Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

La misteriosa Isola di Pasqua

Rapa Nui, o isola di Pasqua, è da decenni meta dei turisti più coraggiosi attirati dal mistero e dal fascino avventuroso che emana

La misteriosa Isola di Pasqua

Uno dei filoni letterari più diffusi e amati al mondo è quello dei romanzi d’avventura che dall’800 in poi ha conquistato lettori grandi e piccoli. Chi non ha mai sognato di girare un mappamondo, scegliere una località a caso, prendere uno zaino e partire, magari col primo mezzo a disposizione? Chi non ha mai sognato di esplorare terre sconosciute, montagne altissime o città straniere, solo per avvertire quel brivido di eccitazione lungo la schiena?

Può sembrare strano, ma sono molti i viaggiatori che decidono di dedicare le proprie vacanze all’esplorazione insolita e molti di questi coraggiosi arrivano nel loro girovagare per il mondo a Rapa Nui, detta anche Isola di Pasqua.

Questo fazzoletto di terra sperduto in mezzo all’Oceano Pacifico che ricorda vagamente un triangolo rettangolo è, infatti, da decenni protagonista di film e romanzi grazie alla sua storia e ai suoi misteri.

Abitata a partire – forse – dall’anno Mille dai polinesiani e scoperta solo nel 1722 nel giorno di Pasqua, da cui il nome, l'sola offre ai turisti la possibilità di immergersi in una cornice splendida per natura e fascino. Atollo vulcanico, oggi quasi del tutto spoglio rispetto al passato a causa della deforestazione indigena, è visitabile in appena un paio di giorni.

Non si troveranno, però, hotel, discoteche, alberghi di lusso o negozi, ma solo un piccolo villaggio e un aeroporto relativamente piccolo inaugurato nel 1967. Cosa spinge allora la gente a venire qui?

La risposta è nella storia di Rapa Nui, incarnata dai giganteschi Moai, statue monolitiche di tufo vulcanico raffiguranti teste umane. Il mistero che si annida in queste imponenti rappresentazioni intriga da anni gli studiosi, che dibattono sull'effettivo significato propendendo chi per una rappresentazione degli antenati, chi per quella di guardiani dell’isola. Comunque la si pensi, è impossibile non rimanere basiti ed affascinati nell’ammirare queste statue che da secoli conservano gelosamente il loro segreto mentre ci guardano in maniera evasiva.

Oltre ai Moai, altro arcano è il Rongorongo, scrittura "molto creativa" incisa su alcune tavolette ritrovate sull’isola, la cui traduzione è ancora fase di studio da parte degli archeologi.

Infine, è possibile visitare anche l’antico luogo dove si teneva l’annuale cerimonia dell’uomo uccello che sanciva, attraverso una prova a volte mortale, chi era l'abitante più coraggioso e che scandiva il tempo rituale del luogo.

Tutti questi misteri sono gli ingredienti che conferiscono all'Isola di Pasqua il suo innegabile fascino. Anche i sognatori più incalliti e gli avventurieri più spericolati dovranno riconoscere la magia di questo luogo che, con la sua indecifrabilità, saprà conquistarsi un posto d'onore nei loro cuori e nei loro ricordi. 

La misteriosa Isola di Pasqua Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 3 voti.
Articolo pubblicato il
Autore: Antonio Aveta
La misteriosa Isola di Pasqua
apri
Offerte di viaggio