Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Scambio case: l'alloggio low cost è servito

In vacanza senza pagare l'alloggio? Con l'house swapping è possibile, scambiate casa e via in vacanza dove volete, senza costi, ma solo con un po' di buon senso

Scambio case: l'alloggio low cost è servito

La possibilità di viaggiare in tutto il mondo senza doversi preoccupare delle spese per alloggiare in hotel o di quale ostello sia migliore, è il sogno di tutti i veri viaggiatori.

Questo sogno è da qualche anno diventato realtà, grazie all' house swap, una tecnica che consente di non rinunciare alle comodità di una “vera casa”, con quadri e fotografie alle pareti, librerie piene, un comodo divano, l’arredamento tipico di un posto e la calda accoglienza delle mura domestiche.

Ma nel concreto, in cosa consiste l' house swap? Questo, altro non è, che un sistema grazie al quale le persone possono scambiare, letteralmente, la propria abitazione con quella di altre persone in un qualsiasi posto del mondo, evitando così gli onerosi costi di pernottamento in una struttura alberghiera.

Questo metodo alternativo per viaggiare di casa in casa è già attivo in circa ottanta Paesi nel mondo e le adesioni aumentano ogni anno, ovviamente bisogna possedere un appartamento ed essere registrati ad un sito specializzato per poter partecipare al meglio.

Alcuni dei migliori siti di house swapping sono:

La registrazione ad uno dei tanti siti specializzati in genere comporta:

  • l’inserimento di informazioni personali per presentarsi al meglio agli altri “viaggiatori tra case”, illustrando le proprie preferenze circa le mete di scambio, il numero di viaggiatori e tutto ciò che può essere utile a dare una visione più completa di se e dei propri gusti di viaggio;
  • l’inserimento di una descrizione dettagliata del proprio appartamento/casa, indicando il numero di posti disponibili, la possibilità di portare animali, l’eventuale uso di auto e bici, ma soprattutto tante foto per mostrare la propria ”mercanzia”;
  • il pagamento di una quota d’iscrizione annuale che vi consente di pubblicare il vostro annuncio e di visualizzare quelli degli altri utenti alla ricerca di una “nuova casa per le vacanze”. L’iscrizione, una tantum, può variare, anche sostanzialmente, da sito a sito, infatti alcuni la prevedono solo a scambio avvenuto, altri, addirittura ne fanno a meno.

In genere lo scambio di case può avvenire secondo due modalità:

  • lo scambio simultaneo: due famiglie si scambiano la rispettive case nello stesso periodo, per cui la casa è totalmente a disposizione degli ospiti;
  • lo scambio differito: ovvero, le persone effettuano lo scambio in periodi differenti, in questo caso, spesso, durante il soggiorno, la famiglia che mette a disposizione la propria casa è presente.

È facile intuire che questa idea di vacanza low cost si stia diffondendo sempre più negli ultimi anni, sia perché permette di risparmiare, aspetto da non sottovalutare specialmente in questo periodo di crisi globale, sia perché regala la sensazione di vivere un’altra vita, in un altro luogo.

Ovviamente, per cercare di garantire un’esperienza di qualità, tutti i siti dedicati adottano un sistema di rating, sia per gli appartamenti che per gli “scambisti”. Tutte le persone che vivono questo tipo di esperienza sono solite rilasciare commenti, quindi nessuna sorpresa all’arrivo e neppure al rientro a casa. Inoltre, per i più sospettosi, con circa 30€ (prezzo medio), alcuni siti offrono anche la possibilità di stipulare un’assicurazione contro eventuali incidenti.

Sicuramente qualcuno si starà domandarsi: ma è sicuro l’house swap?

Come qualsiasi cosa anche qui c’è un minimo di rischio, ma il manuale del buon barattatore di casa da un suggerimento tanto semplice quanto utile, ovvero, contattare persone che hanno alle spalle un alto numero di scambi e recensioni positive, in quanto rappresentano il modo migliore per valutare l’affidabilità delle persone.

Al di la dei vari consigli, per sentirsi più sicuri è molto importante scambiarsi quante più informazioni possibili con i nuovi possibili inquilini del vostro appartamento. Così facendo sarà possibile conoscere, almeno un po’, i prossimi inquilini, e forse riuscirete a lasciarvi alle spalle quella sgradevole sensazione di ospitare persone totalmente sconosciute.

In realtà questa è una prassi che fa parte del processo stesso, infatti, tra lo scambio di informazioni, l’accordo sulle date, richieste e suggerimenti aggiuntivi, spesso passa anche qualche mese, tutto tempo utile a conoscersi meglio.

Lo scambio case quindi, non è solo un modo per viaggiare low cost, ma una vera e propria filosofia di viaggio, che vi permette di vivere i posti in modo nuovo, differente, ma soprattutto vi consente di conoscere nuove persone e sentirvi un po’ più cittadini del mondo.

Quindi, se amate le nuove sensazioni ed odiate gli alberghi, quale modo migliore di un house swapp per una vacanza indimenticabile?
Scambio case: l'alloggio low cost è servito Valutazione: 4.40 su 5 Basato su 10 voti.
Articolo pubblicato il
Scambio case: l'alloggio low cost è servito
apri
Offerte di viaggio