Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Sarzana: in Italia il primo comune con "area selfie"

Buone notizie per tutti gli appassionati di selfie: a Sarzana, Liguria, ora ci sono ben 4 aree dedicate

Sarzana: in Italia il primo comune con "area selfie"

Foto: Marco Verch (Selfie Stick in Rom) [CC BY 2.0], via Wikimedia Commons

Se molte città stanno bandendo i selfie e i selfie-stick, in Italia esiste un comune che, invece, intende sfruttare questa moda per incentivare il turismo del suo centro storico: Sarzana. Disteso alle spalle del capoluogo La Spezia, questo piccolo comune ha deciso di dedicare ben 4 aree selfie a chi non vuole rinunciare a comunicare agli amici e ai parenti la sua posizione attraverso un autoscatto o, come si chiama oggi, un selfie.

Perché vietare un’attività innocua e, comunque, vantaggiosa per la promozione turistica? Deve aver pensato questo il sindaco di Sarzana, Alessio Cavarra, quando ha deciso di deliberare la creazione delle quattro selfie area all’interno del territorio comunale: Piazza Matteotti, piazza Garibaldi, Fortezza Firmafede e piazza Calandrini le aree destinate ai fotografi estemporanei che con il loro smartphone possono contribuire a diffondere la bellezza di Sarzana in rete, incrementando la popolarità di questo paese sulle colline liguri.

Il progetto non è nato per caso e non è stato improvvisato, anzi, è frutto di un lungo periodo di studio e di lavoro che ha visto coinvolto anche uno dei mass-mediologi più conosciuti in Italia, Klaus Davi, che è stato scelto dal comune per realizzare un’idea che rendesse virale l’estate sarzanese. Detto, fatto: nel centro città sono apparsi in pochi giorni dei cartonati che indicano la presenza della Selfie Area davanti ai monumenti e alle attrazioni più importanti della città.

Il sindaco, intervistato a pochi giorni dal lancio dell’iniziativa, definisce il progetto un successo rivendicando il primato della sua città, prima in Europa a dotarsi delle selfie area. Anche l’UNESCO ha premiato quest’idea a costo zero per il comune e con una grande forza: diffondere nel mondo la cultura, anche attraverso i selfie, strumento di comunicazione popolare, può portare solo benefici senza arrecare nessun danno ai monumenti, garantendo una straordinaria campagna di marketing.

Un’iniziativa simile non poteva che spaccare l’opinione pubblica sarzanese: c’è chi elogia l’intraprendenza del sindaco per valorizzare la città e chi, invece, si mostra piuttosto critico nei confronti dell’idea, che a detta di molti ha sottratto fondi importanti che sarebbero dovuti essere destinati al decoro della città.

Tuttavia, anche le critiche sembra giochino a favore del sindaco e di Klaus Davi, che conosce perfettamente le dinamiche dei media moderni, tanto che il mass-mediologo in conferenza stampa ha dichiarato di essere felice di ricevere anche pesanti critiche, perché sono un ottimo veicolo pubblicitario per la diffusione dell’iniziativa.

Bene o male, purché se ne parli, quindi, l’importante è che l’immagine di Sarzana diventi virale nel web e che si trasformi in un “caso estivo” di cui parlare e sembra che l’obiettivo sia stato raggiunto: in spiaggia o al bar, in ufficio o sui giornali, questo è diventato uno degli argomenti di discussione più frequenti.

Come se non bastassero le aree selfie, è stato anche indetto un concorso che al termine dell’estate premierà gli autori degli scatti più belli e originali condivisi nella rete sui social network. La giuria sarà composta da membri d’eccezione, tra cui spiccano il critico d’arte Vittorio Sgarbi e il sottosegretario di Stato alla Giustizia Cosimo Maria Ferri.

 

Un’iniziativa originale, alternativa, che invece di inibire l’uso del selfie e dei cellulari lo incoraggia per esportare nel mondo la bellezza di Sarzana e dei suoi monumenti, a pochi passi dalla splendida costa ligure.

Sarzana: in Italia il primo comune con "area selfie" Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 3 voti.
Articolo pubblicato il
Sarzana: in Italia il primo comune con "area selfie"
apri
Offerte di viaggio