Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Le terre del vino in Slovenia

Un viaggio alla scoperta dei maggiori distretti vinicoli della Slovenia dove vengono prodotti vini eccellenti e di fama internazionale

Le terre del vino in Slovenia

La vicina Slovenia, terra di paesaggi montuosi, laghi pittoreschi e grandi foreste, è da sempre un paese molto apprezzato per i suoi ottimi vini.

La produzione di vino interessa gran parte del paese tuttavia possiamo distinguere tre regioni vinicole a loro volta divisibili in differenti distretti. 

Percorriamo dunque insieme le principali strade del vino in Slovenia.

Partiamo dal sud ovest dove è localizzata la regione vinicola Primorska. Qui le viti, favorite dal clima mediterraneo producono vini di fama internazionale.

Caratteristico paesaggio della Primoska, regione vinicola della Slovenia

Una bottiglia di Zelen della Valle del Vipacco - SloveniaLa Primoska è composta da quattro distretti vinicoli:    

- Vipavska dolina (la Valle del Vipacco), che grazie al clima mite viene talvolta chiamata la "California slovena", accoglie vitigni autoctoni come Zelen, Pinela, Klarnica e Pikolit, dai quali nascono i vini omonimi;

-  Goriška Brda (Collio sloveno), al confine con l’Italia dove ci sono i colli adatti alla produzioni di favolosi vini come i bianchi Ribolla,  Chardonnay, Sauvignon, Pinot Bianco e il Pinot Grigio. Anche i vini rossi non scarseggiano con i loro aromi floreali come i famosi Merlot e Cabernet Sauvignon.

- Slovenska Istra (Istria Slovena), nell’entroterra della costa slovena. Qui principalmente si sta affermando la Malvasia.

- Kras ovvero la terra del Carso, detta anche la terra rossa. Qui  i vini dal sapore forte e secco vengono prodotti dall’ uva del vitigno Refosco. Inoltre essi presentano proprietà terapeutiche; un esempio è  il Terrano del Carso che è un ottimo aiuto contro l’anemia e ha funzioni antiossidanti. Dal vino si produce anche il dolce liquore di Terrano, una delle specialità slovene.

Nella parte sudorientale si estende invece la regione vinicola Posavje che  per anni è stata considerata inferiore rispetto alle altre due.

Piccolo villaggio della Posavje, una delle tre regioni vinicole slovene

Tuttavia negli ultimi anni i viticoltori e produttori di vino sono riusciti a guadagnare terreno aggiudicandosi un discreto successo. I distretti vinicoli di questa regione sono:

- Dolenjska ricco di piccoli vigneti. Qui caratteristiche da visitare sono le casette dei viticoltori chiamate zidanice, diventate un elemento tipico di questa zona.  Tra i vini rossi prodotti in questa zona ricordiamo il Zametna Crnina, il Franconia e il Portoghese, tra i bianchi invece lo Chardonnay, il Sauvignon e il Riesling Italico. Sicuramente questo distretto si distingue però per il Cvicek, una cuvée rossastra composta da almeno quattro tipi di vino. Questo vino è stato a lungo considerato di bassa qualità ma la scoperta delle sue proprietà benefiche e grazie al miglioramento della qualità, lo ha reso uno dei vini più amati in Slovenia. Cvicek, una cuvée diventata uno dei vini più amati della Slovenia

- Bela krajina dove negli ultimi decenni sono stati prodotti vini di alta qualità che hanno ricevuto premi e riconoscimenti internazionali. In questo distretto le vendemmie tardive danno come risultato degli squisiti rosé. 

- Bizeljsko-Sremic dove si sono affermati per lo più i vini frizzanti.  

Andiamo all’ultima regione, la più grande, che comprende l’intera zona orientale e nord orientale: Podravje. Qui prevalgono principalmente i vini bianchi, con aromi floreali e fruttati. La regione vinicola Podravje si divide in due distretti vinicoli: Il distretto Štajerska Slovenija che è il più grande della Slovenia e il distretto  Prekmurje, entrambi apprezzati per i vini frizzanti.

Filari nei dintorni di Maribor, una delle capitali del vino sloveno

In quest’area, grazie a un clima temperato ha preso il predominio il vitigno Riesling Italico. Tra i bianchi più importanti ricordiamo il Sauvignon, il Traminer e il Moscato Giallo. Mentre tra i rossi si possono annoverare il Franconia e il Pinot Nero.

Inoltre, qui, nella città di Maribor - capitale del vino insieme alla vicina Ptuji - c'è la vite attiva più vecchia del mondo, 400 anni di età, una vera attrazione per gli appassionati e i tanti turisti che vogliono scoprire di più su questa splendido paese.

Ma il vino non è l’unico diletto per il palato perché la Slovenia è anche una terra ricca di specialità gastronomiche. Soprattutto nelle trattorie insieme a un buon bicchiere di vino potrete gustare deliziosi piatti a base di carne suina come la famosa salsiccia Carniolana, o pasta come gli štruklji, ripieni di ricotta, miele, noci o semi di papavero.

Insomma un viaggio in Slovenia è proprio d’obbligo; non solo per poter apprezzare le sue bellezze naturali e architettoniche ma anche per dare un assaggio agli squisiti prodotti dell’enogastronomia slovena.

Le terre del vino in Slovenia Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 2 voti.
Articolo pubblicato il
Le terre del vino in Slovenia
apri
Offerte di viaggio