Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Roma: al via le misure di sicurezza straordinarie per il Giubileo

Predisposto dal Ministero dell'Interno il programma per rafforzare il livello di protezione dei luoghi più interessati dal 65° Giubileo Straordinario Universale

Marco Minei
Roma: al via le misure di sicurezza straordinarie per il Giubileo

Il 23 novembre è la data che ha segnato l’entrata in vigore del piano di sicurezza per il Giubileo.

A pochi giorni dall’apertura della Porta Santa in piazza San Pietro, prevista per l’8 dicembre, le misure per la salvaguardia della capitale si rafforzano ulteriormente.

Il Giubileo della Misericordia è stato indetto da Papa Francesco per consentire a tutti i credenti un momento di raccoglimento al fine di invocare la misericordia non soltanto per i più deboli ma anche per quanti sono normalmente confusi e infelici.

L'avvenimento porterà nella Città Eterna diversi milioni di pellegrini. Nel clima di paura che si respira in queste settimane dopo le stragi che hanno insanguinato la Francia, la Siria, il Mali e diversi altri paesi, l’allerta per un evento così importante è molto alta.

Come si legge dal sito del Ministero dell’Interno si provvederà all'assunzione straordinaria di 2.500 unità delle Forze di Polizia (1.050 Polizia di Stato, 1.050 Carabinieri e 400 Guardia di Finanza) che dovranno presidiare non solo le zone sensibili della città ma anche i mezzi di trasporto e le periferie. I pattugliamenti saranno potenziati ovunque, soprattutto sui bus e sulla metro, dove agenti in divisa saliranno per garantire la sicurezza dei passeggeri.

Per quanto riguarda i mezzi pubblici è stato varato anche il piano di Atac (Agenzia del trasporto autoferrotranviario del Comune di Roma) che prevede l’utilizzo di oltre 3000 telecamere collegate alla centrale operativa di Termini e centinaia di sensori anti – intrusione. Installate inoltre anche speciali colonnine S.O.S. nelle maggiori fermate della metro capitolina cominciando dalla tratta Termini – Cipro per poi essere attivate su tutto il resto della rete. Da segnalare infine la presenza di guardie giurate accompagnate da cani addestrati ai controlli in pubblico da impiegare alle stazioni di Colosseo, Termini e Spagna.

Sorvegliati speciali saranno l'aeroporto di Fiumicino, i principali monumenti romani dal Colosseo alla Fontana di Trevi, i percorsi sul Tevere e le vie battute dai pellegrini per raggiungere Roma. Attenzione particolare sarà rivolta anche ai luoghi di ritrovo come concerti, manifestazioni ed incontri calcistici.

Naturalmente sarà Piazza San Pietro la zona più presidiata. Già dal 22 novembre infatti sono attivi cani anti- esplosivi e metal detector.

L’8 dicembre infine scatterà la no-fly zone che prevede il divieto di sorvolare la città da parte di aerei ultraleggeri e di droni, con la possibilità di abbattimento di questi ultimi in caso di necessità.

"Questo Giubileo non si terrà né in un'area definita, né in un tempo breve: è un evento che si prolungherà per 350 giorni, con picchi sia riferiti alla complessità degli eventi che al numero dei turisti che si sommeranno ai pellegrini: la primavera sarà uno dei momenti più problematici, con la Settimana Santa, la Pasqua e il tempo dell'anno con più turisti a visitare i musei e i beni culturali" ha spiegato il prefetto di Roma e commissario per il Giubileo, Franco Gabrielli. 

“Per questo motivo moduleremo gli interventi e le iniziative anche a seconda della complessità degli eventi e abbiamo immaginato una sorta di 'classifica' degli eventi, da quelli straordinari con oltre 300.000 persone ad altri meno impegnativi. Il cuore della gestione laica del Giubileo sarà sotto la direzione della Prefettura, cui spetta il coordinamento operativo. Se ci saranno criticità di ordine e sicurezza pubblica” ha concluso Gabrielli,  “la gestione tecnica-operativa passerà alla Questura, mentre quella politica-amministrativa rimarrà alla Prefettura".

Tutte queste misure sono volte per far si che l’Anno Santo, che si concluderà il 20 novembre del 2016, non diventi un pretesto di odio e violenza ma solo un momento di preghiera e scambio culturale tra popoli provenienti da tutte le parti del mondo legati dalla stessa fede.

Roma: al via le misure di sicurezza straordinarie per il Giubileo Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 4 voti.
Articolo pubblicato il
Autore: Marco Minei
Roma: al via le misure di sicurezza straordinarie per il Giubileo
apri
Offerte di viaggio