Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Tutti i giorni è Pride

Boston, dal festival del cinema alle atmosfere vintage dei giardini nascosti: la capitale culturale e del divertimento LGBT americano

Tutti i giorni è Pride
Lo stato del Massachusetts vanta il primato americano di legalizzazione dei matrimoni civili omosessuali, avendo reso ciò possibile già dal 2004, e la sua capitale, Boston, oltre ad essere una serena oasi del divertimento notturno, è anche un vibrante centro culturale per chi volesse concedersi nella propria vacanza una meta LGBT.

Qualunque sia il periodo dell'anno in cui si decide di andare, infatti, la più raffinata ed elegante città statunitense non perde occasione per rimarcare il proprio orientamento nettamente gay friendly

Ad aprile 2014, per esempio, al normale calendario di attività si aggiungerà una celebrazione speciale, quella per il trentesimo anno del Boston Gay and Lesbian Film and Video Festival, con una serie di proiezioni di film e corti a tema, organizzato dall'Institute of Contemporary Art (ICA).

Le estati, poi, sono sempre bollenti a partire da giugno. Tutta l'area, infatti, si addobba per partecipare al più grande Gay Pride del New England, il Boston Pride. L'atmosfera si colora di parate e celebrazioni: la Queen of Boston Pride, il King of Boston Pride, la Royal Gender Blender. La partecipazione è completamente gratuita ed aperta a tutti, tra banchi ambulanti e ampie zone per ballare e socializzare. È presente anche una Family Zone in cui tutti, dagli 1 ai 100 anni, sono ben accetti. Se, invece, ci si vuole riposare o cercare un posticino più intimo, lontano magari dagli occhi delle famiglie manifestanti, ci si può concedere un sano relax ai giardini nascosti di Beacon Hill e calarsi nella suggestiva ambientazione del diciannovesimo secolo, con i lampioni a gas, i selciati che raccomandano scarpe comode e le case ottocentesche.

In qualunque stagione e in qualunque mese, Boston non delude per la movida serale. Pronti a fare bisbocce? È interminabile il numero dei locali gay presenti nella zona di South End: i migliori si possono trovare a Columbus Avenue e Tremont Street, oppure in direzione sud a Shawmut Avenue e Washington Street. Uscendo da questa zona, poi, ci si può dirigere a Cambridge, quartiere antico disegnato nel diciassettesimo secolo, per fare baldoria con gli studenti LGBT di Harvard e del MIT.

Insomma, nonostante sia giugno il mese Pride per eccellenza in America, in Massachusetts si festeggia senza sosta e in ogni angolo delle strade, Boston quindi costituisce  un'ottima meta LGBT al di là delle grandi manifestazioni che promuove.
Tutti i giorni è Pride Valutazione: 4.33 su 5 Basato su 3 voti.
Articolo pubblicato il
Tutti i giorni è Pride
apri
Offerte di viaggio