Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Palermo: cuore della Sicilia normanna

Un tuffo nella Palermo normanna, tra cupole, affreschi, mosaici, palme e splendide architetture alla scoperta della storia di un popolo

Palermo: cuore della Sicilia normanna
Palermo, città di cultura, centro ricco di storia, di colori, di bellezza e di contraddizioni, Capitale della Sicilia normanna, gioiello in cui l'arte e l'architettura si ammirano ad ogni angolo, si respirano in ogni vicolo, mischiati alle grida dei bambini che giocano in strada e al profumo di arancini e di panelle appena fritte.

Ed è qui che cibo, carattere, storia e l'assetto urbano di questa città rispecchiano il suo popolo, quello stesso popolo il cui sangue è mischiato con tante diverse genti provenienti dal Mediterraneo e da altri mari più lontani, così come i Normanni che qui, in questa isola felice, trovarono una delle proprie case.

Nel 1061 i Normanni sbarcarono a Messina e solo dopo tre anni tutta la parte nord orientale dell'isola era stata conquistata mentre Palermo fu assediata dieci anni più tardi nel 1071.

La particolare Chiesa della Martorana, Palermo

Il nostro itinerario a Palermo, la città siciliana che presenta maggiormente l'influsso normanno, inizia nei pressi della stazione centrale, su Piazza Bellini dove sorge la Chiesa della Martorana, tra le più affascinanti chiese bizantine che esistono in Sicilia.

Il pregevole mosaico con Ruggero il Normanno incoronato da Gesù Cristo, Chiesa della Martorana - Palermo

Costruita nel 1143 per volere di Giorgio d'Antiochia, ammiraglio al servizio di Ruggero II, detto il normanno, il campanile è la porta di accesso all'edificio. L'interno presenta una pianta a croce greca dove si ammirano due pregevoli decorazioni a mosaico che raffigurano Ruggero II incoronato da Gesù Cristo e Giorgio d'Antiochia. Le parti superiori delle pareti e della cupola sono interamente rivestite di decorazioni del periodo bizantino e i mosaici che rappresentano il Cristo con i quattro arcangeli e patriarchi sono i più antichi dell'isola.

La Chiesa di San Cataldo in tutto il suo normanno splendore - Palermo

Sempre in Piazza Bellini si trova  la piccola Chiesa di San Cataldo, riconoscibile dalle sue tre cupole rosse. Edificata per volere dell'ammiraglio Majone di Bari intorno al 1155 e la sua struttura è a forma di parallelepipedo. Lungo le facciate presenta delle arcate cieche dove sono i finestroni e attorno alle cupole è presente un elegante parapetto in stile arabo. L'interno, diviso in tre navate presenta pareti appositamente lasciate con i mattoni a vista la cui unica nota decorativa è costituita dal pavimento in marmo in cui sono inseriti dei mosaici .

Nei pressi delll'ospedale dei bambini (di Santa Cristina) visitiamo la chiesa di San Giovanni dei Lebbrosi , eretta nel 1071 da Roberto il Guiscardo sui ruderi di un vecchio castello arabo. La chiesa sorge al centro di un meraviglioso giardino di palme ed è adornata dalle tipiche cupole rosse.

San Giovanni dei Lebbrosi, Palermo

Ci dirigiamo verso Piazza Indipendenza dove s'incontra l'ingresso della Cappella Palatina, ubicata al primo piano del Palazzo dei Normanni. Consacrata nel 1143 e dedicata da Ruggero II a San Pietro apostolo, l'edificio presenta una pianta basilicale ed è composto da tre navate. Molto suggestiva la meravigliosa pavimentazione a mosaico e il soffitto in legno intarsiato e decorato, ma l'immagine di maggiore impatto è il Cristo Pantocratore benedicente all'interno della cupola, realizzato secondo i più classici canoni bizantini.

L'affresco del Cristo Pantocratore benedicente nella Cappella Palatina, Palazzo dei Normanni - Palermo

Palazzo dei Normanni è la più antica residenza reale d'Europa. Qui nel secolo scordo, durante una serie di indagini archeologiche vennero rinvenute le oscure prigioni politiche, la stanza dei tesori all'interno di una torre, i resti di preziosissime decorazioni a mosaico ed in stucco e vari trabocchetti, trappole nascoste per scoraggiare i nemici che volessere fare ingresso nell'edificio.

Veduta aerea del grande Palazzo dei Normanni a Palermo

Uscendo dal Palazzo si scorgono le cupole rosse di San Giovanni degli Eremiti. Splendido esempio di chiesa a croce latina, la sua cupola più alta, in stile gotico, riveste il ruolo di torre campanaria e presenta quattro aperture sormontate da un arco a sesto acuto. L'interno a navata unica è caratterizzato da estrema semplicità ed armonia, senza decorazioni né abbellimenti. Nel chiostro della chiesa si trova uno splendido giardino voluto dal re Ruggero II, racchiuso da una cinta muraria che lo custodisce come un piccolo tesoro.

Palermo, gioiello del mediterraneo, è una città tutta da scoprire, accogliente e solare sempre, in ogni stagione, per un viaggio indimenticabile tra paesaggi di una bellezza unica alla ricerca di particolari atmosfere che solo la Sicilia normanna può regalare.

Palermo: cuore della Sicilia normanna Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 3 voti.
Articolo pubblicato il
Palermo: cuore della Sicilia normanna
apri
Offerte di viaggio