Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

La comunità LGBT e la movida della Miami gay

Miami, un passato di città per anziani ad un presente di città giovane e gay-friendly, dove la comunità LGBT è ben inserita

La comunità LGBT e la movida della Miami gay

photo credit: Ted Eytan2011 Miami Thanksgiving 6782, licensed CC BY-SA 2.0


Per molto tempo Miami è stata considerata una città "vecchia" per l'età media dei suoi abitanti e per i turisti che la visitavano, per lo più anziani e pensionati. Oggi tutto è cambiato. Parleremo, infatti della Miami gay-friendly, della città giovane e stravagante, meta di gay e lesbiche che provengono da tutto il mondo. Non a caso, a inizio anni '90, il celebre stilista Gianni Versace la scelse come suo quartier generale: nel 1992 acquistò la villa ribattezzata, Casa Casuarina, dove viveva con il compagno storico, lo stilista ed ex modello Antonio D'Amico. 

Dopo aver accennato ad un personaggio noto che scelse di vivere in una città dove il movimento LGBT è particolarmente radicato, parliamo più dettagliatamente proprio della Miami gay.

>> VOLA A MIAMI E SCOPRI LA DIVERTENTISSIMA E SOLEGGIATA CITTÀ DELLA FLORIDA <<

MIAMI GAY - LA COMUNITÀ

Miami è caratterizzata da una grande comunità LGBT, che vive in questa città o la visita da turista. Il gay-pride di Miami è una festa che si svolge a metà aprile e che è molto sentito dagli abitanti. Non solo una sfilata coloratissima, ma una manifestazione con musica dal vivo, anche in spiaggia, eventi e cocktail, che vede la partecipazione di molte star.

Altro must del circuito delle feste gay qui, è il Thanksgiving's White Party, organizzato a Vizcaya, un palazzo rinascimentale italiano dove 15.000 ragazzi, rigorosamente vestiti di bianco, si ritrovano per festeggiare e per raccogliere fondi per l'Aids.

In questa città gay-friendly, scoperta dagli spagnoli, si sono incontrati e innamorati, ad esempio, Yhoandel Ruiz, di cittadinanza statunitense, e Daniel Zavala, messicano.  I due, sposatisi legalmente a Washington, sono riusciti a vivere insieme sul suolo nordamericano. Si sono conosciuti a Miami nell'estate del 2011: Daniel era venuto a visitare la città della Florida da Monterrey e Yhoandel viveva lì. All'incontro in un bar di Miami Beach, sono seguiti una cena in un ristorante italiano, una crociera nei Caraibi, una sofferta relazione a distanza e il matrimonio celebrato a Washington DC perché in Florida la costituzione proibiva il matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Dalla storia Yohandel e Daniel emerge che le occasioni di incontro in una città vivace come questa, sono davvero tante. Ovviamente la Miami gay ha i suoi luoghi e punti di ritrovo preferiti, proviamo a scoprirne qualcuno.


MIAMI GAY - LA MOVIDA


La movida della città per la comunità LGBT, si concentra soprattutto nell'Art Decò District a South Beach, un'area culturalmente stimolante, che si estende da Ocean Drive e Lennox Avenue alla 23° Strada. Proprio South Beach, posta all'estremo sud di Miami Beach, è la zona di con i locali gay più noti. Pensiamo, ad esempio, al Laundry Bar, locale molto amato dalla comunità lesbica purtroppo chiuso, ma che è ancora attivo nella variante "maschile" in North Beach, il Boy Bar, noto per la serata del cabart del giovedì sera.

Tra i locali gay-friendly di Miami ci sono di certo anche lo Score in Lincoln Road e il Twist, sito in Washington Avenue che sono frequentati da note celebrità come Lady Gaga. Altro luogo molto apprezzato dal movimento LGBT è il Magnum Restaurant and Lounge Piano Bar, famoso per la musica dal vivo, la qualità del cibo e i prezzi abbordabili.

Per quanto concerne le spiagge - e in un approfondimento su Miami l'argomento non può mancare - le più amate sono South Beach, vicina ai migliori locali notturni, e Houlover Beach, probabilmente la spiaggia per nudisti più famosa nel mondo.

 

Il ritratto che emerge di questa cittadina della Florida è quello di luogo aperto, accogliente, vivace, giovane e senza pregiudizi. E probabilmente parlare di Miami gay può sembrare riduttivo e limitante: è più corretto definirla una città friendly.  E chiunque voglia recarsi in un luogo friendly, Miami lo è, credeteci.

La comunità LGBT e la movida della Miami gay Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 2 voti.
Articolo pubblicato il
La comunità LGBT e la movida della Miami gay
apri
Offerte di viaggio