Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

Le cascate Vittoria tra Zambia e Zimbabwe

Un'impetuosa esplosione della natura che, tra luce e giochi d'acqua, attraversa i due stati africani

Le cascate Vittoria tra Zambia e Zimbabwe

Non si può non rimanere a bocca aperta quando, entrati all'interno del parco nazionale Victoria Falls, ci si ritrova dinanzi allo spettacolo prorompente delle cascate Vittoria.

Una vera e propria forza della natura, che abbraccia gli stati di Zambia e Zimbabwe, nel sud dell'Africa.

Davide Livingstone memorial, all'interno del parco nazionaleSituate lungo il corso del fiume Zambesi, devono il loro nome all'esploratore scozzese David Livingstone, che le chiamò così in onore della regina d'Inghilterra (nel 1855, anno in cui l'esploratore visitò per la prima volta le cascate, era sul trono proprio la regina Vittoria).

Ma, prima di quella data, le cascate erano già conosciute con il nome Mosi-oa-Tunyafiume che tuona, che perfettamente esprime le sensazioni che si possono percepire avvicinandosi alle cascate: un'immensa nube di gocce di acqua che si forma grazie al salto più alto tra le cascate più famose (130 metri) e che è visibile anche a diversi chilometri di distanza.

La portata massima delle cascate si ha nella stagione umida, ovvero più o meno da gennaio a giugno, quando il livello delle acque sale di molto ed è quasi impossibile vedere la stretta e suggestiva gola nelle quali esse precipitano.

Da settembre in poi, invece, è più facile ammirare anche il paesaggio circostante e godere appieno di questo entusiasmante fenomeno della natura.

L'attrazione - entrata di diritto nel patrimonio salvaguardato dall'UNESCO nel 1989 - ha due entrate, una dal versante dello Zambia e l'altra dal lato dello Zimbabwe, il quale offre sicuramente un panorama più stupefacente, grazie alla sua posizione.

Attraversando, infatti, il Victoria Falls National Park, e dopo aver scatatto una fotografia ai piedi della statua di Livingstone, inizia un percorso ben segnalato, proprio di fronte ai punti di osservazione più spettacolari: il cammino è diviso in sei tappe ideali, che prendono inizio dal Devil's Cataract, dove - in qualsiasi periodo dell'anno - è possibile ammirare l'arcobaleno perenne che nasce dall'incontro dell'acqua con la luce.

Uno dei meravigliosi arcobaleni che caratterizzano queste cascate

E non meravigliatevi se, guardando verso l'orizzonte, tra le tante piccole isolette che si stagliano in cima alle cascate, noterete delle piccole figure muoversi: sono gli abitanti del luogo che, figli di quella natura, si destreggiano con naturalezza tra le acque del fiume per pescare o... semplicemente nuotare!

Proseguite poi con Main Falls, Horseshoe Falls, Rainbow Falls, Armchair Falls e Eastern Cataract, fino ad arrivare al punto dove è possibile attraversare il confine, oppure dare il via a tutta una serie di attività che riempiranno di adrenalina la vostra gita: dal bungee jumping al rafting, fino al giro in elicottero per poter ammirare le cascate dall'alto.

Il ponte che unisce Zimbabwe e Zambia, da attraversare in treno a vapore
Se invece preferite rilassarvi al termine di una giornata emozionante, potete continuare la vostra passeggiata a bordo del treno a vapore che, percorrendo il famoso ponte di ferro, congiunge i due stati.

In ogni caso, non dimenticate impermeabile e macchina fotografica subaquea... un bagno di spruzzi d'acqua e di emozione è assicurato!

Le cascate Vittoria tra Zambia e Zimbabwe Valutazione: 4.00 su 5 Basato su 2 voti.
Articolo pubblicato il
Le cascate Vittoria tra Zambia e Zimbabwe
apri
Offerte di viaggio