Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Non solo sci: alla scoperta di Rivisondoli

Rivisondoli non è solo una rinomata meta per gli amanti degli sci. Scopriamo insieme quello che offre il piccolo borgo abruzzese per un weekend di relax e avventura da organizzare tanto nella stagione estiva, quanto in quella autunnale o primaverile.

Sara Fusco
Non solo sci: alla scoperta di Rivisondoli

Rivisondoli, grazioso borgo di settecento abitanti della provincia de L'Aquila, rinomato soprattutto per i suoi numerosi impianti sciistici, d'inverno si ripopola con l'arrivo dei visitatori che partono per una settimana bianca da passare sulle splendide piste innevate dei dintorni, facendo del turismo invernale il principale motore della propria economia. Ma Rivisondoli è anche altro.

Ricco di testimonianze di un antico passato e di paesaggi mozzafiato anche nelle altre stagioni, Rivisondoli, al turista più attento e meno interessato agli sport invernali, offre una vacanza all'insegna del relax e della natura.

Situato nel Parco Nazionale della Majella, questo piccolo centro abruzzese è la meta ideale per gli amanti del trekking e delle passeggiate alla scoperta di spazi verdi e della natura incontaminata. Molte sono, infatti, le possibili  escursioni da effettuare in totale libertà su sentieri segnalati o seguendo itinerari organizzati da percorrere a piedi, in bici o, perché no, a cavallo.

Salendo sulle cime dei monti del Parco il panorama è unico, soprattutto se si raggiunge il magnifico Altopiano della Cinque Miglia, dove non è difficile ammirare alcuni esemplari di una fauna selvatica rara, come l’affascinante orso bruno marsicano. Le passeggiate possono essere più o meno impegnative in questa zona, con percorsi adatti a tutta la famiglia, bambini e anziani inclusi, oppure dedicati a chi è più allenato e in cerca di emozioni forti. L'importante è sempre attrezzarsi con scarpe comode, fiato e voglia di avventura: ogni cosa bella merita una piccola fatica.

Chi preferisce, oltre a godere dell’aria pura di montagna, visitare luoghi con atmosfere d’altri tempi, potrà riscoprire il centro storico di Rivisondoli: il borgo medievale conserva ancora i resti e le architetture tipiche della sua formazione originaria. Le cinte murarie sono distrutte, ma è possibile ritrovarne le tracce nelle due grandi porte d’accesso: Porta Antonietta e Porta di Mezzo.

Il paesino offre ad un occhio attento, anche numerose testimonianze di altre epoche, soprattutto del suo sviluppo settecentesco rappresentato da abitazioni con fregi in pietra e portali decorati come Casa Torre o Casa Ferrara da ammirare passeggiando fra le strette e caratteristiche vie del centro, dove si trovano anche, nella parte più alta, il signorile Palazzo Baronale e la cinquecentesca Chiesa di Santa Maria del Suffragio.

Quadro della Madonna di PortellaLa punta di diamante della memoria storica di Rivisondoli è però l’arroccato Santuario della Madonna della Portella: dalla struttura essenziale, il suo valore è legato al quadro della Madonna presente al suo interno e alla leggenda che ha voluto restasse lì. Sono molti i riti caratteristici legati al Santuario come il "Passalacqua" del Lunedì in Albis e il pellegrinaggio de "I nove giorni".

Per chi, invece, non può fare a meno degli sci, ma non vuole rinunciare ad un pizzico di cultura e di immersione nella tradizione locale, da non perdere il Presepe Vivente: un appuntamento con la storia e la religione che fin dagli anni ‘50 va in scena il 5 gennaio a cui si affiancano una serie di quadri animati a tema e in cui l’ultimo nato del luogo viene "eletto" momentaneamente al ruolo di Gesù Bambino. Se siete fuori stagione, potrete respirare l’aria di quel momento attraverso il Museo Civico dell’Arte Presepiale con cimeli, presepi artigianali e le opere raffigurati la rappresentazione vivente.

Non solo sci: alla scoperta di Rivisondoli Valutazione: 4.75 su 5 Basato su 4 voti.
Articolo pubblicato il
Autore: Sara Fusco
Non solo sci: alla scoperta di Rivisondoli
apri
Offerte di viaggio