Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Ritardi aerei: ai rimborsi ci pensa AirHelp

Dalla Silicon Valley ecco la app a firma italiana che con un clic permette di ottenere i rimborsi in caso di ritardi aerei o voli cancellati

Ritardi aerei: ai rimborsi ci pensa AirHelp

AirHelp è la nuova utilissima app che in pochi minuti e una manciata di clic permette di chiedere il rimborso in caso di volo aereo in ritardo o cancellato, secondo quanto disposto dalla norma europea Compensation Regulation (EC) No 261/2004.

Nata nella Silicon Valley, luogo mitologico in cui vengono incubate gran parte delle innovazioni tecnologiche mondiali degli ultimi anni, la startup proprietaria del progetto porta la firma italiana ed è stata co-fondata dal giovane Daniele Campisi.

 

La Carta dei Diritti del Passeggero

Per regolarizzare il mercato e ridurre al minimo i disagi dei viaggiatori che ogni giorno sono vittime dei ritardi, l’Unione Europea ha stabilito delle linee guida precise entro cui è possibile chiedere e ottenere rimborsi e indennizzi di varia entità.

Generalizzando, l’Europa ammette il risarcimento se la compagnia aerea non ha dato comunicazione almeno due settimane prima ai suoi passeggeri in caso di volo cancellato o se, in alternativa, il volo subisce un ritardo di almeno 3 ore sull’orario schedulato.

Ovviamente la norma è molto più ampia e capillarizzata e prevede delle differenze tra voli a medio o lungo raggio, UE o Extra-UE ma questa indicazione sommaria è un ottimo punto di partenza per avere una prima conoscenza dei diritti inseriti nella Carta dei Diritti del Passeggero, disponibile in tutti gli aeroporti e di cui non tutti i viaggiatori sono a conoscenza, rinunciando quindi a chiedere quanto gli spetta.


Come funziona AirHelp

Proprio tra le "pieghe" di questa Carta dei Diritti si colloca l’applicazione, utile a sveltire la procedura burocratica per l’inoltro della domanda di indennizzo e risarcimento. Attualmente l’app è disponibile per i sistemi operativi iOS e Android, ma il servizio AirHelp è fruibile anche attraverso il sito internet.

Il team di AirHelp si prende carico di tutti gli oneri amministrativi e burocratici dell’inoltro della domanda, che passa automaticamente in mano ai legali della startup che si occupano di mandare avanti la pratica e di far ottenere il risarcimento.

In caso di vittoria, AirHelp trattiene il 25% dell’importo rimborsato come quota di servizio per il lavoro svolto, ma alleggerisce l’impegno del passeggero.

È, inoltre, possibile controllare in qualsiasi momento lo stato di un volo, presente o passato: AirHelp è in grado di fornire tutte le indicazioni sulla fattibilità o meno del ricorso, evitando inutili perdite di tempo per domande non eleggibili.

Un ritardo o una cancellazione sono sempre dietro l’angolo per chi viaggia in aereo, ma AirHelp è l'innovativo strumento a portata di smartphone per risolvere qualsiasi imprevisto legato al volo aereo, per iniziare e concludere i vostri viaggi serenamente.

Ritardi aerei: ai rimborsi ci pensa AirHelp Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 3 voti.
Articolo pubblicato il
Ritardi aerei: ai rimborsi ci pensa AirHelp
apri
Offerte di viaggio