Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Si scrive Madrid LGBT, si legge Chueca

Città moderna e aperta, la capitale spagnola è una delle mete preferite per il turismo LGBT. Un viaggio tra i suoi quartieri dove la notte sembra non finire mai

Si scrive Madrid LGBT, si legge Chueca

Situato nel centro di Madrid, Chueca è un quartiere divenuto molto popolare tra i gay, soprattutto dopo aver ospitato l’Europride del 2007. Fino agli anni ’80 questa zona era segnata dal degrado e riconosciuta come una delle aree più malfamate della capitale spagnola. Oggi, grazie a quella rivoluzione culturale che prese il via dalla caduta di Franco, rappresenta il fulcro della Movida Madrileña.

Con i suoi negozi LGBT friendly e i suoi locali è divenuto una delle mete più conosciute e maggiormente gettonate. Di giorno è possibile cogliere l’animo moderno e vivace del quartiere, il suo lato artistico e alla moda, capace di adattarsi a tutte le tasche. Di sera viene fuori lo spirito trasgressivo di Chueca, con i suoi locali, i suoi bar, i suoi sex club. Un esempio perfetto è rappresentato dal Nike, un'osteria spagnola di giorno, pronta a trasformarsi in un bar gay col calare della notte.

Il tour notturno parte da Plaza de Chueca (qui si trova la stazione della metropolitana, fermata Chueca) sulla quale affacciano alcuni dei bar preferiti dalle lesbiche come il Truco e l’Escape.  Uno dei locali più famosi di Madrid è senza dubbio il Black & White, che oltre a proporre ottimi cocktail e buona musica, offre spettacoli di drags, strippers e trasformisti tutti i giorni della settimana. Altro locale interessante è il Delirio dove si vocifera sia facile flirtare. 

Madrid, però, non è solo Chueca. Negli ultimi anni  si sta assistendo alla riscoperta del quartiere Lavapiés sempre più apprezzato ed amato dalle lesbiche. Questo rione, infatti, col suo carattere moderno e tranquillo viene spesso preferito al Chueca, considerato più per i suoi eccessi che per lo spirito che esso incarna.

Probabilmente il fascino di Madrid sta proprio in questo carattere dalle mille sfaccettature, capace di incuriosire, attrarre ed entusiasmare sempre più visitatori. In qualsiasi quartiere si vada non sarà difficile, camminando per le strade, ascoltare fuoriuscire dai locali la musica di Raffaella Carrà, anche in Spagna vera icona del mondo gay.

Si scrive Madrid LGBT, si legge Chueca Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 1 voti.
Articolo pubblicato il
Si scrive Madrid LGBT, si legge Chueca
apri
Offerte di viaggio