Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Musèe d'Orsay, impossibile farne a meno

Non si può sfuggire ai capolavori impressionisti conservati in questo gioiello architettonico di Parigi. Ecco alcune indicazioni sui suoi tre piani

Musèe d'Orsay, impossibile farne a meno


Se siete a Parigi non potete evitare di fare una visita ad uno dei musei più famosi al mondo: il Museo d'Orsay. Posto in un'ex stazione ferroviaria, è uno scrigno prezioso con una ricchissima collezione di arte impressionista e post impressionista. L'edificio è a rue de la Légion d'Honneur, 1 e il museo è visitabile il martedì, il mercoledì, il venerdì, il sabato e la domenica dalle 9.30 alle 18.00, mentre il giovedì fino alle 21.45. Per arrivare, prendete la linea 12 della metro fermata Solferino o la RER linea C fermata Musee d'Orsay.

Entrati nel museo, passeggiare tra le sculture al pianoterra sotto l'immensa volta in vetro e acciaio sembrerà strano, pochi musei possono sfruttare la luce naturale e affiancarla a quella artificiale per illuminare al meglio i propri capolavori. Poste su differenti livelli le statue della seconda metà del XIX secolo vi sembreranno in posa per essere ritratte e infatti non è raro incontrare qualche giovane artista intento a copiarne le linee. Proseguendo nelle altre sale fermatevi e ammirate le opere degli Impressionisti come l'Olympia di Manet e L'origine del mondo di Courbet, particolare di un nudo estremamente realistico che suscita ancora sconcerto.

Se volete proseguire la visita in senso cronologico salite al primo piano e fatevi prendere dalla sensazione di sfogliare un libro di storia dell'arte: i quadri che sono qui sono tra i più famosi e forse tra quelli maggiormente riprodotti su magliette, segnalibri e cartoline. La colazione sull'erba e Il balcone di Manet, Bal du moulin de la Galette di Renoir, La classe de danse di Edgar Degas, La donna con l'ombrello e varie versioni de La Cattedrale di Rouen di Monet, e molti altri che appartengono ormai ad un immaginario collettivo. Sarà una vera emozione guardare dal vivo questi capolavori, non lasciatevene sfuggire neanche uno.

Salite al piano intermedio che coserva opere meno ariose ma più seducenti. Scoprite le influenze giapponesi nei quadri di Vuillard e Bonnard, esponenti del gruppo di artisti art nouveau, noto come Nabis. Van Gogh, Gauguin, Cezanne vi faranno impazzire con i loro colori e le pennellate differenti. Ammirate anche il terrazzo delle sculture affacciato sulla Senna con opere di Rodin tra cui il famoso Ugolino. Infine non perdete le sale dedicate all'arredamento e agli oggetti in stile art nouveau, sono elementi che meritano uno sguardo attento.

Il museo non vi sembrarà grande ma non ne uscirete prima di due ore o molto di più dipende da quanti e quali dipinti vi rapiranno. Buona visione.

Musèe d'Orsay, impossibile farne a meno
Articolo pubblicato il
Musèe d'Orsay, impossibile farne a meno
apri
Offerte di viaggio