Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Let's Clean Up per spiagge e fondali più puliti

Salvaguardare l'ambiente? Non solo si può, ma si deve! Nella città campana di Portici, una lodevole iniziativa per ripulire spiagge, fondali e lungomare

Let's Clean Up per spiagge e fondali più puliti

Wake up! Clean Up! No, non si tratta di un nuovo slogan propagandistico o di un partito emergente. E’ l’invito, forte e chiaro, a cambiare, a riprendere in mano il proprio territorio e a ripulirlo dai tanti, troppi rifiuti che, ora dopo ora, cercano di distruggerlo irrimediabilmente.

Per ridurre drasticamente l’abbandono dei rifiuti – per strade, campagne, aree verdi e persino spiagge, fondali e litorali – per preservare il delicato equilibrio della natura, sempre più minacciato e compromesso, ogni anno la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti stabilisce e coordina l’European Clean-up Day, la “Giornata Europea della Pulizia”, definita Let’s Clean Up Europe.


Cos’è il movimento Let’s Clean Up Europe

Negli ultimi anni, l’Europa ha visto un susseguirsi di azioni mirate alla salvaguardia e alla tutela dell’ambiente, necessarie per sensibilizzare cittadini e istituzioni sul delicatissimo tema dell’abbandono di scorie e rifiuti. L’European Clean-Up Day, con la campagna “Let’s Clean Up Europe!”, mira a coinvolgere quante più persone possibili che, unite insieme per combattere una battaglia comune, possano finalmente rendersi conto del degrado ambientale cui si sta tendendo.

«Alla conferenza internazionale dello scorso gennaio in Turchia ci siamo dati l'obiettivo di un'importante azione l'8 settembre del 2018, ma sono fondamentali anche le tappe intermedie come quella di maggio. Puntiamo – ha dichiarato il coordinatore di Let's Do It! Italy, Vincenzo Capasso – quantomeno a confermare i numeri dello scorso anno».

«Il punto portante – continua Capasso – è attirare l'interesse da parte dei cittadini verso le tematiche ambientali e, nello specifico, per la salvaguardia del mare».


Let's Do It: l'iniziativa di Portici

Ed è proprio in quest’ottica che s’inserisce l’iniziativa Let’s Clean The Mediterranean Sea Together, sposata dal Comune di Portici, antica località balneare nell’età regia e custode di antiche ville e palazzi nobiliari appartenenti al Miglio d’Oro del settecento napoletano.

Con il patrocinio dell’assessorato all’ambiente del Comune di Portici, della Guardia Costiera, con l'Eurosub Diving Center e della Leucopetra, la società leader nel settore di igiene ambientale, domenica 22 maggio dalle ore 09.00, chi vorrà intervenire, equipaggiato di tutto punto con guanti, rastrelli e palette per raccogliere i rifiuti, darà il proprio contributo per ripulire il Molo del Granatello e gli immediati dintorni, considerati tra i tratti di costa più difficili da salvaguardare. E con l’ausilio di sub professionisti si potranno, finalmente, anche ripulire i fondali del mare, invasi da plastica, carta e sostanze inorganiche di vario genere.

Come ben si apprende dalle parole dell’Assessore alla Qualità Urbana, l’avvocato Annarita Formicola «prendersi cura delle spiagge e del nostro mare, evitando il deposito dei rifiuti e differenziando quanto più possibile, dovrebbe essere uno dei primi doveri di un cittadino. Il mare e l’ambiente in generale, sono tesori da salvaguardare e da proteggere, a qualsiasi costo».

L’iniziativa della città di Portici s’inserisce all’interno del più ampio contesto di Let's do It! Mediterranean #LDIMed, la campagna promossa per frenare l’afflusso dei rifiuti e materiali tossici all’interno del Mar Mediterraneo, onde evitare di distruggere un patrimonio ricco di biodiversità come pochi al mondo.

«L’obiettivo – continua ancora l’assessore Formicola – è di sensibilizzare il cittadino, fargli prendere coscienza di un problema che, da anni, è ormai sotto gli occhi di tutti. Serve partecipazione, collaborazione e un pizzico di buon senso. Solo così le nostre acque e le nostre spiagge torneranno a essere accessibili a tuttisoprattutto dopo la revoca del divieto di balneazione relativa alla Spiaggia delle Mortelle».

Ovviamente, il caso di Portici non è certamente l'unico. Solo in Italia, si contano decine di iniziative: da nord a sud del Belpaese, passando per le isole, è tutto un fiorire di campagne volte alla tutela dell’ambiente. 

E mentre Reggio Calabria partecipa al Let’s Clean up con la pulizia del Tempietto, la città pugliese di Giovinazzo si è organizzata per la bonifica del braccio, la diga foranea sul Lungomare Marina Italiana, la capitale ha stupito tutti ancora una volta con la maratona Keep Clean & Run, 350 chilometri tra Marche, Abruzzo e Lazio, passando per città, montagne, boschi e pianure allo scopo di rendere più sano l’ambiente in cui viviamo.

Quindi, non indugiamo oltre! Scegliamo il luogo da cui partire e… Wake Up! Clean Up!

Let's do it! Mediterranean - Portici 2016

Let's Clean Up per spiagge e fondali più puliti Valutazione: 4.88 su 5 Basato su 25 voti.
Articolo pubblicato il
Let's Clean Up per spiagge e fondali più puliti
apri
Offerte di viaggio