Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Piccoli consigli per affittare case in Germania

Volete sapere come affittare casa in Germania in tutta sicurezza? Tra siti web, passaparola, annunci sui quotidiani, scopriamo il mondo delle case in Germania

Piccoli consigli per affittare case in Germania

Sempre più persone, soprattutto in tempo di crisi, alla ricerca di un posto di lavoro e spinti dalla speranza di un futuro migliore, decidono di dare una svolta alla propria vita, abbandonare il proprio paese d’origine e volare via dal proprio nido per approdare in Germania.

Questo grande Paese, ricco di storia, bellezze architettoniche, cultura, immensi spazi verdi, città e borghi caratteristici, si presenta come una nazione ricca e produttiva, con bassi livelli di disoccupazione e un settore lavorativo in costante espansione.

Vivere in Germania, quindi, dove i salari sono più alti rispetto a Italia, Francia e Spagna - solo per citare alcune nazioni europee – in una terra le cui le condizioni di vita e lavorative sono nettamente migliori, rappresenta un vero e proprio trampolino di lancio verso una nuova vita. 

Ma per vivere in Germania, imprescindibile, oltre al posto di lavoro, è la ricerca di un alloggio soddisfacente. Il mercato delle case in Germania offre in ogni città alloggi interessanti, di diverse dimensioni e per differenti esigenze, ma la ricerca di una sistemazione può rivelarsi un incubo per chi non ha familiarità con la lingua e con i contratti di locazione.  

Ecco alcuni consigli:

  • Innanzitutto, ricordate che nessuno affitterà la propria casa a chi non dimostri di poter vantare un lavoro stabile, di percepire uno stipendio adeguato alla propria sussistenza e a chi si sia trovato, anche momentaneamente, nelle black list dei cattivi pagatori. Le regole, qui, sono piuttosto ferree ed è bene saperlo in anticipo.
  • Prima di affittare casa in Germania, inoltre, è opportuno procedere a una serie di attente valutazioni: l’alloggio deve avere due o più stanze? Deve essere in centro o in periferia? E’ preferibile una sistemazione piuttosto cara in centro città oppure una più abbordabile, dal prezzo modico ma lontano dai principali punti di ritrovo?

Queste domande, all’apparenza banali, in realtà, sono quelle con cui dovremmo confrontarci non appena messo piede in Germania. I prezzi delle case ovviamente differiscono molto a seconda delle zone e in base alla maggiore o minore distanza dal centro e dalle principali attrazioni.

  • Le case in Germania possono essere di tre tipi: zimmerfrei, case ammobiliate e non ammobiliate. Le prime, indicate per brevi vacanze - e pertanto, sconsigliate per le lunghe permanenze - in realtà, sono semplici stanze con bagno in camera, arredate in modo più che spartano.

Le case ammobiliate, dotate di tutti i comfort, hanno, però, costi alquanto elevati. A questo punto, direte voi, è preferibile un alloggio non ammobiliato? Non sempre, perché questi ultimi - pur essendo in numero maggiore rispetto ai primi – sono privi di qualsiasi apparecchiatura o orpello: non ci sono tende, letti, tavoli o lampadari. Quindi, oltre alle normali utenze, dovrete sommare i costi per rendere – anche minimamente vivibile – la vostra casa in Germania.

Fatta più di una necessaria premessa, vediamo da dove partire per andare alla ricerca di case in Germania.

Se siamo ancora nel nostro paese d’origine, il web può rivelarsi un ottimo alleato. Ecco i migliori siti su cui orientare la nostra ricerca:

Germania.realigro.it è il sito migliore per affittare case in germaniaI primi tre in lingua tedesca possono creare non pochi problemi a chi non conosce perfettamente il tedesco; il quarto (Mitwhonzentrale.de) è anche in inglese, mentre l’ultimo, in lingua italiana, oltre ad essere quello più completo, consente una navigazione a 360°, illustra le principali caratteristiche degli immobili, suddividendoli per fasce di prezzo e a seconda della regione in cui si trovano.

Spesso, però, sia gli annunci online sia quelli sui quotidiani, riportano alcune sigle identificative accanto ad ogni immobile.

E così, EBK, indica un alloggio con cucina componibile; NK sta a indicare che per la casa sono previste spese aggiuntive; KT indica il versamento della cauzione; ZH segnala la presenza del riscaldamento centralizzato; KM, l’affitto senza ulteriori spese e, infine, WM, l’affitto comprensivo di spese.

Se, invece, vi trovate già in Germania, oltre agli annunci pubblicitari online, sui maggiori quotidiani e sulle riviste specializzate e, soprattutto, grazie al passaparola tra vicini, conoscenti e amici, sarà molto più semplice visionare case e scegliere quella adatta alle vostre esigenze.

Se poi, non avete il tempo materiale per spulciare uno a uno gli annunci delle offerte, altra via percorribile è quella di rivolgersi a un’agenzia immobiliare.

Professionale, seria e capillare sul territorio, l’agenzia vi proporrà la soluzione ideale, quella che offre il miglior rapporto qualità-prezzo, in base alle direttive da voi fornite. L’agenzia ha, però, un grosso inconveniente: la Provision, consistente nelle spese d’agenzia, le quali spesso possono raggiungere cifre importanti, cui poi vanno sommate spese eventuali e cauzione. Affittare una casa in Germania, quindi, potrebbe rivelarsi anche molto costoso.

Questo, il quadro generale e il punto di partenza per cercare case in Germania e affittarle in tutta sicurezza: tra documenti richiesti e pratiche burocratiche da espletare, l’impresa, non è facile ma, sicuramente non è impossibile. Basta stringere i denti, vagliare tutte le opzioni e scegliere quella che – tra tutte – meglio rappresenta i nostri desideri: perché trovare casa potrebbere essere il primo passo verso la nostra nuova vita!

Piccoli consigli per affittare case in Germania Valutazione: 4.93 su 5 Basato su 14 voti.
Articolo pubblicato il
Piccoli consigli per affittare case in Germania
apri
Offerte di viaggio