Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Manhattan in 48 ore

Due giorni a Manhattan girando alla scoperta dei luoghi, dei quartieri, delle strade e dei locali storici dell'isola urbana più famosa al mondo

Manhattan in 48 ore

Lower Manhattan

Manhattan, cuore di New York , è un luogo affascinante per la sua moltitudine di culture, i suoi grattacieli sfavillanti e le svariate di possibilità che offre.

Cominciamo il nostro itinerario da Lower Manhattan, luogo dove sorge Wall Street con i suoi agguerritissimi uomini dell'alta finanza che ogni giorno corrono per le strade con le loro 24 ore.

Wall Street, il cuore finanziario di New York

Addentrandoci tra le piccole vie secondarie che conducono a Broadway, l'arteria principale del quartiere e passeggiando verso nord è possibile ammirare la Trinity Church e la St Paul Chapel per poi proseguire verso la caotica Canal Street di Chinatown, piena di venditori ambulanti intenti ad offrire imitazioni di marchi famosi.

Svoltiamo in Elisabeth Street per visitare Nolita, il luogo dove è cresciuto Martin Scorzese. Una curiosità: il famoso regista da piccolo faceva il chirichetto alla St Patrick's Cathedral, un edificio del 1815 in stile italo-irlandese.

Continuaiamo lungo Prince Street per arrivare a Bowery Street, detta "The Bowery", una delle principali strade di Manhattan dove ha sede il New Museum of Contemporary Art. Formato da sette parallelepipedi bianchi impilati l'uno sull'altro in modo disordinato, ospita mostre contemporanee di artisti affermati ed emergenti. Un tempo la zona era frequentata da homeless e prostitute e a testimonianza di questo suo degradato passato sono tanti qui i vecchi edifici coperti di graffiti che stonano accanto  ai nuovi condomini.

Dopo un buon pranzo attraversiamo l'East Village fino a raggiungere Alphabet City, chiamata così perché è formata dalle avenue A,B,C e D, una zona oggi rivalutata come testimonia anche il giardino comunitario 6th & B che è stato totalmente riportato a nuova vita dagli abitanti del quartiere.

Tompkins Square Park, Manhattan

Da Avenue B si giunge direttamente ai suggestivi salici piangenti del Tompkins Square Park un luogo storico per la mitica ribellione degli anni '60.

L'indomani la passeggiata per Manhattan prosegue fino a Union Square dove quasi tutte le mattine si trova un colorato mercato all'aperto. Riprendiamo la metropolitana fino ad Harlem.

Un curioso palazzo ad East Harlem, Manhattan

Qui, dopo un pò di shopping sulla 12th Street, raggiungiamo Lenox Avenue, un viale ricco di case d'epoca in arenaria rossa, dove si trova il famoso Lenox Lounge, un locale frequentato in passato da personaggi come Malcolm X e Fidel Castro, dove si ascolta musica jazz bevendo qualcosa nella sua sala in stile retrò.

il famoso Lenox Lounge di Harlem, Manhattan

Continuiamo il  giro per Harlem camminando verso ovest fino a raggiungere Amsterdam Avenue e poi a sud in Morningside Heights per ammirare la Cathedral of St John the Divine e le sue arcate bizantine. Al suo interno si trova il Poets Corner, ovvero un tratto di muro dedicato a scrittori americani come Robert Frost.

Gli interni un pò retrò del il famoso Lenox Lounge di Harlem, Manhattan

Terminiamo la nostra visita riprendendo la metropolitana questa volta fino a Little Korea con la sua rumorose a frenetica 32nd St per visitare la Hun Gallery, uno spazio espositivo di 200 mq che espone alcune opere moderne di ogni genere. Accanto si trova anche il piccolo Lee Young Hee Korea Museum, un tuffo nei colori e nelle tradizioni coreane.

Questo non è che un piccolo assaggio di quel caleidoscopio di genti, locali, strade, palazzi e teatri che è Manhattan, una città nella città, vera anima di New York e meta ideale per chi ama una vacanza in cui è annoiarsi è impossibile!

Manhattan in 48 ore Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 1 voti.
Articolo pubblicato il
Manhattan in 48 ore
apri
Offerte di viaggio