Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Narni: dove natura, arte e storia si intrecciano

Alla scoperta di uno dei più bei borghi italiani, tra rovine, monumenti, natura e segrete intrise di mistero...

Narni: dove natura, arte e storia si intrecciano
Narni è una meravigliosa città medievale che sorge sulle sommità di un colle che domina la pianura di Terni, lungo l'antica Via Flaminia ed ha ispirato il celebre romanzo fantasy di C.S. Lewis "Le cronache di Narnia".

In antichità questa splendida città si chiamava Nequinum, poi si è passati a Narnia e gradualmente, a partire dal XIII secolo, il nome è infine cambiato in Narni.

I luoghi e i monumenti d'interesse che si possono visitare sono svariati. 

  • Le rovine del Ponte di Augusto del 27 a. C. di epoca romana, utilizzato per attraversare la gola creata dal fiume
  • Il Palazzo dei Priori e la Torre Campanaria
  • Il Palazzo Comunale, chiamato anche Palazzo del Podestà o del Vicario, costruito nel 1273
  • La Rocca di Albornoz, costruita attorno al 1370 da Ugolino Montematre per commissione del cardinale Egidio Albornoz e restaurata di recente

La splendida Rocca Albornoz di Narni che domina dall'alto la valle ternana

  • Il Museo Eroli dove è conservata una pala d'altare dell'Incoronazione della Vergine del Ghirlandaio e l'Annunciazione di Bernozzo Gozzoli, entrambe commissionate dal Cardinale Berardo Eroli
  • ll Teatro Comunale Giuseppe Manini
  • L'Acquedotto romano della Formina: costruito nel 27 d. C. sotto l'Impero di Tiberio, è lungo più di 10 km e si possono effettuare visite guidate durante i mesi primaverili ed estivi, attraverso una galleria lunga circa 700 metri
  • La fonte Feronia, fonte di acqua di origine preromana, dedicata alla dea Feronia, protettrice dei boschi e delle messi
  • Il castello di San Girolamo: situato nei dintorni di Narni, è un antico convento francescano, di cui oggi rimane solo la chiesa, il campanile e qualche altro elemento che è stato incorporato nell'attuale costruzione risalente al XIX secoloAlcuni resti della torre merlata dell'affascinante Castello di San Girolamo, nei dintorni a NarniFoto di Federica di Gangi

Addentrandosi nei boschi, è possibile  ammirare l'imponente Ponte Cardona, risalente alla Roma Imperiale ed usato per portare l'acqua potabile alla città. A pochi passi si trova la segnaletica che indica che quello è il centro esatto dell'Italia.Avvolto nei boschi di Narni l'imponente Ponte Cadorna        Foto di Federica di Gangi

Negli scorsi mesi vi è stata, infatti, un'accesa diatriba tra la cittadina narnese e quella di Rieti, la quale quest'ultima, era considerata fin dai tempi antichi l'Umbilicus Italiae, proprio come è indicato in diverse lingue sulla targa di marmo collocata in Piazza San Rufo nel cuore di Rieti.Il luogo in cui si pensa sia geograficamente il Centro d'Italia - Foto di Federica Di Gangi


Oltre alle meraviglie e agli splendidi paesaggi che si possono osservare dalle balconate, vi è una Narni più misteriosa, Narni Sotterranea,  che cela i suoi segreti risalenti al periodo buio della Chiesa.

Nel 1979, dopo due secoli d'oblio, grazie alle indicazioni di un signore, un gruppo di sei giovani speleologi si calarono in un cunicolo e iniziarono ad esplorarlo, scoprendo i sotterranei di San Domenico e le segrete dove operava la Santa Inquisizione di Narni.

Oggi un gruppo di volontari si occupa della salvaguardia, della valorizzazione e delle visite guidate aperte al pubblico di questo incredibile sito archeologico che ha ancora molto da svelare.
Il segreto splendore di Narni SotterraneaOgni anno, a partire dall'ultima settimana di aprile fino alla prima domenica di maggio, si svolge la rievocazione storica in costume in onore del patrono di Narni, San Giovenale e la Corsa all'Anello che coinvolge tutti i narnesi e i turisti curiosi che accorrono per partecipare a questo che è uno degli eventi più importanti della città.

Narni, inoltre, è uno dei borghi più belli d'Italia, un luogo in cui il tempo sembra essersi fermato ed è assolutamente una meta da non perdere se si è appassionati di natura, arte e mistero che ancora aleggia nelle segrete adoperate dalla Santa Inquisizione. 

Narni: dove natura, arte e storia si intrecciano Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 5 voti.
Articolo pubblicato il
Narni: dove natura, arte e storia si intrecciano
apri
Offerte di viaggio