Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Monte Roraima: confine naturale tra Brasile e Venezuela

Il Monte Roraima, confine naturale che separa Brasile e Venezuela è uno dei monti che offrono i paesaggi più surreali al mondo,luoghi unici, tutti da scoprire!

Monte Roraima: confine naturale tra Brasile e Venezuela

Il Monte Roraima, tipico tepui, una montagna rocciosa dalla cima appiattita, con i suoi quasi 2800 metri d'altezza sovrasta la Gran Savana e costituisce un confine naturale tra lo stato brasiliano e quello venezuelano.

Senza ombra di dubbio questo tepui è uno dei più famosi e visitati del mondo, meta prediletta per chi adora il trekking e desidera esperienze avventurose.

Panorama dal Monte Roraima: confine naturale tra Brasile e VenezuelaMolte sono le guide locali pronte a condurre i visitatori all'esplorazione di questo affascinante luogo attraverso tour organizzati.

In qualunque parte della Gran Savana ci si trovi è impossibile non lasciarsi incantare dalla vista di questo immenso monte che, insieme agli altri che lo affiancano e lo circondano, forma un labirinto di valli, gole e altipiani.
Il suo nome dall'unione delle parole “roroi” e “ma” che vogliono dire “blu-verde” e “largo”.

La sua precisa ubicazione è nell'estremo nord dell'Amazzonia brasiliana, al confine con il Bolivar,  Venezuela e lo stato di Guyana.

Prepararsi per un escursione al Monte Roraima significa attrezzarsi di tutto punto con abbigliamento pesante ed impermeabile.

Il clima sul monte varia, infatti, dai 5 ai 36 gradi e le piogge sono quasi incessanti.

Anomaloglossus roraima: rara e piccola rana rotolante parte della fauna del Monte RoraimaSono proprio queste piogge a dar vita alle numerose cascate che, disseminate su tutto il territorio, generano affascinanti giochi d'acqua.

Salendo lungo il monte ci si imbatte in un a folta vegetazione, la tipica giungla, dove vivono piante carnivore introvabili altrove.

Anche la fauna del maestoso Monte Roraima offre qualcosa di unico, un piccolissimo esemplare di rana di colore nero -  Anomaloglossus roraima - che si muove in modo strano, non saltando ma rotolando.

Lo spettacolo più interessante è offerto dalla sua vetta. La cima piatta, situata al culmine di una ripida parete rocciosa, permette una vista davvero mozzafiato e rappresenta essa stessa un vero e poprio capolavoro della natura.

I suoi 50 km di lunghezza costituiscono il vero e proprio confine naturale tra Brasile e Venezuela e la sua superficie, prevalentemente rocciosa, ricorda quella lunare: un paesaggio caratterizzato da crateri, grotte, archi e statue di pietra scura scavate dal vento e corrose dalle acque piovane.

Particolare dei quarzi della Valle dei Cristalli, sulla cima del Monte RoraimaUn altro elemento caratteristico di questo monte è la “Valle dei Cristalli”, una distesa di quarzi puri che impreziosiscono il paesaggio come se fossero un gioiello.

Non meno affascinante è il colpo d'occhio offerto da quello che viene definito “labirinto”: un centinaio di metri quadrati di pietra nera tagliata in cubi dal vento.

Anche se il Monte Roraima, sembra inesplorabile e la sua vetta irraggiungibile, a causa delle sue dimensioni imponenti e dal suo aspetto roccioso, in realtà scoprire la sua intrinseca bellezza è facile, grazie ai sentieri predisposti e alla disponibilità delle guide locali che aiutano i gruppi di esploratori a fare la conoscenza di quello che è il confine naturale più bello del mondo.

Monte Roraima: confine naturale tra Brasile e Venezuela Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 2 voti.
Articolo pubblicato il
Monte Roraima: confine naturale tra Brasile e Venezuela
apri
Offerte di viaggio