Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Stage estero: partire con AIESEC Napoli Parthenope

L'esperienza di vita e di stage estero di tre ragazzi che grazie ad AIESEC, associazione internazionale di studenti, hanno conosciuto da vicino realtà lontane

Stage estero: partire con AIESEC Napoli Parthenope
Fare uno stage estero, un'esperienza di lavoro in un paese diverso dal proprio è un tassello importante per i giovani studenti di oggi, prepara al mondo del lavoro, fortifica la propria personalità, insegna ad essere più flessibili, tolleranti verso culture spesso anche lontane e offre l'opportunità di imparare a cavarsela da soli, in ogni situazione.

Raccontiamo oggi la storia di tre ragazzi, giovani studenti universitari che grazie ad un programma di scambi internazionali promosso da AIESEC Napoli Parthenope, comitato locale di un'associazione internazionale di studenti, AIESEC appunto, presente in 124 paesi e in 2400 università nel mondo, sono partiti per uno stage estero in due differenti paesi - Serbia e Argentina - per tre differenti esperienze.

Marisa Marna - volontaria in una ONG a Buenos Aires,  Argentina

Marisa con alcuni dei bambini della ONG con la quale ha vissuto il suo stage estero

"Con due valigie, un biglietto aereo e un passaporto, dopo aver cambiato 2 aerei, 13 ore di volo e un cellulare scarico, ti ritrovi a Buenos  Aires. Inizialmente non pensavo mi restasse così impressa quest'avventura, alla fin fine di viaggi ne ho fatti tanti. Ma non è stato un viaggio come gli altri. Buenos Aires, anzi il sud America in generale, è stato il viaggio che mi ha cambiato completamente.
Ho conosciuto una città in tutte le sue sfaccettature, non come semplice turista ma da quasi cittadina, ho scoperto  i posti migliori della città, ho imparato le strade più brevi, i posti dove poter comprare la frutta buona, la lavanderia di cui ti puoi fidare, dove mangiare il miglior choripan e bere la cerveza più buona. Ho convissuto con persone di altri paesi, mi sono immersa in nuove culture, ho legato con persone di tutto il mondo con le quali ho trascorso momenti indimenticabili. Sono riuscita a strappare un sorriso a dei bambini, disegnando con loro le bandiere di tutto il mondo.

Ho vissuto con dei ragazzi che per due mesi sono diventati la mia famiglia. Italia, Brasile, Francia, Olanda, Marocco, Germania, Perù, Canada, Stati Uniti, Colombia: tutti in un unico ostello, tutti sempre insieme a ridere, scherzare, cucinare, lavorare e parlare delle nostre città che sembrano tanto diverse, ma in realtà non lo sono per niente.
Ed ora , dopo quasi un anno, mi scappa un sorriso, guardando una foto o ascoltando una canzone legata a quel viaggio.
Quel viaggio che mi ha cambiato e che ricorderò anche tra 30 o 40 anni.
Il mio stage estero è stato un'esperienza così forte e significativa che ho deciso di continuare a lavorare nel mio comitato AIESEC Napoli Parthenope,  per far capire ai ragazzi quanto sia importante partire per scoprire luoghi, incontrare persone e assaporare sapori, per poi ritornare a casa e custodire per sempre tutti i momenti di quel viaggio."


Federica Pierro - Insegnante di inglese a Belgrado, Serbia
Federica con alcuni dei suoi

"La mia esperienza di stage estero è stata unica è molto più illuminante di quanto mi aspettassi. Grazie ad AIESEC Napoli Parthenope sono partita alla volta di Belgrado, Serbia, per far parte di un Progetto di Sviluppo Comunitario, "Enter your future", promosso dall'Ufficio della Gioventù di Belgrado.

Il mio lavoro consisteva nell'insegnare inglese a ragazzi serbi tra i 20 e i 30 anni. Un'impresa che si è dimostrata tutt'altro che semplice: una volta realizzato che le persone a cui dovevo fare lezione avevano un livello di conoscenza della lingua piuttosto alto ho capito quanto dura, ma soprattutto stimolante, sarebbe stata la sfida.

La soddisfazione più grande, oltre al raggiungimento di tutti gli obiettivi di apprendimento da parte dei ragazzi, è stato il legame di amicizia che ho stretto con ognuno di loro, lo scambio fra culture, l'aver condiviso le uscite alla scoperta della vita e della città di Belgrado al di fuori della scuola. Belgrado è, infatti, una città interessante, ricca di storia e di cultura, che ha saputo riprendersi molto rapidamente dopo un turbolento passato. Raccomando vivamente a tutti di fare un'esperienza di lavoro o di stage estero tramite AIESEC in questa magnifica capitale europea."

 

Vincenzo Maggio - stageur in un'azienda a Belgrado, Serbia
Vincenzo in giro per Belgrado con altri stagisti AIESEC

"Un'esperienza unica" questo mi diceva chi era già partito con AIESEC. Non conoscendo bene il progetto non ero sicuro riguardo a quello che stavo per affrontare. Così decisi la mia meta ed il progetto. Per 6 settimane ho vissuto a Belgrado e ho lavorato per una start-up che sviluppa app mobile. La città è stupenda e i serbi sono accoglienti e gentili. Il lavoro lì mi ha insegnato tanto e mi ha fatto capire la strada da intraprendere dopo gli studi universitari. Ma lo stage estero non è solo questo: abitavo in una casa con altre 11 persone. Il bello è che tutti venivamo da nazioni diverse. Chi me lo diceva aveva ragione: partire con AIESEC è davvero un'esperienza unica!

 

AIESEC, il più grande network di studenti, dal 1948, anno in cui è nato per favorire "relazioni amichevoli" fra i Paesi membri, attraverso il suo programma di stage estero e di scambi internazionali ha permesso a milioni di studenti di tutto il mondo di conoscersi, di mettersi alla prova, di crescere professionalmente e come persone.
Stage estero: partire con AIESEC Napoli Parthenope Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 6 voti.
Articolo pubblicato il
Stage estero: partire con AIESEC Napoli Parthenope
apri
Offerte di viaggio