Serve aiuto?
02.92853971
Lun. - Ven. 9:30/19:00 | Sab. 9:30/13:00
Registrati

In giro per i fiordi: itinerari norvegesi

Scoprire i fiordi norvegesi con uno degli itinerari consigliati. Per tutti gli interessi e per il vostro veicolo preferito. Non avete più scuse per non andare!

Sara Fusco
In giro per i fiordi: itinerari norvegesi

Norvegia, la terra di fiordi. Come non perdersi tra le sue bellezze? Ma per visitarla come si deve, è necessario stabilire un itinerario che guidi alla scoperta dei suoi luoghi, in base ovviamente al mezzo di trasporto.

Via mare. La crociera è forse il modo più suggestivo per godere d’ogni scorcio, ma forse meno autonomo: lasciarsi scorazzare su itinerari già programmati, davanti a panorami mozzafiato, alla scoperta di piccoli angoli di paradiso. In Norvegia c’è Hurtigruten (il Battello Postale Norvegese con flotte in stile diverso) che salpando dalla pittoresca Bergen mostrerà la costa norvegese, permettendo eventualmente anche di scegliere le isole delle tappe per le escursioni. Tra queste: la Liberty Ålesund dove accanto all’architettura potrete ammirare il Geirangerfjord, sito patrimonio UNESCO; i musei della vivace Trondheim; le magnifiche montagne del Svolvær o ancora Honningsvåg per un po’ di curiosissimo bird-watching e Tromsø per panorami innevati e sport invernali e godere l’aurora boreale.

Auto. Per chi va in auto le alternative sono molte. Una delle strade turistiche nazionali più apprezzate è la Strada dell'Atlantico che attraversa la Norvegia da Kristiansund e Molde: 80 km permetteranno di godere una vista sull’atlantico favolosa, i suggestivi 7 ponti che passano di isola in isola e la particolarissima fauna di balene e foche. In particolare, quattro le zone di sosta famose per panorami mozzafiato: Myrbærholmbrua, Kjeksa, Geitøya (soprattutto per gli arcipelaghi) e Askevågen. Dopo aver attraversato il tunnel dell’Oceano Atlantico, tappa forzata all'isola di Averøy per la caratteristica chiesa in legno di Kvernes, il Museo Rurale Kvernes e ovviamente a Molde, città del jazz (a luglio il Festival!).

Treno. Il modo più originale probabilmente per visitare la Norvegia. Il viaggio parte dalla stazione di montagna di Myrda e giunge fino al fiordo di Aurland attraverso la stretta valle di Flåm da cui prende il nome la ferrovia. In particolare il tratto tra Myrdal e Flåm segue le rive del fiume Sognefjord e permette di costeggiare cime innevate ma anche spettacolari cascate, consentendo di immergersi nella natura del luogo. Attrazione della Norvegia, la ferrovia di Flåm è famosa soprattutto per la sua ripidità e per gli scorci suggestivi che offre.

Aereo. Lo spostamento in aereo è quello che da un certo punto di vista rende più autonomi e permette di visitare anche luoghi posti su distanze maggiori. Tantissime quindi le ipotesi di itinerario, dalla scelta della visita dei parchi nazionali (Hardangervidda, Jotunheimen, Dovrefjell-Sunndalsfjella e Rondane) e del fiume Sjo (ideale per il rafting), alle escursioni sulle montagne patrimonio UNESCO (il Geirangerfjord e il Sognefjord) o ancora visitare i siti storici di Trondheim.

Le alternative di viaggio ci sono: scegliete l’itinerario che fa per voi e partite alla scoperta dei suggestivi fiordi!

In giro per i fiordi: itinerari norvegesi Valutazione: 4.67 su 5 Basato su 3 voti.
Articolo pubblicato il
Autore: Sara Fusco
In giro per i fiordi: itinerari norvegesi
apri
Offerte di viaggio