Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Maldive: proclamato lo stato di emergenza

La Farnesina sconsiglia la partenza per le Maldive: da mercoledì, infatti, è stato dichiarato lo stato di emergenza nello stato insulare

Maldive: proclamato lo stato di emergenza

Una situazione che è precipitata in poche ore quella delle Maldive. Ieri, infatti, il Parlamento dello stato insulare ha votato all'unanimità la destituzione del vicepresidente Ahmed Adeeb. Mercoledì era già stato proclamato lo stato di emergenza da parte del presidente Abdulla Yameen, per un periodo di 30 giorni con l'obiettivo di ristabilire l'ordine interno. La misura è stata adottata in seguito a una serie di minacce alla sicurezza nazionale avvenute nei giorni scorsi.

La Farnesina sconsiglia, attraverso il sito Viaggiare sicuri, la partenza per il paese, in particolare verso la capitale Malè e le isole, fatta eccezione per quelle che ospitano i resort turistici che non dovrebbero subire particolari conseguenze.
Per tutti gli altri è bene precisare che l'aeroporto internazionale delle Maldive si trova sull'isola di Hulhule, separata dalla capitale: pertanto i voli da e per l'arcipelago non comportano la sosta a Malè.

Cosa sta accadendo di preciso nello stato asiatico?

La settimana scorsa dopo il ritrovamento di una bomba nei pressi del palazzo presidenziale e la scoperta di una cospirazione contro l'amministrazione statale, sono state sospese alcune libertà civili (di movimento, di riunione e di associazione). Inoltre, verranno conferiti maggiori poteri agli organi di polizia che potranno arrestare chiunque sia sospettato di essere un oppositore.

Il provvedimento è arrivato il giorno prima di una manifestazione dell'opposizione a favore dell'ex presidente, Mohamed Nasheed, il "Mandela delle Maldive", arrestato a marzo dopo essere stato esautorato del potere in un sospetto golpe.

Le tensioni politiche del paese, inoltre, si fondono al sospetto di infiltrazioni terroristiche di matrice islamica che, in una nazione a così alta instabilità politica, troverebbero terreno fertile. Sarebbero in aumento, infatti, i flussi di giovani maldiviani che abbandonano la terra natale per combattere al fianco dello Stato Islamico.

Il governo delle Maldive ha fatto sapere, attraverso il ministro degli Esteri Dunya Maumoon, che il paese risulta sicuro per i turisti e che non vi sono rischi, eccezion fatta per la capitale. Trattandosi di una situazione fluida, tuttavia, non è dato sapere l'evoluzione dell'emergenza nei prossimi giorni.

Per tutti i turisti, già presenti in loco, la raccomandazione è quella di seguire le indicazioni delle Autorità locali, compilare il form sulla piattaforma Dove siamo nel mondo ed evitare assembramenti e manifestazioni.

Maldive: proclamato lo stato di emergenza Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 9 voti.
Articolo pubblicato il
Maldive: proclamato lo stato di emergenza
apri
Offerte di viaggio