Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Musei da cani!

Siete in giro per i musei d'Europa? Eccone alcuni in cui potranno entrare anche i vostri cuccioli pelosi

Musei da cani!
Se fido è diventato il vostro migliore amico, al punto che non riuscite a separarvi da lui neppure quand'è tempo di vacanza, dovete solo rimboccarvi le maniche e trovare la soluzione più congeniale a entrambi.

Che vi siano strutture ricettive e alloggi (alberghi, campeggi, ecc.) propensi ad accogliere anche gli animali domestici nelle principali località turistiche è una cosa risaputa. Ma quello che forse non tutti sanno, e che potrebbe stupire ovviamente in positivo anche il turista più scrupoloso, è che tra i musei ospitati dalle grandi capitali europee ve ne sono alcuni aperti anche agli amici a quattro zampe.

Ebbene sì, è proprio vero! I frequentatori più assidui di musei, dunque, prima di partire per un viaggio all'insegna dell'arte, potranno vagliare le alternative disponibili e scegliere quella che permetterà loro di portare anche il proprio cucciolo.

A questo proposito, è interessante sapere che non tutte le nazioni d'Europa sono disposte a far entrare gli animali in musei, siti archeologici e luoghi di rilievo artistico. Per esempio, in Danimarca è assolutamente vietato entrare con cani, gatti e altri animali domestici, anche se tenuti in braccio o al guinzaglio. Nei musei parigini, invece, gli unici ammessi sembrano essere i cani d'accompagnamento ai non vedenti.

Se, per caso, vi trovate a soggiornare in Austria prendete in considerazione, per il vostro tour museale il Domgrabung Museum, Museo degli Scavi del Duomo. Il vostro fido o micio potranno ammirare insieme a voi il giardino botanico e il parco, purché rimangano tranquilli.

Potrete visitare il Museum der Moderne Salzburg Moenchsberg e il Museum der Moderne Rupertinum tenendo il vostro cane in braccio, oppure usufruendo del servizio di dogsitting presso l'infopoint.

Sarebbe un peccato congedare, poi, questa splendida nazione, "patria della musica", senza fare un salto alla Mozarts Wohnhaus, la residenza della famiglia Mozart: anche qui porterete i piccoli amici, ugualmente appollaiati tra le vostre braccia e sempre munendovi dell'indispensabile (paletta e sacchetto) per rimediare a eventuali deiezioni da parte loro.

Adagiati negli appositi trasportini o opportunamente tenuti al guinzaglio gli amichetti pelosi vi potranno accompagnare nelle visite alla volta dei musei più famosi della Baviera, dove però viene accettato un solo cane per gruppo. La Germania si distingue da sempre per la sua particolare simpatia nei confronti degli animali ed è per questo che luoghi molto celebri culturalmente sono pronti ad aprire le porte anche a loro. Si pensi al Deutches Museum, nelle cui sale sono racchiuse opere frutto di invenzioni che hanno condizionato lo sviluppo dell'umanità.

Recentemente, anche l'Italia ha mostrato una certa flessibilità riguardo all'ingresso degli animali nei musei. In alcune regioni, come la Toscana, a voi e al vostro accompagnatore privilegiato verrà riservata un'accoglienza tranquilla, a patto che si tratti di un animale non aggressivo. Ciò vi sarà possibile se, ad esempio, vi troverete a visitare i Musei Minerari di Massa oppure il Museo Archelogico di Vetulonia. Anche l'Emilia Romagna è piuttosto aperta ai turisti a quattro zampe. Ve ne accorgerete recandovi al Palazzo Milzetti Museo dell'Arte Neoclassica, dove essi potranno entrare senza problemi.

Qualunque museo scegliate di visitare insieme al vostro animaletto, ricordate sempre di entrare in punta di...zampe!
Musei da cani! Valutazione: 4.00 su 5 Basato su 1 voti.
Articolo pubblicato il
Musei da cani!
apri
Offerte di viaggio