Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Tutela del viaggiatore: nuovi diritti per chi acquista vacanze on line

Lo scorso agosto l'UE ha introdotto nuove norme a tutela del viaggiatore: specifiche garanzie per chi acquista vacanze on line e non solo

Tutela del viaggiatore: nuovi diritti per chi acquista vacanze on line

Una normativa ferma al 1990: questa era la situazione, fino a pochi mesi fa, del sistema a tutela del viaggiatore in caso di acquisto di un pacchetto vacanze on line (e non solo). Lo scorso 18 agosto, con la ricezione nell’ordinamento italiano delle Legge europea 2014 (Legge n.115/2015), si è ampliato notevolmente il ventaglio di strumenti di protezione volti a tutelare i consumatori del settore turistico: una novella giuridica che interesserà quasi 120 milioni di turisti e che, inoltre, equiparerà i tour operator on line alle agenzie di viaggio in materia di diritti e doveri.

Vediamo dunque quali sono i cambiamenti più rilevanti che riguardano le norme a tutela del viaggiatore che acquista pacchetti vacanze on line o tramite agenzie di viaggio.


Offerte di viaggio Travelweare


-
 Garanzia di rimborso e rimpatrio: costituisce la novità giuridica più importante, pronta a far discutere non poco. Le nuove norme prevedono che, in caso di fallimento del tour operator principale, le garanzie a tutela del viaggiatore si estendano alle sue varie ramificazioni. In altre parole, se il turista dovesse trovarsi di fronte al fallimento di un qualsiasi tour operator, le sue garanzie e tutele verranno coperte da tutte quelle società che compongono il pacchetto viaggio come alberghi, compagnie aeree e così via. Queste, infatti, saranno obbligate a stipulare forme di protezione dall’insolvenza, garantendo rimborsi e rimpatrio in caso di fallimento del fornitore del pacchetto vacanze, sia esso acquistato on line o in altra modalità.

- Maggiore chiarezza delle informazioni: il consumatore avrà diritto a ricevere un’informazione chiara e precisa sul pacchetto che acquista, in particolar modo per ciò che riguarda i costi aggiuntivi.

- Riduzioni e aumento dei prezzi: le nuove disposizioni prevedono che il viaggiatore abbia il diritto di cancellare gratuitamente la propria prenotazione qualora il prezzo del pacchetto vacanze aumenti oltre l’8% del prezzo iniziale; inoltre, i rivenditori avranno il dovere di informare il cliente circa riduzioni e sconti (ad esempio per chi viaggia con figli minori o portatori di handicap) sui propri acquisti.

- Estensione del diritto di annullamento: chi acquista vacanze on line, o tramite agenzia, avrà il diritto di annullare gratuitamente il proprio viaggio in caso di calamità naturali, conflitti e atti di terrorismo (un’eventualità diventata, purtroppo, di stringente attualità) o in altre circostanze che rendano la partenza impossibile o pregiudizievole per l’incolumità del viaggiatore.

- Chiara identificazione della parte responsabile: la tutela del viaggiatore consiste anche nel diritto di conoscere gli estremi e l’identità della persona che si farà carico del suo caso qualora qualcosa vada storto prima, durante e dopo la partenza.

- Diritti essenziali: l’assistenza del cliente verrà estesa, obbligatoriamente, alle informazioni sui servizi sanitari o ai casi che richiedano l’intervento consolare; inoltre, l’organizzatore del pacchetto garantirà l’alloggio fino a 3 notti a quei viaggiatori che si troveranno impossibilitati a ripartire per via di catastrofi naturali.


Le nuove norme a tutela del viaggiatore hanno suscitato non poche polemiche fra gli esercenti, in particolar modo i rivenditori che si occupano di vacanze on line sono i soggetti che maggiormente si sentono colpiti.

Se da un lato le nuove regole introducono molte più garanzie per il consumatore, dall’altro fa molto discutere il recente codice relativo alla garanzia di rimborso. Viene, infatti, sostituito il Fondo Nazionale di Garanzia con polizze assicurative e garanzie bancarie di non facile stipula, come ad esempio le fideiussioni bancarie, che rientrano tra le più difficili formule di accesso al credito.

In ogni caso, questo metodo di risarcimento comporterà inevitabilmente un aumento dei costi che si ripercuoterà, a sua volta, sui consumatori stessi.

Tutela del viaggiatore: nuovi diritti per chi acquista vacanze on line Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 7 voti.
Articolo pubblicato il
Tutela del viaggiatore: nuovi diritti per chi acquista vacanze on line
apri
Offerte di viaggio