Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Roscon de Reyes: dolcezza regale della tradizione spagnola

Cosa succede quando storia, religione e cucina si uniscono? Semplice, nasce il Roscon de Reyes, un dolce tutto da gustare... facendo attenzione al fagiolo

Roscon de Reyes: dolcezza regale della tradizione spagnola

Il giorno de “Reyes” (dei re Magi in italiano) non è festa senza questo dolce che si può trovare in tutte le case spagnole. Il 6 di gennaio il Roscon de Reyes è senza dubbio il re della casa, non solo in Spagna ma anche in altri paesi dell’America latina come il Messico, la Colombia o l’Argentina, dove è stato importato. Viene preparato anche in Portogallo durante gli stessi giorni.

Per conoscere le sue vere origini, che al contrario di quello che molte persone credono non hanno alcun fondamento religioso, dobbiamo fare un salto indietro fino al II secolo a.C., quando nel mese di dicembre si organizzava una festa per celebrare la fine del lavoro nei campi e del periodo più buio dell’anno e l’inizio di quello della luce, in omaggio a Saturno dio dell’agricoltura.

Tra tutte le pietanze che venivano preparate durante questi giorni c’era una torta di miele ripiena di datteri, fichi o frutta secca. Più tardi all’interno di questo dolce venne introdotto un fagiolo come simbolo di fortuna e chiunque, mangiando il Roscon, lo avesse trovato veniva nominato “il re dei re” ed avrebbe avuto un anno di prosperità.

Con il passare del tempo e con l’avvento della religione cristiana, molte tradizioni di quel tempo sono scomparse ma quella del Roscon de Reyes è stata mantenuta fino ad arrivare ai giorni nostri. In Francia fu una tradizione legata ai reali ed all’aristocrazia ed è nelle famiglie appartenenti a queste fasce di popolazione che i membri si riunivano per mangiare il dolce e vedere chi fosse il fortunato che trovava il fagiolo. In Francia questa usanza cominciò ad essere conosciuta come “il Re del fagiolo” (le Roi de la fave).

Re Magi ed il fagiolo, i protagonisti nascosti del RosconFu uno dei cuochi della corte del re francese Luigi XV che, per accontentare il monarca, introdusse una moneta d’oro nel Roscon de Reyes. Questa modifica al dolce tradizionale fu introdotta in Spagna dal re Filippo V e con il tempo la tradizione è andata cambiando ancora. Nel secolo XIX la moneta d’oro fu cambiata con una statuetta in ceramica raffigurante uno dei tre re Magi e con gli anni il significato del fagiolo ha assunto un valore negativo. Infatti ora chi trova il fagiolo all’interno della propria porzione di Roscon deve, secondo tradizione, pagare l’intero dolce acquistato e chi, invece, trova la statuetta ha il diritto di indossare la corona di carta che solitamente addobba ogni Roscon, diventando così il re del gruppo.

Questo dolce che rappresenta la corona reale è decorato con frutta candita a rappresentare i gioielli della corona e la statuetta rappresenta invece una piccola sorpresa nascosta al suo interno.

Si può senza dubbio dire che in Spagna durante il “dia de Reyes” non c’è una sola persona che non assaggi il Roscon de Reyes, per golosità, tradizione o per scaramanzia, sperando di sentirsi re o regina almeno per una volta.

Roscon de Reyes: dolcezza regale della tradizione spagnola Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 3 voti.
Articolo pubblicato il
Roscon de Reyes: dolcezza regale della tradizione spagnola
apri
Offerte di viaggio