Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

La Befana vien di notte...

Tra rappresentazioni e miti pagani, culti e credenze cristiane, tutte le suggestive leggende legate alla notte tra il 5 e il 6 gennaio

La Befana vien di notte...
La parola Epifania è la traduzione dal greco antico di "manifestazione, presenza divina" e rappresenta, infatti, per la Chiesa cattolica, una delle principali ricorrenze religiose perché ha valenza di conferma della natività di Cristo a tutto il mondo.

Tuttavia non si tratta solo di una festa cattolica: l'Epifania viene celebrata anche nel mondo ortodosso come data di battesimo di Gesù nel fiume Giordano e, ancora, il concetto di nascita del Redentore è presente anche nelle religioni islamiche.

Le tradizioni legate all'Epifania hanno radici molto antiche, addirittura dai culti solari del mondo pagano e via via ha assorbito altri simboli come la Stella Cometa che guidava i Magi alla capanna. Inoltre presenta manifestazioni specifiche in base alle diverse culture.

Nel culto pagano vigeva la credenza che durante le dodici notti che separavano il solstizio d'inverno alla data di morte e rinascita di Madre Natura, delle figure femminili, sotto la guida della dea Diana, volteggiassero di notte sui campi seminati per attirare buoni auspici per il raccolto. La Chiesa Cattolica disapprovò con forza queste credenze e per questo la figura della Befana già nel Medioevo aveva le caratteristiche della strega, anche se benevola.

La Befana rappresenta per alcune culture l'anno vecchio che se ne va; per questo ancora oggi in alcune zone c'è l'usanza di bruciare fantocci rivestiti di abiti logori.

Si può trovare una corrispondenza anche con divinità della mitologia tedesca sempre come rappresentazione di natura invernale. Nei Paesi cattolici la befana è rappresentata come una vecchia vestita di stracci che volando su una scopa di saggina porta ai bambini dolci e piccoli regali se sono stati buoni o viceversa, se non si sono comportati bene, soltanto carbone

Secondo una leggenda molto suggestiva la tradizione della Befana come è conosciuta ancora oggi deriva dalla storia seguente: i Re Magi avevano chiesto informazioni ad una vecchina sul percorso per arrivare alla grotta di Gesù e malgrado le loro insistenze lei aveva rifiutato di accompagnarli. Dopo, pentita, era uscita a cercarli portando con sé dolci e doni per il piccolo nato e lungo la strada lasciava un regalo ad ogni bambino che incontrava nella speranza che si trattasse di Gesù.

La festa della Befana è una delle tradizioni più simpatiche e tenere collegate al periodo natalizio che viene, così, chiuso in bellezza. Ma è un errore pensare che sia un evento atteso solo dai bambini. Non dimentichiamo, infatti, le lotterie milionarie che vengono effettuate in questa data. Altro che piccoli doni per i vincitori; peccato solo che siano per pochi!
La Befana vien di notte... Valutazione: 5.00 su 5 Basato su 2 voti.
Articolo pubblicato il
La Befana vien di notte...
I Più Letti
  • del giorno
  • della settimana
apri
Offerte di viaggio