Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Prosit: top ten dei vini da tavola

Il gusto, la convivialità, la tradizione: tutto questo nel vino da tavola. Ecco la classifica dei migliori dieci marchi

Prosit: top ten dei vini da tavola

Cosa c’è di più raffinato dell’abbinamento appropriato del vino alle pietanze? Quante volte ci è capitato di vedere il sommelier che annusa una coppa e la solleva per esaminare il liquido contenuto in trasparenza? Magari ci è parso esagerato o ridicolo, oppure siamo rimasti intimiditi da questo rituale così severo o dall’eleganza dell’ambiente in cui viene effettuato.  Di sicuro siamo incuriositi e ci interesserebbe conoscere i criteri di valutazione del vino e le proprietà che consentono di associare ogni tipo a determinate pietanze.  

Vediamoli insieme e cerchiamo di stilare una classifica con i migliori dieci vini da tavola. Forse non avremo occasione di comprarli mai,  ma faremo un figurone con i nostri amici quando potremo discuterne esibendo una discreta competenza.  

Ma cosa significa vino da tavola?

Secondo le nuove linee normative contenute nel Decreto Legislativo 61/2010 (subentrato alla Legge 164/1992) e che disciplinano la produzione dei vini,   la dizione “vino da tavola” è considerata obsoleta e va sostituita dal termine “vino” senza ulteriori specificazioni.

Nelle 4 tipologie oggi accettate e rappresentate all’interno di una piramide, quelli degli ex vini da tavola sono quelli di livello più basso. Ciò non significa necessariamente scarsa qualità, ma semplicemente un vino senza DOP/IGP, che non ha un preciso legame con il territorio. Se viene rivendicato l’uso di un particolare vitigno si parla di “vini varietali”.

La distinzione più comune del vino da pasto è:

  • Vino bianco che presenta un colore giallo con varie tonalità (paglierino, ambrato, verdolino, dorato etc.) e profumo floreale o fruttato. Si accoppia a pietanze a base di pesce , molluschi o crostacei, ma anche a carni bianche o, più generalmente, a piatti di rapida cottura. Viene servito ad una temperatura tra gli 8° e i 14.

Tra i migliori vini bianchi:

  1. Emilia Romagna - Ortrugo: prodotto sui colli piacentini, colore paglierino, profumo delicato, retrogusto amarognolo, frizzante;
  2. Liguria - Pigato: vino ligure dal colore giallo paglierino e profumi della macchia mediterranea. Secco. Non va invecchiato molto (preferibilmente non oltre i tre anni) perché può alterarsi nel gusto;
  3. Campania - Falanghina: vino prodotto nell’area flegrea e sul monte Taburno, dal colore paglierino, profumo fruttato  e gusto intenso. Secco.

  • Vino rosato che presenta, appunto, un colore rosa chiaro o cerasuolo e un caratteristico profumo fruttato. Si accompagna a primi piatti conditi con sughi leggeri e ai salumi. Viene servito ad un temperatura compresa tra 10° e 14°.

Tra i migliori vini rosati:

  1. Puglia - Negroamaro del Salento:  non solo rosso, ma anche rosato. Vino molto versatile che si accompagna bene a molte pietanze. Raggiunge una gradazione alcolica di 14°;
  2. Abruzzo - Cerasuolo d’Abruzzo:  vino dal caratteristico sapore con note di mandorla e frutti rossi;
  3. Emilia Romagna - Lambrusco di Modena: vino frizzante dall’intenso odore fruttato.

  • Vino rosso  che varia dalla tonalità rubino a quella porpora e da una grande varietà di profumi. Le caratteristiche maggiori sono la morbidezza del gusto e la corposità.  Si abbina alle carni rosse, alla cacciagione, ai formaggi  e alle preparazioni che prevedono una cottura prolungata. Viene servito a una temperatura tra 14° e 20°  

Tra i migliori vini rossi

  1. Veneto – Bardolino: prodotto nella provincia di Verona, di colore rosso rubino che vira al granato dopo l’invecchiamento, dal profumo delicato e di gusto leggermente frizzante. Gradazione alcolica 11°;
  2. Piemonte – Barolo: prodotto in Piemonte, dal colore rosso granato con riflesso aranciato e dal profumo intenso e persistente, dove le componenti dure (come l’acidità) sono compensate da quelle morbide (alcoliche) in un perfetto equilibrio. Gradazione alcolica 13°;
  3. Sicilia - Nero d’Avola: vino siciliano dal colore rubino, dal gusto fruttato e un profumo dalle caratteristiche note speziate. Gradazione alcolica 13°;
  4. Veneto - Amarone della Valpolicella: vino passito prodotto in Veneto, dal colore rosso carico e dal gusto intenso. Gradazione alcolica fino a 16°.

Questa è solo una piccola selezione dei tanti vini gustosi da portare sulla nostra tavola e la scelta è difficile. Un consiglio? Decidete sempre in base al vostro gusto personale e …in alto i calici. Prosit!

Prosit: top ten dei vini da tavola Valutazione: 4.33 su 5 Basato su 15 voti.
Articolo pubblicato il
Prosit: top ten dei vini da tavola
I Più Letti
  • del giorno
  • della settimana
apri
Offerte di viaggio