Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Malta e Gozo come Betlemme

Un Natale speciale a Malta e Gozo, per rivivere la Betlemme di duemila anni fa, perdersi tra i presepi viventi e i mercatini, all'insegna della festa più amata

Malta e Gozo come Betlemme

Nel periodo natalizio Malta sveste i panni di meta estiva dalla ricca vita notturna, dalle torride giornate trascorse in barca alla ricerca di meraviglie marine e sfoggia il meglio in fatto di Natale. A Malta infatti questa festività è molto sentita e, nonostante l’isola non rientri nei percorsi più battuti durante l’inverno, è sicuramente uno dei posti dove sentirete il Natale come mai prima. Musiche natalizie si diffondono per le strade a ogni ora; le luci, la neve di polistirolo e gli alberi  – veri, finti, piccoli o giganteschi, di cartone, dipinti sulle vetrine, contornati di lucette e lustrini, proiettate sulle pareti – si assicurano che nessuno, nemmeno per un attimo, dimentichi che la festa più attesa dell’anno sta per arrivare.

Ovviamente Malta rimane un’isola dal bellissimo mare, dalle calette meravigliose, dove è bello immergersi nelle calde estati, ma non delude affatto nemmeno nel periodo natalizio. Le luci che dal tramonto si accendono a Republic Street, a La Valletta, sono bellissime. Inoltre, magnifica ossessione e delizia per i maltesi sono i presepi. Ne vedrete di ogni tipo, dimensione, stile: dal più kitsch al più tradizionale, dai presepi statici, di pietra o legno a quelli meccanici, in cui ogni cosa si muove, l’acqua scorre e il fuoco è acceso. Non si tratta solo di presepi pubblici, allestiti per le strade dalla municipalità, dai centri commerciali o dai negozi, ma anche di presepi privati, preparati con cura dentro garage o visibili dalle finestre lasciate aperte.

Ma se volete davvero il massimo in fatto di presepi visitate il Bethlehem of Ghajnsielem a Gozo, uno dei più bei presepi viventi mai visti. Ghajnsielem è un villaggio che ogni anno dedica al presepe vivente circa 20.000 metri quadrati, ricostruendo la Betlemme che vide nascere Gesù: pastori con il loro gregge, falegnami al lavoro, cavalli che azionano le macine, contadini e ovviamente Giuseppe e Maria con asinello e bue. Un luogo molto suggestivo da visitare e, se si è fortunati e intrepidi, dove poter persino alloggiare. Le camere disadorne e spoglie di un hotel dell’epoca saranno il vostro giaciglio. Senza acqua corrente né luce, con i bagni in comune e nessun confort moderno, se non una brocca d’acqua e una stufa a legna, certo, ma con il sapore della Betlemme di duemila anni fa. Volete mettere?

Dopo una passeggiata nelle vie dello shopping, è d’obbligo sorseggiare una cioccolata calda in uno dei tanti caffè dell’isola e farsi riscaldare dai sapori di una cena di Natale a base di tacchino, patate, pudding, tortini all’inglese e un buon dolce siciliano.

Che poi siate cattolici o semplicemente curiosi, la notte di Natale potete assistere alla messa di mezzanotte. Il rito viene celebrato in tutte le chiese di Malta e durante la messa si rispetta la tradizione, risalente al 1800, di far recitare il sermone in maltese ad un chierichetto scelto mesi prima.

Il giorno di Natale, dopo una notte di buon cibo, canti natalizi e presepi, se siete ancora assetati di buoni sentimenti, non perdete la processione del bambino Gesù, durante la quale i bambini maltesi sfilano vestiti da profeti e altre figure bibliche seguiti da una banda.

Consigliato a chi ama il Natale e soprattutto a chi, suo malgrado, questo amore lo ha un po' perso.

Malta e Gozo come Betlemme Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 1 voti.
Articolo pubblicato il
Malta e Gozo come Betlemme
apri
Offerte di viaggio