogni due tazze di farina servirà mezzo bicchiere d’acqua). Per il ripieno sminuzzate e soffriggete carne di maiale tritata e verdure in egual peso (verza, carota, porro e cipolle).

Una delle fasi finali della preparazione dei ravioli a vapore

Aggiungete un pezzetto di zenzero, un cucchiaio di salsa di soia, sale e bagnate il ripieno con brodo fino a farlo cuocere. Per formare i ravioli sarà sufficiente ritagliare dei dischetti di pasta,  porvi al centro un cucchiaino di ripieno e richiuderli pressando con le dita lungo i bordi. Il tutto va poi cotto al vapore: in assenza dei cestelli cinesi potrete tranquillamente usare una vaporiera o uno scolapasta metallico posto su una pentola d’acqua in ebollizione. Gustateli con della salsa di soia che collocherete a parte e il gioco è fatto!

Buon appetito! 

Tutti pazzi per gli steamed dumplings di Shangai Valutazione: 4.86 su 5 Basato su 7 voti.
Articolo pubblicato il
Tutti pazzi per gli steamed dumplings di Shangai
apri
Offerte di viaggio