Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Parigi vista dalla Tour Eiffel

Ammiriamo Parigi dall'alto della Tour Eiffel. La "Dama di Ferro" è oggi ancor più bella e affascinante grazie ai recenti lavori di ammodernamento del suo primo piano

Parigi vista dalla Tour Eiffel
Parigi, "ville lumière", romantica e poliedrica, eclettica e antica capitale europea, città ricca di storia, di arte, grande centro culturale e metropoli multietnica proiettata nel futuro.

E' qui che ogni anno più di 28 milioni di persone arrivano per viistare alcuni dei luoghi più famosi al mondo, grandi musei, come il Louvre, il Museo d'Orsay, la celebre Cattedrale di Notre Dame, e per vivere quell'atmosfera unica che si respira passeggiando fra le sue belle piazze, le sue strade che si riempiono dell'odore dei croissant appena sfornati e dei colori dei quadri dei tanti pittori e artisti che trovano in Parigi e nei suoi magici scorci la primaria fonte di ispirazione. E naturalmente per guardare tutto questo dall'alto di quello che da oltre un secolo è il suo simbolo per eccellenza: la Tour Eiffel.

Costruita completamente in ferro dall'ingegnere francese Gustave Eiffel  (Digione, 1832 – Parigi, 1923) tra il 1887 e il 1889 in occasione dell'Esposizione Mondiale, sorge fiera da 125 anni occupando l'elegante spazio di Champ de Mars, sulla Rive Gauche della Senna, il lato cosiddetto "intellettuale", a sud del fiume, dove si concentrano molti degli edifici che rappresentano la parte culturale della città: la Sorbona - la più antica università del mondo - e l'altro punto panoramico di Parigi, la torre del quartiere latino di Montparnasse, fulcro della vita artistica della capitale francese, punto d'incontro da sempre di artisti, poeti e letterati di ogni epoca e movimento artistico e letterario.

La tour eiffel in tutta la sua altezza
Dall'alto dei suoi 324 metri di altezza, Parigi, infatti, sembra essere ai suoi piedi, l'abbraccia circondandola con le sue tante bellezze. Salendo attraverso i diversi piani - a piedi per i più allenati, o in ascensore - è possibile ammirare un panorama sulla città a 360 gradi: guardando in direzione nord-ovest, al di là della Senna lo sguardo attraversa il fiume e va sulla Rive Droite, fino ai monumentali Jardins du Trocadéro - uno spettacolo di fontane e sculture - che ospitano anche l'Acquario di Parigi e il palazzo Chaillot, sede di numerosi musei. Girando di 180 gradi, in direzione sud-est, ci si affaccia sulla meraviglia dello Champ de Mars e il bel edificio dell'Ecole Militaire, mentre guardando a nord, al di là del fiume si intravede il Louvre, fino a scorgere ai confini della città, dietro il quartiere a "luci rosse" di Pigalle, la collina di Montmartre su cui svetta la Basilica del Sacré - Coeur.

Splende la Basilica del Sacro Cuore dall'alto della collina di Montmartre
Ma la Tour Eiffel non è solo "bella fuori". Costituita da 3 piani, di recente il primo piano è stato oggetto di un importante restauro che l'ha resa anche innovativa. Chi si arrampicherà sulla celebre "Dama di Ferro" da oggi al primo livello triverà uno spazio interamente rinnovato, innovativo e culturalmente interessante che regalerà l'emozione di camminare "sospesi" a 57 metri d'altezza. Il pavimento, interamente di cristallo trasparente, trasforma la visita in un'esperienza unica e dando nuovo lustro al primo piano, finora snobbato dai visitatori più interessati alla vista panoramica che si ammira dal secondo e dal terzo.

Ma non finisce qui. Sullo stesso livello è stato creato anche un circuito culturale, negozi, un ristorante, bar e una sala conferenze. Sostituite con pannelli in vetro anche le vecchie griglie di protezione e, aspetto ancor più importante, la Torre è diventata in parte ecosostenibile grazie all'installazione di 4 pannelli solari che coprono la metà del fabbisogno delle due sale principali: Eiffel e Ferrè, che verranno presto integrati con due pale eoliche. E' anche dotata di una cisterna che recupera l'acqua piovana per il funzionamento delle toilette. E' stata, infine, creata una speciale rampa per consentire l'accesso al primo piano anche alle persone diversamente abili.

Parigi vista dal nuovo pavimento della Tour Eiffel

Un investimento importante, da 31 milioni di euro, nulla in confronto ai 73 milioni di euro annui (dato 2013) che fattura con i soli ingressi la Torre più famosa del mondo, un progetto che guarda al futuro e che ha così contribuito a rendere ancor più interessante la permanenza del vasto pubblico che ogni anno visita la Tour Eiffel (6.5 visitatori in media), portando la cultura anche nel "cuore" della struttura per chi, oltre ad affacciarsi sulla meraviglia di strade, giardini, chiese e palazzi di questa incredibile città, voglia affacciarsi anche all'interno.

Ed è da qui, dall'interno, che è possibile carpirne la sua vera essenza, quella di un monumento così antico, in continua evoluzione per rivolgersi a chiunque voglia passare una giornata diversa, vivendo Parigi dalla Tour Eiffel, guardandola attraverso quel magico gioco di imponenti e armonici pilastri, a suo tempo così sapientemente, e per sempre,  messi insieme.
Parigi vista dalla Tour Eiffel Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 9 voti.
Articolo pubblicato il
Parigi vista dalla Tour Eiffel
apri
Offerte di viaggio