Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Scooterino: la app per passaggi su 2 ruote

Nasce Scooterino: basta un click per offrire passaggi su due ruote da una parte all'altra di Roma

Scooterino: la app per passaggi su 2 ruote

Questa città e questo traffico mi distruggono! Quante volte abbiamo esclamato questa frase, immersi nel caos delle grandi città, soprattutto nell’ora di punta?

Il problema degli ingorghi stradali e della mancanza di mezzi pubblici, però, potrebbe ben presto essere risolto da Scooterino. Di cosa si tratta? Di una nuova applicazione per smartphone, ideata per richiedere e offrire passaggi da una parte all’altra della città.

Scooterino, infatti, dopo Enjoy, Car2Go e Uber, è solo l’ultima applicazione, in ordine di tempo, a sbarcare a Roma, una soluzione non solo per gli abitanti ma anche per i tanti turisti spesso spaventati, e intimoriti, dal grande traffico e dalla difficoltà di spostarsi per la Città Eterna in quasi tutte le ore del giorno.

Sulla scia del successo riscosso da Bla Bla Car – per condividere in compagnia i viaggi da una città all’altra – Scooterino si appresta a invadere le vie di Roma, per un trasporto veloce e sicuro.

Contando già più di 1000 iscritti al sito web, la app mette in contatto passeggeri e scooteristi che si dirigono nella stessa direzione, consentendo loro di dividere tragitto e spese.

La città ti stressa? Concediti una vacanza, con noi costa meno!

Inoltre, non di poco conto in una metropoli come Roma, l’utilizzo di Scooterino consente di ridurre l’inquinamento, dimezzando il tempo di percorrenza tra uno spostamento e un altro, oltre a rappresentare un nuovo mezzo di trasporto alla portata di tutti.

Il servizio, attivo dalle 08.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 21.00, è davvero semplice ed efficiente: l’utente, scaricando l’applicazione sul proprio smartphone, richiede un passaggio a uno scooterista e subito, in tempo reale, può conoscere a quanto ammonti il rimborso spese suggerito.

Se l’importo è ritenuto equo, si accetta il passaggio offerto e, solo una volta giunti a destinazione, lo scooterista viene rimborsato proprio grazie all’app, collegabile sia a una ricaricabile prepagata, sia a una carta di credito.

Gli scooteristi – con almeno 21 anni d’età - dal canto loro, s’impegnano a guidare con prudenza, a rispettare i limiti di velocità, ad assicurare i propri scooter e a far indossare un casco omologato ai passeggeri. I drivers saranno abilitati al servizio di scooter sharing solo dopo aver superato la fase di test imposta dalla compagnia.

Ma come è nata l’idea di Scooterino? Il suo “inventore” è Oliver Page, ha solo 22 anni, è nato a Roma da genitori americani e ha compiuto i propri studi in ambito internazionale.  Page, infatti, spiega che «da imprenditore, vedo i problemi come opportunità e l’Europa ha qualche situazione da risolvere. Lavoravo al lancio di una startup a San Francisco, ma quando ho avuto l’idea di Scooterino ero a Roma per visitare la mia famiglia che vive qui. Aspettavo il pullman che, ovviamente, non arrivava. Vedevo sfrecciare tutti questi scooter verso di me e ho pensato che di sicuro qualcuno stesse andando nella mia stessa direzione. Ho lasciato il mio lavoro in California: mi sono voluto buttare dentro questa idea».

Page, però, sottolinea come la community di Scooterino non sia a scopo di lucro. Infatti, in caso d’incidente – che, seppur guidando con le opportune cautele, potrebbe egualmente verificarsi – a coprire le spese del passeggero, sarà l’assicurazione personale dello scooterista. 

E, proprio per evitare che qualche scooterista troppo furbo approfitti di Scooterino per trasformare l’attività saltuaria in una lucrativa, il founder ha previsto un pannello di controllo per monitorare il flusso di passaggi dati e ricevuti.

Così facendo, se gli amministratori dell’app dovessero accorgersi che uno scooterista ha raccolto un’eccessiva somma di denaro in un ristretto lasso di tempo, sarà prontamente cancellato dalla community. Perché lo scopo è condividere e non creare un "facile" business.

E, date queste ottime premesse, di sicuro Scooterino proverà a rivoluzionare il sistema dei trasporti nella Capitale e, chissà, magari sarà facilmente applicabile anche alle altre città italiane, a quelle che, più di altre, ogni giorno devono fare i conti con un numero sempre più crescente di "viaggiatori" da accontentare.

Scooterino: la app per passaggi su 2 ruote Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 4 voti.
Articolo pubblicato il
Scooterino: la app per passaggi su 2 ruote
apri
Offerte di viaggio