Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

In Spagna per le feste

Alcune delle tradizioni più importanti durante il periodo natalizio in Spagna, per conoscere più a fondo gli usi e i costumi della popolazione

In Spagna per le feste

Se si decide di passare le festività natalizie in Spagna è affascinante conoscere le tradizioni più importanti che si susseguono in quei giorni. Le danze si aprono già dal 22 Dicembre proseguendo fino al 6 Gennaio. Ci sono alcuni usi che sono ancora comuni, altri invece sono stati ormai abbandonati. In ogni città abbondano le decorazioni, le luci e i colori del Natale e in ogni casa viene addobbato l’albero di palline e il Presepe, fondamentale nella cultura spagnola. Un famoso detto è appunto “Presepe fai, pane mangerai” che indica quanto sia importante questa usanza e come questa sia consIderata portatrice di prosperità alla famiglia. Oltre ai personaggi classici si affianca il Tio (lo zio) che porta i dolcetti e il Caganer che porta fortuna.

Il primo giorno di festa è il 22 Dicembre, giorno della Lotteria Natalizia, diffusa in tutto il territorio spagnolo, anche nelle città più piccole. La lotteria è nazionale, ma viene effettuata anche in maniera più casereccia solitamente per far divertire i bambini. È una tradizione antica in voga fin dal 1892,  quando è nata come un modo per dare speranza a una popolazione affamata.

Il 24 Dicembre si festeggia la vigilia di Natale detta Nochebuena: gli spagnoli si radunano a casa dei familiari dove si cena tutti insieme; la tradizione vuole che tutto si svolga a casa dei più anziani, nonni o genitori, mai dai figli. Inoltre era solito scambiarsi i regali la mattina del 25 Dicembre, anche se ormai non è più così in ogni città. Solitamente durante la notte della Vigilia e in tutto il periodo natalizio si intonano canti popolari propri di quei giorni di festa: i villancicos. Anche nei giorni che precedevano il Natale i bambini giravano di casa in casa cantando e chiedendo in cambio qualche piccola mancia.

In Spagna anche il 28 Dicembre è un giorno molto importante e di festa, viene chiamato il giorno degli innocenti. Durante questa giornata vengono fatti scherzi ad amici e familiari e ci si prende un po’ gioco l’uno dell’altro.

Durante la Nochevieja, Capodanno, non può mancare l’uva, tradizione ancora molto in voga. Nel momento in cui cominciano a suonare le campane della mezzanotte, che segnano l’inizio di un nuovo anno, si mangia un chicco d’uva a ogni rintocco; chi riesce in questa impresa sarà fortunato per l’intero anno che verrà.

Infine un’altra tradizione ancora ben radicata è nel giorno del 5 Gennaio: per le strade di ogni città sfila una parata di carri con su i Re Magi. Saranno loro, durante la notte tra il 5 e il 6 a lasciare i doni a tutti i bambini.

Articolo pubblicato il
In Spagna per le feste
apri
Offerte di viaggio