Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Tel Aviv, la città che non dorme mai

Capitale Mondiale del turismo LGBT, la città che non dorme mai offre tante occasioni di divertimento, relax e cultura. Ed è molto più che gay friendly!

Sara Fusco
Tel Aviv, la città che non dorme mai

Scelta come Capitale Mondiale del turismo LGBT 2012, Tel Aviv si rivela come una delle mete preferite soprattutto dai gay: una città tollerante e che non dorme mai!

La metropoli mediorientale, infatti, al contrario di quello che si potrebbe immaginare, mostra una mentalità aperta e libera da pregiudizi, abbonda di locali gay friendly e, con i suoi magnifici litorali, può essere considerata un piccolo paradiso, perfetto mix di cultura, divertimento e relax.

CULTURA: Immergersi in una cultura diversa, con una storia e una religione che sono così distanti, ma allo stesso tempo così emancipata sotto molti aspetti rispetto a quella europea. Tra i panorami suggestivi, l’architettura orientale, le bianche casette in stile Bauhaus, mercati di antiquariato in cui perdersi, merita una visita il centro di Meir Park dove sarà eretto un monumento contro l’omofobia in ricordo dei gay perseguitati dal nazismo: dal valore più simbolico che estetico, è rappresentato da un triangolo rosa, segno che i nazisti adoperavano per indicare gli omosessuali.

DIVERTIMENTO: Non a caso un tipico detto israeliano recita: “Gerusalemme prega e Tel Aviv si diverte”. Tel Aviv è un centro vivace, ricco di discoteche e locali notturni alla moda, soprattutto nel Meir Park, fulcro della movida gay israeliana. La musica fa perennemente da sottofondo ad una vacanza senza stop. In particolare a giugno, Tel Aviv diventa lo scenario di uno dei Gay Pride più famosi al mondo, dove oltre alla scenografica parata vengono organizzati più di 50 eventi spiaggia e non, con i più esclusivi DJ della città. Tra i locali in più famosi l'Evita per bere qualcosa e l’Eurovision Night per una notte all’insegna della discoteca.

RELAX: 14 chilometri di costa (il lungomare Tayelet), un mare dalle tante gradazioni di blu, una vita di spiaggia vivace e animata e locali come il Sauna City o il Sauna Paradise, fanno sì che anche nella Tel Aviv che non si ferma mai si possa ritagliare uno spazio per staccare la spina e rilassarsi. Tra le spiagge gay più note l’Hilton Beach e per i nudisti la spiaggia di Kibbutz Ga'ash.

Tel Aviv, la città che non dorme mai Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 1 voti.
Articolo pubblicato il
Autore: Sara Fusco
Tel Aviv, la città che non dorme mai
I Più Letti
  • del giorno
  • della settimana
apri
Offerte di viaggio